LiberoReporter

I risultati del Conou, filiera in efficienza nell’anno della pandemia

Una circolarità che sfiora il 100% e la tenuta della filiera nell’anno della pandemia. E’ quanto emerge dai risultati del Conou-Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati del 2020.


Durante la pandemia le immissioni al consumo hanno seguito un trend controverso: su un totale di circa 369mila tonnellate di olio lubrificante immesse al consumo nel 2020, l’olio del settore trazione è sceso del 13% mentre l’olio impiegato dall’industria, grazie all’attività ininterrotta delle aziende italiane, è sceso solo del 7,5%, dando, nel secondo semestre, un segnale di crescita di quasi il +5% sul 2019 poi consolidato al +8,5% tra settembre 2020 e febbraio 2021.

La filiera consortile ha provveduto nel 2020 alla raccolta di 171mila tonnellate di rifiuto, avviandone a rigenerazione la sostanziale totalità (169mila tonnellate), con una produzione di basi lubrificanti di 109mila tonnellate ed una resa stabile del 65%. In termini percentuali la quota di rifiuto avviabile a rigenerazione nel 2020 ha interessato il 98,8% degli oli minerali usati raccolti, in lievissimo calo rispetto al 2019 quando furono il 99,9%. Solo 1,6 mila tonnellate sono andate a combustione e 0,3 mila a termodistruzione.

La flessione della raccolta raggiunta nel corso dello scorso anno è stata del 10,7% sul 2019, motivata dalla compressione complessiva del 10% circa dell’immesso al consumo di nuovi lubrificanti nell’anno della pandemia. Il tasso di raccolta, equivalente al rapporto fra raccolto e immesso al consumo, si è attestato sempre al valore massimo raccoglibile (l’olio residuo dopo l’utilizzo), pari al 46,2% nel 2020 (era il 46,6% nel 2019). Il modello circolare del Conou ha consentito nel corso del 2020 un risparmio economico sulle importazioni di petrolio pari a 73 milioni di euro, grazie al recupero dalla ‘risorsa rifiuto’ di nuove basi lubrificanti, bitumi e gasoli.

“Quest’ultimo anno è stato molto duro, c’è stata una grande difficoltà. La riduzione dei volumi che abbiamo avuto di circa il 10% con picchi più elevati nei momenti di crisi è stata una grande sfida anche per la rigenerazione perché in quel momento nessuno comprava basi e quindi anche le basi rigenerate non avevano uno sbocco sul mercato”, racconta all’Adnkronos Riccardo Piunti, neopresidente del Consorzio.

Il Conou come equilibratore di questo sistema, sia economico che operativo, è riuscito a gestire questa problematica, ha aiutato i concessionari che erano in difficoltà e ha trovato degli sbocchi operativi per le basi rigenerate. Quindi nonostante l’enorme perdita di volumi, nel momento di picco della pandemia, noi siamo riusciti a mantenere la filiera in efficienza, a raccogliere con gli stessi standard di prima. Nessuna chiamata dei nostri clienti è rimasta invasa, abbiamo continuato a raccogliere l’olio”, conclude.

LE ULTIME NOTIZIE

LIVE Quirinale: 16,30 ottavo voto, decisivo? Sì con Mattarella Bis


Aggiornamento - Ore 14,30: Ormai l'accordo è sul tavolo ed è stato "firmato" dall'attuale maggioranza di Governo. Si va all'ottavo...
Read More
LIVE Quirinale: 16,30 ottavo voto, decisivo? Sì con Mattarella Bis

Crisi Ucraina: Biden, “Invieremo a breve truppe in Europa dell’Est”


Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato che invierà "a breve" truppe nell'Europa dell'est mentre sale la tensione in Ucraina....
Read More
Crisi Ucraina: Biden, “Invieremo a breve truppe in Europa dell’Est”

Meteo: fine settimana con il sole, poi piogge e venti forti


Dopo un weekend all'insegna del sole e con un clima a tratti gradevole di giorno, da lunedì 31 gennaio il...
Read More
Meteo: fine settimana con il sole, poi piogge e venti forti

Vlahovic viola norme anti-Covid, segnalato in procura


L'ex centravanti della Fiorentina Dusan Vlahovic verrà segnalato dalla Asl alla procura di Firenze per aver rotto il regime di...
Read More
Vlahovic viola norme anti-Covid, segnalato in procura

Zona gialla e arancione: da lunedì 31 gennaio ecco chi cambierà colore


Zona gialla e arancione, quali regioni cambieranno colore lunedì 31 gennaio? Dopo tanti cambi di fascia, frutto dell'esplosione dei contagi...
Read More
Zona gialla e arancione: da lunedì 31 gennaio ecco chi cambierà colore

Variante Omicron: Rasi, “Predominante, può coincidere con declino curva”


"Mi pare chiaro che l'effetto di Delta finirà a giorni vista la netta predominanza" della variante "Omicron. Mi auguro che...
Read More
Variante Omicron: Rasi, “Predominante, può coincidere con declino curva”

Condizioni Giuliano Ferrara: la moglie, “Sta migliorando”


"Sì, glielo confermo: Giuliano fortunatamente sta migliorando". A dirlo all'Adnkronos è la moglie di Giuliano Ferrara Anselma Dell'Olio che, raggiunta...
Read More
Condizioni Giuliano Ferrara: la moglie, “Sta migliorando”

Quirinale, 6° voto: no quorum (Mattarella 336 voti), domani si converge su Belloni?


E' fumata nera, come prevedibile, anche questa sera. Il nome più votato è quello del Presidente uscente Sergio Mattarella, che...
Read More
Quirinale, 6° voto: no quorum (Mattarella 336 voti), domani si converge su Belloni?
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends