0

Cronaca

Come funziona il poker e perché è uno sport della mente




C’è un filo sottile che collega discipline all’apparenza estremamente diverse come i videogiochi, gli scacchi, la dama, il backgammon, i cruciverba, il blackjack e il poker. Tutti possono essere considerati, a ragione, non soltanto come semplici giochi o intrattenimenti, ma come veri e propri sport della mente. La scienza e la ricerca hanno ormai confermato che per avere successo in queste discipline servono nozioni di calcolo, prontezza di riflessi, valutazione delle probabilità e capacità di problem solving. Oggi approfondiremo l’argomento e scopriremo quali di queste servono nel poker e perché molti lo indicano come un perfetto allenamento per il cervello.

Logica e matematica insieme a velocità di ragionamento. Sono queste le skills necessarie per affrontare un gioco con scarsità di informazioni disponibili come può essere il poker, a maggior ragione il Texas Hold’em in cui i giocatori hanno a disposizione soltanto due carte per iniziare invece delle solite 5 delle varianti più tradizionali. L’attenzione degli studiosi del gioco si è spesso concentrata sulle cosiddette “pot odds”, teoria che mette in relazione la possibile entità di una vincita con la probabilità che essa avvenga. Senza entrare in complessi calcoli matematici: stiamo parlando della valutazione contemporanea di punteggi, valore della propria mano, entità del piatto e possibili mosse degli avversari.

E le capacità matematiche e di calcolo in tempo reale sono ancora più importanti quando si parla di varianti del poker. In versioni di successo come l’Omaha, il Razz e il Seven-Card Stud i punti del poker sono diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati, aspetto che rende i calcoli e le valutazioni mentali ancora più complesse e stimolanti.

Pur tuttavia non è sbagliato affermare che più importanti della matematica pura nel Texas Hold’em (i calcoli sulle carte possono essere imparati facilmente con un po’ di allenamento e pratica) sono la logica e la capacità di problem solving. Il vero segreto per avere successo in questa disciplina è quello di trovare soluzioni a problemi complessi e con informazioni mancanti (non conosciamo le due carte coperte che hanno gli avversari) nel minore tempo possibile e più velocemente dei rivali. Prontezza e capacità di adattamento alle situazioni, quindi, contano quanto l’abilità di calcolare le possibili combinazioni di carte.

Sono proprio questi i motivi per cui nel 2009 il poker sportivo è stato considerato dalla IMSA, l’Associazione Internazionale degli Sport Mentali, come un gioco di mente e abilità. E a dare man forte a questa decisione sono arrivate le conferme di prestigiosi studi scientifici.

Qualche anno fa il New York Times pubblicò i risultati di un importante studio della University of Wisconsin-Madison. In quella ricerca epocale venne sottolineato come le persone anziane che si erano impegnate in giochi di carte come il bridge, il blackjack e il poker avevano un volume del cervello più grande proprio nelle aree adibite al calcolo e ai ragionamenti complessi.

La componente scientifico-matematica del poker ha recentemente attirato anche un’altra categoria di studiosi: quella degli esperti e degli sviluppatori di intelligenza artificiale, uno dei settori più importanti della scienza moderna. È famoso al riguardo l’esperimento fatto da alcuni ricercatori dell’Università di Alberta capaci di creare un algoritmo in grado di cimentarsi con la variante Heads-up limit hold’em in maniera identica rispetto a un essere umano. Un algoritmo capace di prendere decisioni in base alle possibili strade più o meno vantaggiose che può prendere una mano di poker. Sulla stessa linea di ragionamento è nato, qualche anno dopo, il programma Pluribus. Anch’esso basato sulla AI, è in grado di giocare in contemporanea contro molti avversari e durante le sperimentazioni è stato capace anche di battere campioni affermati della disciplina.

Programmi avanzati che, per loro stessa natura, non possono tenere in conto componenti come i tell, i gesti e i bluff dei giocatori “reali” ma che sottolineano ancora una volta come il Texas Hold’em sia ben più di un semplice intrattenimento e di come i suoi meccanismi siano in un certo tal senso “misurabili” e “quantificabili”.

LE ULTIME NOTIZIE

Maltempo sull’Italia, 11 Regioni oggi in allerta gialla

Ancora maltempo sull'Italia: oggi, sabato 1 ottobre 2022, è allerta gialla in 11 regioni. Il sistema perturbato già attivo sulla...
Read More
Maltempo sull’Italia, 11 Regioni oggi in allerta gialla

Cnn: Usa verso Comando in Germania per armi e addestramento Kiev

Passati più di sette mesi dall'invasione russa dell'Ucraina, il Pentagono lavora alla formazione di un nuovo comando, con sede in...
Read More
Cnn: Usa verso Comando in Germania per armi e addestramento Kiev

Sondaggio rivela, è l’ibrida l’auto più desiderata dagli italiani

E' l’alimentazione ibrida sia in abbinamento a un motore a benzina che diesel quella preferita dagli automobilisti italiani, che non...
Read More

Istat: inflazione, carrello spesa +11,1% mai così alta dal 1983

A Settembre accelerano i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona (da +9,6% a +11,1%)...
Read More
Istat: inflazione, carrello spesa +11,1% mai così alta dal 1983

Omicidio Willy, motivazioni sentenza: “Da fratelli Bianchi cieca furia”

"L'irruzione dei fratelli Bianchi sulla scena di una disputa sino ad allora solo verbale, e comunque in fase di spontanea...
Read More
Omicidio Willy, motivazioni sentenza: “Da fratelli Bianchi cieca furia”

Ucraina, incassata annessione Putin detta le condizioni per i negoziati

Vladimir Putin condiziona la pace in Ucraina e la fine della guerra all'accettazione, da parte di Kiev, dell'annessione di altre...
Read More
Ucraina, incassata annessione Putin detta le condizioni per i negoziati

Ucraina, risoluzione Onu contro annessioni: scontato il veto di Mosca

Come previsto, la Russia ha posto il veto alla risoluzione del Consiglio di Sicurezza Onu che condanna l'annessione dei territori...
Read More
Ucraina, risoluzione Onu contro annessioni: scontato il veto di Mosca

Auto elettriche, verso quota 65 milioni entro 2030 in Europa

Dopo diversi anni di previsioni abbastanza ottimistiche sull'adozione dei veicoli elettrici o Ev (Electric vehicle), la eMobility ha finalmente raggiunto...
Read More

 

(AS)

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends