LiberoReporter

Truffa Dpi a Protezione Civile Lazio, sei persone ai domiciliari




Una truffa ai danni della Protezione Civile del Lazio e altre imprese nella fornitura dei dispositivi di protezione individuali. E’ quanto hanno scoperto i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto, che hanno eseguito un’ordinanza di cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di sei persone con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alle truffe per le forniture di dispositivi di protezione individuale alla Protezione Civile del Lazio e di altre imprese, al riciclaggio e all’autoriciclaggio. Sequestrato a scopo preventivo il provento illecito, pari a circa 4 milioni di euro.

Da quanto emerso nelle indagini, nelle fasi più critiche della prima ondata pandemica, una società jonica, che fa capo a uno degli indagati, si era proposta di fornire Dpi all’Ente Protezione Civile Lazio necessari per far fronte al rischio di contagio. La società fino al mese di marzo 2020 era attiva soltanto nel settore del commercio di integratori alimentari, poi ha cominciato a occuparsi di dispositivi di protezione individuale. Secondo quanto accertato dalla Guardia di finanza di Taranto la società ha, dapprima, fornito documenti rilasciati da enti che non rientrano tra gli organismi deputati a rilasciare la specifica attestazione e, successivamente, per superare le criticità emerse durante le procedure di sdoganamento della merce proveniente da Cina e Turchia, ha prodotto falsi certificati di conformità.

Le indagini, condotte anche con il supporto del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria e dell’Unità di Informazione Finanziaria (Uif), hanno permesso di bloccare il pagamento a saldo dell’intera fornitura da parte della Protezione Civile, pari a circa 25 milioni di euro. I proventi conseguiti illecitamente sono stati riciclati e autoriciclati dagli indagati per alimentare altre condotte delittuose, anche attraverso il trasferimento dei fondi su conti esteri.

Il provvedimento cautelare, emesso dal gip del Tribunale di Taranto Benedetto Ruberto, su proposta del procuratore aggiunto della Repubblica Maurizio Carbone e del sostituto procuratore Antonio Natale, ha disposto sei ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari per i reati di associazione per delinquere, truffa aggravata, falso, vendita di prodotti industriali con segni mendaci, frodi nelle pubbliche forniture, riciclaggio e autoriciclaggio. Inoltre, è stato disposto il sequestro dei proventi illeciti sino alla concorrenza dell’importo complessivo di circa 4 milioni di euro.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Israele: Hamas attacca in più punti, Netanyahu “Pagherete a caro prezzo”


Scontro sempre più duro tra Israele e Hamas, con tensione sempre più alta. A Tel Aviv sirene d'allarme ed esplosioni. Una...
Read More
Israele: Hamas attacca in più punti, Netanyahu “Pagherete a caro prezzo”

Vaticano: inchiesta procura Roma, Gianluigi Torzi arrestato a Londra


E' stato arrestato a Londra, a quanto apprende l'Adnkronos, Gianluigi Torzi, il banker molisano indagato dalla magistratura vaticana nell'inchiesta sul...
Read More
Vaticano: inchiesta procura Roma, Gianluigi Torzi arrestato a Londra

David Donatello 2021 a Sophia Loren come miglior attrice protagonista


David di Donatello 2021, ecco tutti i protagonisti della 66esima edizione. La cerimonia, trasmessa in diretta su Rai1, è stata...
Read More
David Donatello 2021 a Sophia Loren come miglior attrice protagonista

Manchester City campione d’Inghilterra senza giocare


Il Manchester City è campione d’Inghilterra per la settima volta nella sua storia. La squadra di Pep Guardiola vince il...
Read More
Manchester City campione d’Inghilterra senza giocare

Pescherecci Mazara, “presi a sassate e speronati da barche turche”


L'armatore Giacalone all'Adnkronos: "Siamo rovinati, non possiamo andare avanti così, le istituzioni si diano da fare" "Il mio peschereccio è...
Read More
Pescherecci Mazara, “presi a sassate e speronati da barche turche”

Coprifuoco Italia e riaperture, decisioni settimana prossima


Coprifuoco in Italia e possibili nuove riaperture: la cabina di regia non si terrà questa settimana. A quanto apprende l'Adnkronos,...
Read More
Coprifuoco Italia e riaperture, decisioni settimana prossima

Davigo: “Amara? Per procura Milano era attendibile”


Amara "sarà anche stato screditato ma fino a quel momento, e anche dopo, la Procura di Milano lo ha ritenuto...
Read More
Davigo: “Amara? Per procura Milano era attendibile”

Terrorismo, Corte d’Appello Milano: prescritta pena per Bergamin


La corte d'Assise di Milano ha dichiarato l'estinzione della pena per prescrizione per Luigi Bergamin, il terrorista costituitosi in Francia...
Read More
Terrorismo, Corte d’Appello Milano: prescritta pena per Bergamin
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends