LiberoReporter

C’è una relazione tra incendi e inquinamento marino

Non solo l’ambiente terrestre, anche il mare e i suoi abitanti sono minacciati dagli incendi delle aree boschive che si verificano soprattutto in estate. I ricercatori dei dipartimenti di Scienze dell’ambiente e della terra e di Economia, metodi quantitativi e strategie d’impresa dell’Università di Milano-Bicocca, guidati dall’ecologa Sara Villa, hanno elaborato un modello matematico-statistico che ha permesso per la prima volta di individuare e correlare il ruolo degli incendi delle aree boschive con la contaminazione dei sedimenti del Mar Mediterraneo.


Lo studio dal titolo “Spatial and temporal trends in the ecological risk posed by polycyclic aromatic hydrocarbons in Mediterranean Sea sediments using large-scale monitoring data” è stato pubblicato sulla rivista Ecological Indicators (Elsevier). Il gruppo di lavoro è arrivato a questo risultato dopo aver ricostruito l’andamento spaziale e temporale del rischio rappresentato dalla presenza di 16 idrocarburi policiclici aromatici (Ipa) per le comunità bentoniche, gli organismi che vivono nei sedimenti del Mediterraneo.

Gli organismi bentonici svolgono un ruolo cruciale negli ecosistemi acquatici: il loro stato di salute rappresenta un significativo indicatore della qualità dell’ambiente marino. Questi organismi, inoltre, sono un’importante fonte di cibo per altri animali, ne deriva che i contaminanti che assimilano dai sedimenti possono essere trasferiti lungo l’intera catena trofica.

I ricercatori hanno studiato anche le origini della contaminazione da Ipa in mare. I risultati indicano che gli Ipa nei sedimenti mediterranei provengono principalmente da fonti antropiche a causa della combustione incompleta di carbone, legna o benzina o da processi industriali. Tuttavia, possono anche essere emessi da fonti naturali come gli incendi boschivi o l’attività vulcanica che contribuiscono alla contaminazione di fondo nell’ambiente.

Questi contaminanti possono essere trasportati su lunghe distanze e possono entrare nell’ambiente acquatico attraverso percorsi atmosferici dopo processi di deposizione secca o umida o essere trasportati dalle acque di pioggia verso i corsi d’acqua e quindi in mare. Altre fonti provengono da processi industriali quali l’uso industriale di petrolio e/o acque reflue industriali o urbane.

“Con i nostri indici abbiamo notato che l’origine della contaminazione era molto spesso legata a combustione di biomasse naturali – spiega Sara Villa – ci siamo chiesti, quindi, che impatto avessero gli incendi sulla qualità dell’ambiente acquatico. Abbiamo constatato che all’aumentare degli incendi, aumenta la contaminazione dei sedimenti marini con un tempo di risposta di tre anni circa. Si tratta di un aspetto nuovo e strategico sul quale incardinare la lotta agli incendi nelle aree boschive e spingere ad una maggiore consapevolezza pubblica, per proteggere non solo l’ambiente terrestre ma anche quello marino”.

“Le strategie di prevenzione degli incendi boschivi adottate dall’Europa e dal nostro Paese – continua Villa – risultano quindi importanti anche per la protezione del Mar Mediterraneo, soprattutto alla luce dei preoccupanti scenari che prevedono l’aumento della frequenza e dell’intensità degli incendi boschivi in correlazione con i cambiamenti climatici e con la frequenza degli eventi estremi”.

LE ULTIME NOTIZIE

Pippo Baudo: “Io Cavaliere di Gran Croce, ultimo regalo di Mattarella”


Pippo Baudo è stato nominato ieri cavaliere di Gran Croce all'Ordine del Merito della Repubblica Italiana dal Capo dello Stato...
Read More
Pippo Baudo: “Io Cavaliere di Gran Croce, ultimo regalo di Mattarella”

“Virus Covid manipolato in laboratorio”, libro-inchiesta su origine pandemia di Paolo Barnard


Il virus responsabile della pandemia di Covid-19 "ha caratteristiche di aggressività anomale ed estremamente patogene che sono state ottenute tramite...
Read More
“Virus Covid manipolato in laboratorio”, libro-inchiesta su origine pandemia di Paolo Barnard

Piazze piene per comizi, Conte replica a Fedez


Giuseppe Conte replica Fedez e a tutti i cantanti che, di fronte alle immagini dei comizi elettorali in piazze gremite...
Read More
Piazze piene per comizi, Conte replica a Fedez

Conte e il comizio nella piazza piena, l’ira di Fedez


Piazze gremite e folle di sostenitori che tra applausi e grida riempiono le piazze italiane senza mantenere le regole del...
Read More
Conte e il comizio nella piazza piena, l’ira di Fedez

“Biogas sarà centrale nella transizione, ma servono risposte”


"Il biometano, il biogas fatto bene, è Fit for 55". Per questo "saremo centrali in questa transizione" ma "abbiamo bisogno...
Read More

Barillari (Lazio) denuncia: “Bloccato all’ingresso consiglio perché senza green pass”


Bloccato all'ingresso del Consiglio regionale del Lazio perché senza green pass. E' quanto denuncia il consigliere regionale Davide Barillari, che...
Read More
Barillari (Lazio) denuncia: “Bloccato all’ingresso consiglio perché senza green pass”

Saman la ragazza scomparsa da Novellara, intercettato e arrestato a Parigi lo zio


Lo zio di Saman Abbas, la ragazza di 18 anni di origine pachistana scomparsa da Novellara in provincia di Reggio...
Read More
Saman la ragazza scomparsa da Novellara, intercettato e arrestato a Parigi lo zio

Genoa diventa americano, Preziosi vende a fondo Usa


Enrico Preziosi ha venduto il Genoa al fondo statunitense 777Partners. L'imprenditore campano ha firmato questa mattina la cessione dell’intero pacchetto...
Read More
Genoa diventa americano, Preziosi vende a fondo Usa
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends