LiberoReporter

Iran: Amnesty, appello per sospendere imminente esecuzione ricercatore Djalali




(AUDIO LETTURA DELL’ARTICOLO PER IPO E NON VEDENTI NEL PLAYER IN BASSO) – Amnesty International ha appreso con sgomento la notizia del trasferimento in isolamento, in vista dell’imminente esecuzione, del ricercatore irano-svedese in Medicina dei disastri Ahmadreza Djalali.

“La notizia è orribile: le autorità iraniane intendono eseguire la condanna a morte di Djalali entro una settimana. Nonostante i ripetuti appelli degli esperti delle Nazioni Unite per l’annullamento della condanna a morte e la scarcerazione, si va avanti verso questo irreversibile atto di ingiustizia.

Chiediamo al governo iraniano di fermarsi e agli stati della comunità internazionale di intervenire attraverso le loro ambasciate a Teheran”, ha dichiarato Diana Eltahawy, vicedirettrice per il Medio Oriente e l’Africa del Nord di Amnesty International.

Djalali è stato condannato a morte nell’ottobre 2017, dopo un processo clamorosamente iniquo celebrato dalla Sezione 15 del Tribunale rivoluzionario di Teheran, per “corruzione in Terra”.

Il tribunale si è basato essenzialmente su “confessioni” estorte con la tortura quando Djajali, arrestato nell’aprile 2016, era detenuto in isolamento senza avere accesso a un avvocato. Durante gli interrogatori, lo hanno minacciato di morte e lo hanno terrorizzato dicendogli che avrebbero ucciso i figli residenti in Svezia e la madre che vive in Iran.

In una lettera trapelata dalla prigione di Evin nell’agosto 2017, Djalali ha denunciato che era stato arrestato solo perché aveva rifiutato di utilizzare le sue relazioni accademiche con le istituzioni europee per fare la spia in favore dell’Iran.

Il 17 dicembre 2017, una tv di stato iraniano ha mandato in onda una “confessione” di Djalali con una voce in sottofondo che lo presentava come una “spia”.

Per due volte, dal dicembre 2017, i suoi avvocati hanno invano chiesto una revisione giudiziaria del processo.

Al contrario, il 9 dicembre 2018 hanno appreso che la prima sezione della Corte suprema aveva approvato la condanna a morte senza neanche consentire di presentare una memoria difensiva.

Nel novembre 2017 il Gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulle detenzioni arbitrarie ha chiesto la scarcerazione di Djalali in quanto era stato arrestato senza mandato di cattura, era stato ufficialmente incriminato dopo 10 mesi dall’arresto ed era stato “concretamente privato dell’esercizio di contestare la legalità della sua detenzione”.

(AUDIO PER IPO E NON VEDENTI)

LE ULTIME NOTIZIE

Valanga in Alta Val Camonica: muore ragazzo di 20 anni

Valanga in Alta Val Camonica: muore ragazzo di 20 anni

E' stato estratto vivo dalla valanga che ha travolto un gruppo di persone che stavano passando in motoslitta in una zona del comune...
Leggi tutto
Serie A: biancocelesti vincono in rimonta, Lazio-Sassuolo 2-1

Serie A: biancocelesti vincono in rimonta, Lazio-Sassuolo 2-1

La Lazio vince in rimonta 2-1 contro il Sassuolo all'Olimpico e così facendo aggancia il Napoli che oggi è stato sconfitto dal Verona...
Leggi tutto
Meloni: “Accampano scuse per non andare al voto ma elezioni via maestra”

Meloni: “Accampano scuse per non andare al voto ma elezioni via maestra”

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni spara a zero contro l'attuale maggioranza: usano "bugie" pur di non andare al voto. Per il...
Leggi tutto
Castel Volturno: incendio in appartamento, un morto

Castel Volturno: incendio in appartamento, un morto

Un uomo è morto nell'incendio divampato in due appartamenti nel tardo pomeriggio di ieri a Castel Volturno, in provincia di Caserta. Si tratta...
Leggi tutto
Governo: Di Maio, se non c’è soluzione in 48 ore si andrà verso voto

Governo: Di Maio, se non c’è soluzione in 48 ore si andrà verso voto

Ospite di "Mezz'ora in più", il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ha dichiarato che i tempi sono ormai stretti e che se...
Leggi tutto
Covid Gb, oltre 33mila contagi e 1.348 morti nelle ultime 24 ore

Covid Gb, oltre 33mila contagi e 1.348 morti nelle ultime 24 ore

Numeri da record per il Coronavirus in Gb. Da ieri i contagi sono stati 33.552 e 1.348 i decessi. Entrambi i dati sono...
Leggi tutto
Covid: 11.629 contagi e 299 morti, bollettino per regioni 24 gennaio

Covid: 11.629 contagi e 299 morti, bollettino per regioni 24 gennaio

Sono 11.629 i contagi da coronavirus in Italia resi noti oggi, 24 gennaio, secondo i dati del bollettino della Protezione Civile pubblicato sul...
Leggi tutto
Serie A: la Juve batte il Bologna 2-0, Arthur e McKennie i marcartori

Serie A: la Juve batte il Bologna 2-0, Arthur e McKennie i marcartori

La Juventus con 2 reti a 0 batte il Bologna di Mihajlovic e si stabilizza a 36 punti insieme all'Atalanta di Gasperini, reduce...
Leggi tutto
loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends