LiberoReporter

Hong Kong: polizia fa irruzione al Politecnico, ma autorità negano azione

Le forze dell’ordine di Hong Kong negano di aver effettuato un raid all’interno del Politecnico (PolyU), occupato dai dimostranti, mentre le persone all’interno del campus denunciano l’irruzione. Caos, morti e feriti in questi continui scontri tra la popolazione, tra i quali anche moltissimi studenti e le forze di polizia. Hong Kong sta vivendo un momento tragico della sua esistenza da quando la giurisdizione è passata sotto il controllo della Cina e il colosso asiatico spinge per porre totalmente sotto la sua ala autoritaria l’ex colonia britannica. E come sempre accade in questi casi le parti si accusano a vicenda.

Per il portavoce del capo della polizia di Hong Kong i manifestanti la notte prima hanno iniziato il lancio di mattoni e molotov, mentre secondo i dimostranti, le forze dell’ordine hanno attaccato con lacrimogeni e idranti, proprio mentre cercavano di lasciare l’ateneo, costringendo circa 1000 persone a rimanere dentro, senza alcuna possibilità di uscita.

Resta comunque il fatto che le contrapposizioni rimangono e le autorità non intendono cedere di un solo millimetro alle richieste della popolazione e intanto, nelle ultime 36 ore. so 38 le persone rimaste ferite e oltre 150 sono finite gli arresti.

 

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends