LiberoReporter

Covid: nuovo Dpcm, tutti da Conte a palazzo Chigi per decidere




(AUDIO LETTURA DELL’ARTICOLO PER IPO E NON VEDENTI NEL PLAYER IN BASSO) – E’ iniziata da pochi minuti la riunione a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione delle forze di maggioranza sul nuovo Dpcm. Presente all’incontro anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro. Sul tavolo le nuove misure anti-Covid da adottare – il Dpcm attualmente in vigore scadrà il 3 dicembre – nonché quelle in vista dell’arrivo delle festività natalizie.

“Sono riuniti con noi anche i tecnici, stiamo valutando la curva epidemiologica”, ha intanto detto il premier intervenendo all’evento ‘Generazione Energia’. Nell’incontro sono presenti anche Silvio Brusaferro dell’Iss e Franco Locatelli del Css. “Sono ore impegnative. Eravamo a consulto con i nostri esperti per valutare l’evoluzione della curva e valutare insieme gli scenari futuri. Avremo nel pomeriggio delle novità…”, ha aggiunto.

Nuovo Dpcm in arrivo: spostamenti, regioni, scuola e coprifuoco

Spostamenti vietati tra le regioni, coprifuoco, seconde case, scuole chiuse fino a Natale. Il nuovo Dpcm in arrivo prende forma sulla base del del confronto tra governo e regioni in vista del prossimo provvedimento. L’attuale dpcm scade il 3 dicembre, il nuovo sarà sempre all’insegna della prudenza e della cautela. “Abbiamo un’epidemia che ancora si fa sentire con grandissima forza. Anche se, dopo molte settimane difficilissime, stiamo vedendo segnali che vanno nella direzione giusta”, ha detto ancora oggi il ministro della Salute, Roberto Speranza, nella giornata che sarà caratterizzata dai nuovi dati del monitoraggio sull’emergenza coronavirus (il premier Conte ha auspicato un ulteriore calo dell’Rt), che potrebbero portare a novità per le regioni tra zona rossa, zona arancione e zona gialla. Anche le regioni inserite nella zona di rischio più contenuto, quelle gialle, potrebbero essere inserite nel nuovo Dpcm nel generale divieto di spostamenti da una regione all’altra, con poche eccezioni motivate. All’interno delle regioni gialle potrebbe essere consentito lo spostamento da un comune all’altro, magari per raggiungere le seconde case nel periodo di Natale.

La linea della prudenza sembra destinata a condizionare anche le decisioni relative alle scuole. L’ipotesi di riaprire il 9 dicembre si scontra con l’orientamento espresso dal governatore del Veneto, Luca Zaia. “Vale la pena di correre il rischio, aprendo il 9 dicembre e chiudere subito dopo il 23, per un ‘flash’ natalizio? Io penso che sarebbe meglio riaprire le scuole in maniera ‘solida’ dopo l’Epifania, ovviamente sempre in base alla situazione dell’infezione”, ha detto il presidente del Veneto.

Capitolo coprifuoco: l’ipotesi di un allentamento delle misure nel periodo natalizio non sembra fondata, a giudicare dalle parole del ministro agli Affari regionali Francesco Boccia: “Far nascere Gesù Bambino due ore prima non sarebbe un’eresia”, ha detto riferendosi alla messa di Natale.

(AdnKronos)

(AUDIO PER IPO E NON VEDENTI)

LE ULTIME NOTIZIE

Juve-Genoa 3-1, polemiche per Ronaldo che getta maglia a terra

La Juventus sconfigge 3-1 il Genoa all'Allianz Stadium e conserva il terzo posto in classifica a 12 punti dall'Inter capolista e ad una...
Leggi tutto
Juve-Genoa 3-1, polemiche per Ronaldo che getta maglia a terra

“AstraZeneca viola contratto”, lettera ultimatum dell’Europa

"AstraZeneca ha violato e continua a violare le sue obbligazioni contrattuali sulla produzione e la fornitura delle 300 milioni di dosi iniziali" di...
Leggi tutto
“AstraZeneca viola contratto”, lettera ultimatum dell’Europa

Roma-Bologna 1-0 all’Olimpico, gol di Mayoral

La Roma batte di misura all'Olimpico il Bologna nella 30ma giornata del campionato di serie A. A fissare il punteggio sull'1-0 finale la...
Leggi tutto
Roma-Bologna 1-0 all’Olimpico, gol di Mayoral

Arcuri: “Indagato per mascherine? Non ho notizia”

"Domenico Arcuri comunica di non avere notizia" circa l'indagine sulle 'mascherine'. E' quanto si legge in una nota di Invitalia. L'ex commissario straordinario...
Leggi tutto
Arcuri: “Indagato per mascherine? Non ho notizia”

Vaccini covid Cina poco efficaci: serve piano B con terza vaccinazione

I vaccini della Cina sono relativamente poco efficaci e Pechino valuta l'ipotesi di un mix con vaccini a mRNA, realizzati con la tecnologia...
Leggi tutto
Vaccini covid Cina poco efficaci: serve piano B con terza vaccinazione

Palagianello, legava con catena sorella e nipote prima di uscire

Avrebbe legato al letto la sorella, con la quale conviveva, e la figlia di quest'ultima con una catena ogni qual volta si assentava...
Leggi tutto
Palagianello, legava con catena sorella e nipote prima di uscire

Regioni: dalla zona rossa alla zona arancione, cosa cambia e quali regole

Tra 'promozioni' e conferme, da domani lunedì 12 aprile la maggior parte dell'Italia sarà zona arancione. Per spostamenti, scuole e categorie di negozi...
Leggi tutto
Regioni: dalla zona rossa alla zona arancione, cosa cambia e quali regole

Crisanti: “Grave tornare a scuola senza profilassi, contagi risaliranno”

"Affermare che la riapertura delle scuole non causi un incremento dei casi è, diciamo, una baggianata". Lo dice in un'intervista al 'Messaggero', Andrea...
Leggi tutto
Crisanti: “Grave tornare a scuola senza profilassi, contagi risaliranno”

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends