LiberoReporter

Il riciclo delle bioplastiche compostabili, Biorepack a Ecomondo

Promuovere il riciclo delle bioplastiche compostabili operando di concerto con tutti i soggetti coinvolti, dai cittadini ai Comuni alle società di servizi fino ai gestori degli impianti di trattamento. Una sinergia che genera benefici per l’ambiente, il clima e l’economia. È la missione di Biorepack, il consorzio fondato da sei tra i principali produttori e trasformatori di bioplastiche in Italia e che arricchirà l’ampia platea degli ospiti di Ecomondo, l’evento di riferimento in Europa per la transizione ecologica e i nuovi modelli di economia circolare e rigenerativa in programma a Rimini dal 26 al 29 ottobre.

“La partecipazione a questo evento rappresenta per noi un’occasione irrinunciabile per presentarci – ha dichiarato il presidente di Biorepack, Marco Versari – Vogliamo far conoscere il nostro lavoro e i nostri progetti a un pubblico vasto ed eterogeneo caratterizzato da una comune sensibilità nei confronti dei nuovi modelli di sviluppo sostenibile. Tra questi, la valorizzazione della frazione umida dei rifiuti e delle bioplastiche compostabili rappresenta una strategia essenziale per il mantenimento della salute del suolo, una risorsa, quest’ultima, gravemente minacciata da inquinamento, cambiamenti climatici e sfruttamento indiscriminato”.

Istituito a Roma il 26 novembre 2018, Biorepack è il primo consorzio al mondo nel settore del riciclo degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile certificati Uni En 13432, quelli cioè che possono essere riciclati assieme alla raccolta della frazione organica dei rifiuti e trasformati in compost dopo trattamento industriale. Il suo obiettivo è quello di consentire alla filiera delle bioplastiche la migliore gestione del riciclo organico promuovendo l’adeguato conferimento dei manufatti da parte dei cittadini nella raccolta differenziata dell’umido domestico e la loro corretta etichettatura e riconoscibilità. Il loro riciclo organico consente di creare un terriccio fertile utile per combattere la desertificazione e l’erosione del suoli e per ridurre le emissioni di gas serra, grazie alla maggiore capacità del terreno in salute di trattenere il carbonio.

Il sistema europeo di responsabilità estesa del produttore (Epr) promosso da Biorepack consente alle bioplastiche certificate di apportare un grande contributo su più livelli: i sacchetti consentono una raccolta efficiente e igienica del rifiuto umido, massimizzando i quantitativi recuperati; gli imballaggi per uso alimentare permettono di limitare la produzione di rifiuti indifferenziati poiché sono riciclabili direttamente con l’umido; la filiera economica infine crea sviluppo e occupazione in un Paese come l’Italia dove il settore appare estremamente dinamico.

I numeri. Stando ai dati diffusi da Plastic Consult, nel 2020 si contavano in Italia 278 aziende del comparto, contro le 143 del 2012, suddivise in produttori di chimica e intermedi di base, produttori e distributori di granuli, operatori di prima trasformazione, operatori di seconda trasformazione. Nello spazio di otto anni il numero di dipendenti delle imprese del settore è passato da 1.280 a 2.775 mentre il fatturato totale è salito da 367 a 815 milioni di euro con un tasso di crescita media annuale superiore al 10%.

Negli ultimi anni, i Comuni italiani hanno intrapreso diverse iniziative volte a favorire il riciclo dei rifiuti. Ad affiancarli sono Anci e Conai, che mettono a disposizione delle amministrazioni risorse economiche e materiali di comunicazione. Proprio nei giorni scorsi, le due entità hanno firmato insieme a Biorepack un allegato tecnico che disciplina i criteri di raccolta, trasporto e trattamento di questi materiali insieme alla frazione umida urbana. “Il Consorzio, i Comuni e i soggetti da loro delegati si impegneranno nella promozione della gestione dei rifiuti di imballaggio in plastica biodegradabile e compostabile assieme all’umido urbano – sottolinea Gino Schiona, direttore generale di Biorepack – Gli obblighi riguardano anche la massimizzazione del successivo avvio a riciclo organico e la riduzione della presenza all’interno dell’umido urbano di matrici non compostabili. Queste ultime, infatti, penalizzano, e talvolta impediscono, il riciclo degli imballaggi compostabili, facendo aumentare i costi di trattamento a carico della collettività”. Sulla base dell’accordo, per i Comuni e gli altri soggetti convenzionati, previste 4 fasce di corrispettivo economico: più sarà elevata la qualità della raccolta, maggiore sarà la cifra riconosciuta.

LE ULTIME NOTIZIE

Nordcorea, Kim vieta il giubbotto di pelle


Solo il partito può decidere chi si può mettere un giubbotto di pelle in Corea del Nord. Il leader nordcoreano...
Read More
Nordcorea, Kim vieta il giubbotto di pelle

Meteo: maltempo Calabria e Basilicata, domani allerta rossa


Maltempo in Calabria e Basilicata, domani 28 novembre 2021 è allerta rossa su alcune zone. L'avviso della Protezione Civile prevede...
Read More
Meteo: maltempo Calabria e Basilicata, domani allerta rossa

Variante sudafricana Omicron, mappa dei contagi al momento accertati


Circa 80 casi di variante Omicron sudafricana in tutto il mondo (la mappa). La nuova variante del coronavirus, giudicata variante...
Read More
Variante sudafricana Omicron, mappa dei contagi al momento accertati

Variante Omicron in Italia, ecco chi è il primo positivo


E' un dirigente d'azienda di 55 anni il primo caso di variante Omicron in Italia. Residente nella provincia di Caserta,...
Read More
Variante Omicron in Italia, ecco chi è il primo positivo

Serie A: Venezia-Inter 0-2, nerazzurri incollati a Milan e Napoli


L'Inter vince 2-0 sul campo del Venezia nell'anticipo serale della 14esima giornata della Serie A. I nerazzurri si impongono con...
Read More
Serie A: Venezia-Inter 0-2, nerazzurri incollati a Milan e Napoli

Serie A: Juve-Atalanta 0-1, Allegri in crisi nera


La Juventus viene sconfitta 1-0 in casa dall'Atalanta nell'anticipo della 14esima giornata della Serie A. I bergamaschi conquistano il successo...
Read More
Serie A: Juve-Atalanta 0-1, Allegri in crisi nera

Eicma si conferma il primo evento fieristico automotive sostenibile


Eicma si conferma anche nell'edizione 2021 come il primo evento fieristico al mondo del suo settore a essere certificato Iso...
Read More

Variante Omicron: sintomi, contagi, vaccini, cosa sappiamo al momento?


La variante africana Omicron (B.1.1.529 ) irrompe sulla scena della pandemia di covid. Qual è la sua pericolosità? Quanto è...
Read More
Variante Omicron: sintomi, contagi, vaccini, cosa sappiamo al momento?
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends