LiberoReporter

Uccisione Daunte Wright; a Minneapolis terza notte di proteste




Terza notte di proteste intorno al quartier generale di Brooklyn Center, sobborgo di Minneapolis dove domenica Daunte Wright, ventenne afroamericano, è stato ucciso dalla polizia. Gli agenti ad un certo punto ha caricato la folla, cercando di farla disperdere. Le nuove proteste sono avvenute dopo che ieri si è dimessa dal dipartimento di polizia Kim Potter, la poliziotta che ha sparato a Wright, fermato per un’infrazione stradale.

E subito dopo Mike Elliott, primo sindaco afroamericano di Brooklyn Center, ha annunciato le dimissioni del capo della polizia, Tim Cannon, che lunedì, mostrando il video registrato dalla body cam dell’agente, ha detto che si è trattato di un “incidente”, perché la poliziotta ha usato la pistola vera credendo di usare il Taser.

La tensione è accresciuta dal fatto che la nuova uccisione di un afroamericano da parte della polizia nell’area di Minneapolis avviene mentre nella città del Minnesota si sta svolgendo il processo a Derek Chauvin, l’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd lo scorso maggio.

Benjamin Crump, l’avvocato che rappresenta la famiglia dell’afroamericano la cui morte lo scorso anno ha dato il via all’enorme ondata di proteste di Black Lives Matter, ora rappresenta anche la famiglia Wright che chiede che Potter sia incriminata per omicidio. “Perseguiteli come loro perseguirebbero noi”, ha detto Neysha Wright, zia del giovane ucciso, parlando dei poliziotti. “Vogliamo giustizia piena”, ha aggiunto.

Intanto, al processo per l’omicidio Floyd, conclusa la presentazione del caso da parte dei procuratori, ieri la parola è passata in aula ai difensori di Chauvin che puntano tutto sui problemi di droga della vittima come causa della sua morte. I legali hanno fatto testimoniare loro esperti di parte per contestare i risultati dell’autopsia dei medici legali, secondo i quali a provocare la morte per asfissia è stato l’uso eccessivo della forza da parte dell’ex agente, che ha tenuto per oltre 9 minuti il ginocchio sul collo di Floyd, nonostante l’uomo lo implorasse di smettere perché non riusciva a respirare.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Israele: Hamas attacca in più punti, Netanyahu “Pagherete a caro prezzo”


Scontro sempre più duro tra Israele e Hamas, con tensione sempre più alta. A Tel Aviv sirene d'allarme ed esplosioni. Una...
Read More
Israele: Hamas attacca in più punti, Netanyahu “Pagherete a caro prezzo”

Vaticano: inchiesta procura Roma, Gianluigi Torzi arrestato a Londra


E' stato arrestato a Londra, a quanto apprende l'Adnkronos, Gianluigi Torzi, il banker molisano indagato dalla magistratura vaticana nell'inchiesta sul...
Read More
Vaticano: inchiesta procura Roma, Gianluigi Torzi arrestato a Londra

David Donatello 2021 a Sophia Loren come miglior attrice protagonista


David di Donatello 2021, ecco tutti i protagonisti della 66esima edizione. La cerimonia, trasmessa in diretta su Rai1, è stata...
Read More
David Donatello 2021 a Sophia Loren come miglior attrice protagonista

Manchester City campione d’Inghilterra senza giocare


Il Manchester City è campione d’Inghilterra per la settima volta nella sua storia. La squadra di Pep Guardiola vince il...
Read More
Manchester City campione d’Inghilterra senza giocare

Pescherecci Mazara, “presi a sassate e speronati da barche turche”


L'armatore Giacalone all'Adnkronos: "Siamo rovinati, non possiamo andare avanti così, le istituzioni si diano da fare" "Il mio peschereccio è...
Read More
Pescherecci Mazara, “presi a sassate e speronati da barche turche”

Coprifuoco Italia e riaperture, decisioni settimana prossima


Coprifuoco in Italia e possibili nuove riaperture: la cabina di regia non si terrà questa settimana. A quanto apprende l'Adnkronos,...
Read More
Coprifuoco Italia e riaperture, decisioni settimana prossima

Davigo: “Amara? Per procura Milano era attendibile”


Amara "sarà anche stato screditato ma fino a quel momento, e anche dopo, la Procura di Milano lo ha ritenuto...
Read More
Davigo: “Amara? Per procura Milano era attendibile”

Terrorismo, Corte d’Appello Milano: prescritta pena per Bergamin


La corte d'Assise di Milano ha dichiarato l'estinzione della pena per prescrizione per Luigi Bergamin, il terrorista costituitosi in Francia...
Read More
Terrorismo, Corte d’Appello Milano: prescritta pena per Bergamin
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends