LiberoReporter

Calciomercato Juventus, Vlahovic a Gennaio?




Nonostante non sia ancora tempo di calciomercato, i vari club di Serie A ed esteri continuano a tenere sott’occhio molti talenti sparsi per il mondo, in modo da essere pronti al loro acquisto. C’è un giocatore in particolare che sta facendo gola a molti top club europei: Dusan Vlahovic. L’attaccante della Fiorentina ha deciso di non rinnovare con il club di Commisso, aprendo la strada ad una possibile cessione già a Gennaio, nonostante sia sempre determinante. Sono in molti i tifosi che seguono la vicenda con molta attenzione, in particolar modo scommettendo sul suo cambio maglia, tipo di puntata che è entrata nei principali giochi d’azzardo.

Una situazione che ai supporters della squadra di Firenze non ha fatto molto piacere e che vedevano in Dusan il salvatore che avrebbe riportato la Viola in Europa. Purtroppo però le storie d’amore non esistono più ed ecco quindi che l’attaccante serbo sembra pronto a spiccare il volo. Su di lui c’è la Juventus e i contatti sembrano ormai avviati. Il club di Agnelli non molla la presa, il presidente vuole accontentare Allegri regalandogli il bomber che manca ai bianconeri. Nelle ultime settimane i contatti sotterranei sono stati molteplici: dopo gli approcci con la società, sono arrivati anche quelli con l’entourage del giocatore.

In questi mesi, il suo agente Darko Kristic e i suoi soci serbi hanno incontrato tante società, ma senza mai raggiungere un’intesa. Vlahović chiede un ingaggio da 6 milioni netti a stagione, restando nei parametri della formazione bianconera. Il problema è capire quanto vuole la Fiorentina. Di sicuro Rocco Commisso e i suoi collaboratori vogliono evitare che il bomber segua le orme di Federico Chiesa e Federico Bernardeschi. Insomma Gennaio sarà un mese decisivo per il futuro del serbo, ma non è da escludere che a Firenze decidano di spostare il tutto a fine stagione, proprio per tener calma la piazza.

Nella strategia juventina, però, non sembra esserci tempo, anzi c’è la voglia di anticipare i tempi per evitare che la concorrenza aumenti e si crei una grande asta europea, in particolar modo si tiene sott’occhio il Tottenham e il City di Guardiola. Se però a Torino riescono ad anticipare i tempi possono prendere in contropiede i rivali impegnati in un pericoloso duello. Ovviamente tutto ciò fa comodo alla Fiorentina che spera di approfittarne e tenere alto il prezzo: vale a dire tra i 60 e 70 milioni di euro. In questo gioco molto costoso tutti hanno voglia di conoscere il verdetto in tempi celeri.

È altrettanto chiaro, dunque, che occorre guardare a delle alternative. Il Psg bussa alla porta del nazionale serbo per cautelarsi nell’ormai nota rincorsa al norvegese Haaland, visto che deve guardarsi anche dal Real Madrid, sempre sulle tracce di Mbappé. Un intrigo internazionale in cui la Juventus deve agire con le dovute accortezze. È il motivo per cui in queste delicate fasi è stato tenuto vivo il dialogo con il mondo di Mauro Icardi. Nonostante le sue peripezie sentimentali, il giocatore argentino ha i requisiti per risolvere molti problemi in area di rigore juventina. Ecco perché la sua candidatura non va mai trascurata in alternativa a quella del bomber della Fiorentina. Un raddoppio doveroso, anche se alla Juventus cresce l’ottimismo per Vlahovic.

(AS)

LE ULTIME NOTIZIE

Tragedia sul lavoro a Torino, operaio cade in cantiere e muore


Infortunio mortale sul lavoro questo pomeriggio a Torino. A perdere la vita un operaio di 43 anni di origine brasiliana...
Read More
Tragedia sul lavoro a Torino, operaio cade in cantiere e muore

Variante Omicron “è all’89%, domina nel mondo: rischio resta molto alto”


E' ormai "predominio Omicron su scala globale". A sancirlo è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che nel suo bollettino settimanale...
Read More
Variante Omicron “è all’89%, domina nel mondo: rischio resta molto alto”

Covid Italia, 167.026 contagi e 426 morti: i dati per regione 26 gennaio


Sono 167.026 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 26 gennaio 2022, secondo i numeri covid - regione per regione...
Read More
Covid Italia, 167.026 contagi e 426 morti: i dati per regione 26 gennaio

Salvini riunisce i suoi e ai cronisti dice: “Nomi di alto profilo, ne faremo altri”


"Lavoro con fiducia, serietà e ottimismo. La soluzione può essere vicina". Il leader della Lega, Matteo Salvini, si esprime così...
Read More
Salvini riunisce i suoi e ai cronisti dice: “Nomi di alto profilo, ne faremo altri”

Licata: movente l’eredità per la strage di oggi, Sindaco: “Lutto cittadino”


Aveva pianificato tutto, fin nei minimi particolari, Angelo Tardino, imprenditore agricolo di Licata di 48 anni. Alle sei di questa...
Read More
Licata: movente l’eredità per la strage di oggi, Sindaco: “Lutto cittadino”

Re-think Circular Economy Forum torna a Milano


Con l’obiettivo di favorire la nascita e la diffusione di attività innovative e imprenditoriali e accelerare la transizione verso un’economia...
Read More

a che punto siamo rispetto all’Agenda 2030


Sviluppo sostenibile: a che punto siamo rispetto all'Agenda 2030Complessivamente sono 17 gli obiettivi stabiliti dall'ONU con l'Agenda 2030 per lo...
Read More

Quirinale, 3° giorno – Ancora una fumata nera. Domani ore 11 quarto voto


Senza ancora una intesa tra i partiti, oggi alle ore 11, sempre alla Camera dei Deputati, partirà il terzo giorno...
Read More
Quirinale, 3° giorno – Ancora una fumata nera. Domani ore 11 quarto voto

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends