Connect with us

In Evidenza

Election day, no vax (e non solo loro!) contro le mascherine al seggio

“Andare a votare con la mascherina? Secondo me è un modo, è un atto per far ricordare chi comanda. Io andrò a votare senza mascherina, e chiederò che venga riconosciuto il mio diritto di voto senza tale imposizione che considero anticostituzionale”. Così all’Adnkronos Marco Liccione, leader della ‘Variante torinese’ ed esponente no green pass, in merito alla questione del voto con mascherina obbligatoria come da circolare dei ministri della Salute Roberto Speranza e dell’Interno Luciana Lamorgese.

“Dopo tutti gli assembramenti per i festeggiamenti sportivi trovo che sia una scelta politica, senza alcun studio scientifico che attesti questa norma. – aggiunge Liccione – Troverei corretti la mascherina a chi sta a contatto con tante persone come gli scrutatori, che saranno a contatto con centinaia di persone, o come i cassieri dei supermercati, è ovvio. Ma trovo assurdo che se vai al ristorante o al bar non hai la mascherina e se vai a votare devi indossarla”.

“Ritengo che quell’ordinanza neghi il diritto al voto: è anticostituzionale e vorrei ricordare che un parlamento che in un paese democratico emana norme anticostituzionali dovrebbe essere sciolto”, conclude Liccione.

“Obbligatorietà mascherine al voto? Provvedimento risibile e inutile, perché abbiamo ampiamente dimostrato che la mascherina non è utile, e anzi può essere anche dannosa se indossata per molte ore”, dice all’Adnkronos Mariano Amici, il medico di Ardea sospeso per non essersi vaccinato e riabilitato pro tempore.

“Non capisco la necessità di questa ordinanza, quando moltissimi paesi in Europa adottano misure diverse e non hanno alcuna obbligatorietà da questo punto di vista. – continua Amici – Il virus è uguale in tutto il mondo, non è che cambia”. Peraltro, aggiunge Amici, “nei seggi non c’è grande affollamento, quindi perché obbligare le persone ad indossare la mascherina al voto, mentre magari non è stata indossata in altri eventi e luoghi sempre in Italia molto più affollati? E’ un provvedimento che non ha basi scientifiche, assolutamente inutile”.

“E’ grottesco che questo governo continui ad approvare provvedimenti tanto per mantenere un minimo di posizione, per far finta di avere una posizione, qualunque essa sia. Sono posizioni ampiamente discutibili e ridicole, le persone non stanno certo nel seggio del voto per due o tre ore, le persone ci stanno il tempo necessario a votare, 5-10 minuti. E’ un modo per dare un po’ di fastidio, facendo finta di essere persone che fanno cose serie e invece non è così”, dice all’Adnkronos Dario Miedico, medico no vax radiato dall’Ordine dei Medici di Milano.

“Premettendo che ognuno è libero di fare come vuole e se si sente più tranquillo indossando la mascherina che lo faccia – aggiunge Miedico – a mio parere la mascherina per molti versi è solo negativa, non solo non protegge ma è peggio perché fa credere di proteggere mentre fa respirare sempre la stessa aria che si ha nei polmoni, ci sono studi su questo che lo dicono, obiettivamente la mascherina è addirittura pericolosa”.

Anche Salvini tuona contro le mascherine. Gli esperti cosa dicono?

Mascherina chirurgica obbligatoria per gli elettori e per i componenti dei seggi per il referendum e le amministrative del 12 giugno 2022. Una misura, prevista da protocollo sanitario Lamorgese-Speranza che sta facendo discutere. In merito il leader della Lega Matteo Salvini annuncia “ricorso” perché, dice, è una “follia”. Vediamo quali sono i diversi pareri degli esperti.

PREGLIASCO – “Le mascherine alle urne hanno un senso e hanno un’utilità. Sono una giusta misura di attenzione in un momento di assembramento istituzionale” dice all’Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all’università Statale di Milano.

GALLI – “E’ evidente che la sicurezza al 100% ai seggi elettorali non è possibile, sul piano dei contagi Covid” dice all’Adnkronos Salute Massimo Galli, già direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. “Ed è chiaro che un evento elettorale come qualsiasi evento che possa comportare una concentrazione di persone, vada considerato con tutte le cautele del caso, adottando le necessarie misure di protezione, dalla mascherina al distanziamento”. Giuste, dunque, le indicazioni per limitare i rischi per tutti. E in particolare per “le persone addette ai seggi”, più esposte, che debbono “essere tutelate”, sostiene Galli. “Quando non avevamo il vaccino, in occasione di un appuntamento elettorale, non avevo esitato a dire che ritenevo la situazione pericolosa. Ora il quadro è completamente differente, seppure non abbiamo una sicurezza assoluta. Le elezioni vanno fatte senza alcun dubbio: non ci sono elementi per non considerare prioritario, in questo momento e con questa situazione epidemiologica, la fruizione del diritto elettorale. E sono altrettanto giuste le regole per la prevenzione dell’infezione. Importante, ovviamente, che siano anche fatte rispettare”.

BASSETTI – “Sull’obbligo della mascherina per andare a votare stendiamo un velo pietoso” dice all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. “Oggi possiamo andare a ballare la macarena in discoteca, possiamo andare al supermercato o in farmacia senza mascherina, mentre per andare a votare c’è il rischio contagio. Assurdo. La politica è lontana dai cittadini. Siamo di fronte alla burocrazia che impazza e che prende decisioni dove non c’è una vera evidenza scientifica”. “Nella gestione della pandemia – avverte l’infettivologo – in questo momento stiamo navigando a vista e non abbiamo il bravo generale Figliuolo che è lì pronto per organizzare la campagna dell’autunno come fece nel 2021. A settembre-ottobre ci giochiamo molto, il virus circolerà molto con Omicron 5 e speriamo di aver fatto il vaccino bivalente”.

CRISANTI – “Perché l’obbligo di mascherina per accedere ai seggi elettorali? Perché i seggi stanno dentro le scuole, per iniziare. E dentro le scuole si va con la mascherina. Non lo vedo così assurdo” dice all’Adnkronos Salute è Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova. Sulla questione dell’obbligo, previsto da circolare, di indossare la protezione per gli elettori chiamati alle urne e per i componenti dei seggi impegnati nelle operazioni di accoglienza, spoglio delle schede e così via, si è acceso il dibattito. “Ma io vedo ridicolo che noi dobbiamo stare a discutere di questa cosa – obietta Crisanti -. E’ ridicola la polemica. Stiamo discutendo se metterci la mascherina 5 minuti per andare a votare. Io certo che me la metto senza problemi”.

CICCOZZI – “Oggi anche in Italia abbiamo a che fare con un virus che circola ancora e indossare la mascherina in luoghi chiusi e a rischio di affollamento e code è sempre meglio” spiega all’Adnkronos Salute Massimo Ciccozzi, responsabile dell’Unità di Statistica medica ed Epidemiologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma. “Rimane, l’ho sempre sostenuto, un presidio importante anche in virtù del fatto che la variante Omicron BA.5 è leggermente più contagiosa di tutte le precedenti. Non molliamo proprio ora l’attenzione che ci ha contraddistinto”.

CLEMENTI – L’obbligo di mascherina per accedere ai seggi elettorali “si poteva evitare. Se è una misura anacronistica? Secondo me sì”. E’ la visione di Massimo Clementi, direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano. “Non si capisce – commenta all’Adnkronos Salute, rispetto al dibattito che si è acceso sull’opportunità della misura – perché le urne per le votazioni debbano essere uno spazio ‘extraterritoriale’ rispetto al resto del Paese, dove l’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi è caduto quasi ovunque ormai. La durata della sosta tra l’altro è brevissima. A livello scientifico non ci sono i fondamenti, a mio avviso“.

GISMONDO – “Alle urne in mascherina? E’ una misura che non ha alcun nessun senso. Se stiamo senza mascherina al ristorante, non si capisce perché per andare a votare dovremo mettercela” dice all’Adnkronos Salute Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano.

MINELLI – “I vantaggi acquisiti servono come margine da conservare, non come patrimonio da dilapidare. Perché se con Covid-19 ci mettiamo a giocare a chi è più forte, non so se tutti possono vincere. Di sicuro non vincerebbero le persone fragili, chi fa fronte a cronicità dal delicato equilibrio, chi non può permettersi ulteriori rischi di salute. E Sars-CoV-2, e suoi ‘derivati’, rischi sembra che possano farcene correre ancora. Ecco perché in certe situazioni la mascherina può essere un dispositivo di reale protezione che deve essere utilizzato, anche per andare a votare alle amministrative e per i referendum“. Così l’immunologo Mauro Minelli, responsabile per il Sud Italia della Fondazione per la medicina personalizzata, parlando con l’Adnkronos Salute. “Personalmente – aggiunge – suggerirei di prevedere l’uso costante della mascherina da parte degli scrutatori e dei responsabili del seggio elettorale, e per le operazioni di voto anche a tutti i cittadini elettori. Così come durante lo spoglio delle schede ai rappresentanti di lista e agli eventuali astanti assembrati in ambienti chiusi e poco areati”.

“E’ vero: le proiezioni prossime sembrano escludere emergenze estive sul fronte pandemico, e allora perché non crederci fino in fondo? Ricordandoci soprattutto degli altri, perché il nuovo coronavirus ha una terribile capacità di trovare le differenze fra noi”, avverte l’immunologo.

 

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Usa, Senato approva legge per aumentare tetto debito: Biden firma misura
Il Senato ha approvato, con un voto nel cuore della notte, la legge per l'aumento del limite del debito, consentendo...
Read More
Meteo: temporali e temperature basse durante il Ponte del 2 giugno
Anche in questo lungo weekend del 2 giugno si verificheranno temporali, con temperature decisamente più basse rispetto all'anno scorso: nel...
Read More
2 giugno, Celebrazioni per il 77º anniversario della Festa della Repubblica
Oggi, in occasione del 77º anniversario della Festa della Repubblica, si terranno varie celebrazioni a Roma. La giornata avrà inizio...
Read More
Naufragio Cutro: prime iscrizioni nel registro degli indagati e perquisizioni
La procura della Repubblica di Crotone ha iscritto i primi nomi nel registro degli indagati in relazione al naufragio avvenuto...
Read More
Principe Harry e Meghan: inizia il gossip su eventuale divorzio
Secondo i media inglesi, le voci di separazione tra il principe Harry e Meghan Markle stanno diventando sempre più insistenti....
Read More
Prof accoltellata ad Abbiategrasso, custodia cautelare in carcere per 16enne
E' stata disposta la custodia cautelare in carcere nei confronti del minorenne accusato di aver ferito con un coltello l'insegnante...
Read More
Il barometro C-suite 2023 di Mazars, gruppo specializzato in servizi di audit, tax e advisory, ha rivelato un significativo ottimismo...
Read More
Roma, San Basilio: poliziotta uccisa, caso di omicidio-suicidio
Sarebbe un caso di omicidio-suicidio dovuto a motivi passionali, a quanto apprende l'Adnkronos, il delitto della poliziotta uccisa oggi a...
Read More

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza