LiberoReporter

Minacciavano via mail il ministro Speranza, 4 indagati




Quattro persone sono indagate perché ritenute responsabili di aver inviato, tra ottobre 2020 e gennaio 2021, numerose email dal contenuto gravemente minaccioso al ministro della Salute Roberto Speranza.

A essere indagati per minaccia aggravata ,grazie all’utilizzo di sofisticate tecniche investigative telematiche messe in campo dai Carabinieri del Nas sotto il coordinamento della Procura capitolina, sono 4 italiani tra i 35 e i 55 anni, residenti nel torinese, cagliaritano, varesotto ed ennese, alcuni con precedenti di polizia analoghi al reato che viene ora contestato, celati dietro indirizzi email gestiti da server ubicati in Paesi extra europei.

Di estrema gravità le minacce che gli indagati hanno formulato e tutte connesse con le misure e le restrizioni governative adottate in relazione all’emergenza pandemica da Covid: con toni offensivi, astiosi e sprezzanti, infatti, nei messaggi venivano prospettate ritorsioni e azioni violente nei confronti del Ministro e dei suoi familiari, contenenti anche esplicite minacce di morte.

“…Invece che il lockdown ti ammazziamo la famiglia, tu vuoi affamare l’Italia … noi prima o poi ammazziamo la tua famiglia e poi ti spelliamo vivo”; “sei … da schiacciare da calpestare da odiare e da ammazzare appeso a testa in giù..”; “la pagherete cara per tutto il terrore che state facendo”; “ne ve pentirete di essere nati”; “la vostra fine è vicina”; “non la passerete liscia”; “….farete una brutta fine … se non lo capisci con le buone così posso anche … fartelo capire nell’altro modo … più brutale”; “Signor ministro presto ci vedremo o in tribunale o in obitorio…”: queste sono solo alcune delle violente espressioni rivolte e contenute nelle e-mail acquisite dai militari del Reparto Operativo del Nas a corredo della denuncia presentata dal Ministro Speranza.

Nel corso delle perquisizioni, condotte con il supporto dei Carabinieri dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità e dei reparti dell’Arma territorialmente competenti, sono stati sequestrati i dispositivi elettronici in uso agli indagati, sui quali verranno avviati i relativi approfondimenti e accertamenti tecnici volti anche a rilevare eventuali collegamenti con altre persone o gruppi.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Contanti, da 1 gennaio 2022 limite pagamento e sanzioni


Meno contanti e più pagamenti tracciabili. Questo è l’obiettivo dell’entrata in vigore, il 1° gennaio 2022, dei nuovi limiti all’uso...
Read More
Contanti, da 1 gennaio 2022 limite pagamento e sanzioni

Usa: sparatoria in un centro commerciale in Idaho, fermata una persona


Sei persone, tra cui un agente di polizia, sono rimaste ferite in una sparatoria in un centro commerciale dell'Idaho. Su...
Read More
Usa: sparatoria in un centro commerciale in Idaho, fermata una persona

Sparo sul set “Rust”, assistente regia era già stato licenziato per incidente con pistola


L'assistente alla regia del film 'Rust', che ha consegnato la pistola di scena con cui Alec Baldwin ha sparato e...
Read More
Sparo sul set “Rust”, assistente regia era già stato licenziato per incidente con pistola

Indagine Engie-TheFork, 90% dei ristoratori ha fatto scelte green


Il 90% dei ristoratori, negli ultimi tre anni, ha adottato scelte più attente e rispettose dell’ambiente nel proprio ristorante, mentre...
Read More

Santopadre (Frosinone), uomo ucciso da colpo di fucile


Omicidio a Santopadre nel frusinate. Un uomo è stato ammazzato con un colpo di fucile. Sulla dinamica di quanto accaduto...
Read More
Santopadre (Frosinone), uomo ucciso da colpo di fucile

“Colmare scollamento ricerca e industria”


"Gli atenei e le società hanno una responsabilità, c’è uno scollamento tra chi fa ricerca, chi fa industria e chi...
Read More
“Colmare scollamento ricerca e industria”

Morti in corsia: assolta Daniela Poggiali “fatto non sussiste”. L’ex infermiera torna libera


Assolta perché il fatto non sussiste. Torna libera Daniela Poggiali, l'ex infermiera di Lugo in provincia di Ravenna, imputata per...
Read More
Morti in corsia: assolta Daniela Poggiali “fatto non sussiste”. L’ex infermiera torna libera

Clima, nel ‘Youth4Climate Manifesto’ le proposte dei giovani


E’ on line sul sito del ministero della Transizione ecologica il primo 'Youth4Climate Manifesto' che raccoglie le idee e le...
Read More
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends