Connect with us

News

Carcere, due evasi a Vercelli: uno ancora libero



Clamorosa evasione dal carcere di Vercelli a poche ore dall’inizio del nuovo anno. A quanto fa sapere il Sappe, due detenuti albanesi, con fine pena 2029 perché riconosciuti responsabili di rapina nelle ville del Casallese e Vercellese, “si sono calati dalla cella e si sono recati nel perimetro interno del carcere. Si sono poi arrampicati sul muro di cinta e, aiutati da un complice che ha lanciato loro delle corde, si sono calati dal muro ma uno dei due è caduto, rompendosi un braccio, ed è stato bloccato dagli agenti mentre l’altro è riuscito a fuggire con l’aiuto proprio del complice”.

“Adesso è prioritario catturare l’evaso”, denuncia Donato Capece, segretario generale del Sappe – ma la grave vicenda porta alla luce le priorità della sicurezza (spesso trascurate) con cui quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria di Vercelli”. In svariate occasioni, il Sappe “ha rappresentato e manifestato a gran voce la grave carenza di personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso l’Istituto di Vercelli e soprattutto l’inadeguatezza del muro di cinta, inagibile da anni. Vergognoso!”. Per il leader del Sappe, “questa di Vercelli è una evasione annunciata, frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria sulle condizioni di sicurezza dell’istituto. Se fossero state ascoltate le continue denunce del SAPPE, probabilmente tutti gli eventi critici denunciati e questa stessa evasione non sarebbe avvenuta. E la cosa grave è che questi numeri si sono concretizzati proprio quando sempre più carceri hanno introdotto la vigilanza dinamica ed il regime penitenziario ‘aperto’, ossia con i detenuti più ore al giorno liberi di girare per le Sezioni detentive con controlli sporadici ed occasionali della Polizia Penitenziaria. Il Sappe denuncia da tempo che la sicurezza interna delle carceri è stata annientata da provvedimenti scellerati come la vigilanza dinamica e il regime aperto, l’aver tolto le sentinelle della Polizia Penitenziaria di sorveglianza dalle mura di cinta delle carceri, la mancanza in organico di poliziotti penitenziari, il mancato finanziamento per i servizi anti intrusione e anti scavalcamento e, come dimostra la vergogna del muro di cinta del carcere di Vercelli che è inagibile da anni nell’indifferenza dei vertici ministeriali e dipartimentali nonostante le nostre denunce. La verità è che i vertici del Ministero della Giustizia e dell’Amministrazione Penitenziaria hanno smantellato le politiche di sicurezza delle carceri preferendo una vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali”.

“Sono già in corso le operazioni di polizia per assicurare la cattura dell’evaso, che spero venga preso quanto prima. Questa evasione è la conseguenza dello smantellamento delle politiche di sicurezza dei penitenziari e delle carenze di organico della Polizia Penitenziaria, che ha 7mila agenti in meno – conclude Capece – Smembrare la sicurezza interna delle carceri con vigilanza dinamica, regime aperto ed assenza di Polizia Penitenziaria favorisce inevitabilmente gli eventi critici, che sono costanti e continui”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Orche e inquinamento, la sorprendente scoperta


(Adnkronos) - Le attività inquinanti dell’uomo producono ogni giorno degli effetti molto negativi sulle vite degli altri inquilini del Pianeta....
Read More

Devastante sisma in Turchia: cresce vertiginosamente numero vittime, oltre 1500


AGGIORNAMENTO - Si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime, che al momento sono quasi 1.500. Migliaia i...
Read More
Devastante sisma in Turchia: cresce vertiginosamente numero vittime, oltre 1500

Media elvetici: “Patriarca Kirill era una spia del Kbg in Svizzera”


Il Patriarca Russo Kirill è stato accusato di essere una spia del KGB negli anni '70 in Svizzera, secondo due...
Read More
Media elvetici: “Patriarca Kirill era una spia del Kbg in Svizzera”

In Gran Bretagna i pesticidi stanno decimando gli usignoli


Secondo uno studio pubblicato dall’Università del Sussex, l’uso di pesticidi nei giardini delle case private sta contribuendo al declino della...
Read More

Mondiali sci 2023, fantastica Brignone: oro in combinata donne


Federica Brignone ha vinto la medaglia d'oro nella combinata femminile, prima prova dei Mondiali di sci 2023 sulle nevi francesi...
Read More
Mondiali sci 2023, fantastica Brignone: oro in combinata donne

Sanremo 2023, ecco i cantanti divisi tra prima e seconda serata


Domani 7 febbraio sul palco di Sanremo 2023 Anna Oxa, Ariete, Colla Zio, Coma Cose, Cugini di Campagna, Elodie, Gianluca...
Read More
Sanremo 2023, ecco i cantanti divisi tra prima e seconda serata

Diminuiscono gli incendi boschivi in Colombia


Gli incendi boschivi in Colombia sono diminuiti del 70% nei primi 30 giorni del 2023 rispetto allo stesso periodo dell'anno...
Read More

Sanremo 2023, messaggio di Zelensky letto da Amadeus


Il presidente dell'Ucraina Volodymir Zelensky non invierà un video a Sanremo 2023, ma un testo" che sarà letto sul palco...
Read More
Sanremo 2023, messaggio di Zelensky letto da Amadeus

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza