0

News

Carcere, due evasi a Vercelli: uno ancora libero




Clamorosa evasione dal carcere di Vercelli a poche ore dall’inizio del nuovo anno. A quanto fa sapere il Sappe, due detenuti albanesi, con fine pena 2029 perché riconosciuti responsabili di rapina nelle ville del Casallese e Vercellese, “si sono calati dalla cella e si sono recati nel perimetro interno del carcere. Si sono poi arrampicati sul muro di cinta e, aiutati da un complice che ha lanciato loro delle corde, si sono calati dal muro ma uno dei due è caduto, rompendosi un braccio, ed è stato bloccato dagli agenti mentre l’altro è riuscito a fuggire con l’aiuto proprio del complice”.

“Adesso è prioritario catturare l’evaso”, denuncia Donato Capece, segretario generale del Sappe – ma la grave vicenda porta alla luce le priorità della sicurezza (spesso trascurate) con cui quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria di Vercelli”. In svariate occasioni, il Sappe “ha rappresentato e manifestato a gran voce la grave carenza di personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso l’Istituto di Vercelli e soprattutto l’inadeguatezza del muro di cinta, inagibile da anni. Vergognoso!”. Per il leader del Sappe, “questa di Vercelli è una evasione annunciata, frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria sulle condizioni di sicurezza dell’istituto. Se fossero state ascoltate le continue denunce del SAPPE, probabilmente tutti gli eventi critici denunciati e questa stessa evasione non sarebbe avvenuta. E la cosa grave è che questi numeri si sono concretizzati proprio quando sempre più carceri hanno introdotto la vigilanza dinamica ed il regime penitenziario ‘aperto’, ossia con i detenuti più ore al giorno liberi di girare per le Sezioni detentive con controlli sporadici ed occasionali della Polizia Penitenziaria. Il Sappe denuncia da tempo che la sicurezza interna delle carceri è stata annientata da provvedimenti scellerati come la vigilanza dinamica e il regime aperto, l’aver tolto le sentinelle della Polizia Penitenziaria di sorveglianza dalle mura di cinta delle carceri, la mancanza in organico di poliziotti penitenziari, il mancato finanziamento per i servizi anti intrusione e anti scavalcamento e, come dimostra la vergogna del muro di cinta del carcere di Vercelli che è inagibile da anni nell’indifferenza dei vertici ministeriali e dipartimentali nonostante le nostre denunce. La verità è che i vertici del Ministero della Giustizia e dell’Amministrazione Penitenziaria hanno smantellato le politiche di sicurezza delle carceri preferendo una vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali”.

“Sono già in corso le operazioni di polizia per assicurare la cattura dell’evaso, che spero venga preso quanto prima. Questa evasione è la conseguenza dello smantellamento delle politiche di sicurezza dei penitenziari e delle carenze di organico della Polizia Penitenziaria, che ha 7mila agenti in meno – conclude Capece – Smembrare la sicurezza interna delle carceri con vigilanza dinamica, regime aperto ed assenza di Polizia Penitenziaria favorisce inevitabilmente gli eventi critici, che sono costanti e continui”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

La siccità sta uccidendo la fauna del Kenya


La siccità in Kenya, la peggiore degli ultimi quarant'anni, ha ucciso quasi il 2% della popolazione di zebre in soli...
Read More

Nord Stream, venerdì riunione Consiglio di Sicurezza Onu


Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà per una sessione di emergenza sulle perdite di gas a Nord...
Read More
Nord Stream, venerdì riunione Consiglio di Sicurezza Onu

Spazio, Cristoforetti comandante della Iss: “Grazie all’Italia se sono qui”


"E' un privilegio rappresentare l'Europa e l'Italia. Grazie davvero all'Italia e a tutte le italiane e a tutti gli italiani...
Read More
Spazio, Cristoforetti comandante della Iss: “Grazie all’Italia se sono qui”

Allarme batterio Listeria: cos’è, dove si trova, sintomi


"Resta alta l’attenzione del Ministero della salute a seguito dell’aumento di casi clinici di listeriosi alimentare registrati in diverse regioni...
Read More
Allarme batterio Listeria: cos’è, dove si trova, sintomi

Elezioni 2022, al Viminale si erano sbagliati: “Bossi eletto in Lombardia”


Umberto Bossi risultata eletto in Lombardia e torna in Parlamento dopo le elezioni politiche 2022. L'iniziale esclusione del Senator era...
Read More
Elezioni 2022, al Viminale si erano sbagliati: “Bossi eletto in Lombardia”

Real Time Uragano Ian: colpita la Florida, ecco dove si trova


Dopo essersi abbattuto su Cuba, lasciando l'Isola completamente senza energia elettrica e uccidendo 2 persone, l'uragano Ian si è diretto...
Read More
Real Time Uragano Ian: colpita la Florida, ecco dove si trova

La pesante impronta di carbonio delle case automobilistiche


Secondo uno studio della ONG ambientalista Transport & Environment, le emissioni di anidride carbonica prodotte da un'automobile nel corso della...
Read More

Sorgenia-Banco di Desio, insieme per accompagnare Pmi nella transizione


Sorgenia e Banco di Desio e della Brianza Spa hanno siglato un accordo per incrementare presso le piccole e medie...
Read More

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends