LiberoReporter

INPS: non più necessaria la visita medica per riconoscere l’invalidità

E’ forse una delle agevolazioni più preziose che la tecnologia e la volontà di semplificare la macchina della burocrazia, abbia donato ai cittadini.

Il messaggio 1° ottobre 2021, n. 3315 informa che è attivo il nuovo servizio “Allegazione documentazione sanitaria invalidità civile”, che permette ai cittadini di inoltrare online all’Istituto la documentazione sanitaria probante, ai fini dell’accertamento medico-legale, per la definizione agli atti delle domande/posizioni in attesa di valutazione sanitaria di prima istanza/aggravamento (dove le commissioni mediche INPS operano in convenzione con le regioni) o di revisione di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità.

Il servizio consente alle commissioni mediche INPS di snellire il procedimento di verifica sanitaria in ottemperanza alla nuova norma vigente (articolo 29-ter, decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76); di agevolare l’accertamento nei casi di pazienti particolarmente gravi per i quali il recarsi a visita diretta potrebbe essere particolarmente disagevole; di implementare una modalità accertativa, prevista da specifica norma, che tenga conto dell’attuale contesto pandemico.

Naturalmente, qualora la documentazione trasmessa non sia sufficiente o non permetta una completa valutazione, sarà la Commessione medica a convocare a visita l’interessato.

Un grandissimo passo avanti.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends