Connect with us

Published

on

La transizione energetica passa anche per l’efficientamento delle case. Ma a che punto sono gli italiani sul fronte delle case green? Secondo un’indagine di Altroconsumo, gli italiani conoscono poco i propri consumi energetici e meno della metà ha fatto interventi per migliorare l’isolamento termico di casa.

Dall’indagine (svolta a maggio-giugno 2023 su un campione di 1.166 italiani distribuiti come la popolazione generale per età, 25-79 anni, sesso, livello d’istruzione e area geografica) sul grado di conoscenza della transizione energetica e sulle intenzioni degli italiani di rendere le proprie abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico emerge che il 33% del campione vive in un edificio costruito prima degli anni ’70, il 50% in una casa edificata tra gli anni ’70 e gli anni ’90 e solo il 17% in una costruita a partire dal 2000, quindi 1 persona 3 vive in abitazioni che hanno più di 50 anni.

Inoltre, solo il 19% del campione è a conoscenza della classe energetica della propria abitazione e soltanto il 29% sa quanta elettricità consuma in un anno. Ancora meno, ovvero il 25%, conosce almeno approssimativamente i propri consumi di gas. In generale, meno della metà del campione ritiene di avere un buon isolamento domestico. Solo il 50% ritiene che il tetto di casa sia ben isolato, ancora meno diffuso risulta il buon isolamento di pareti (42%), finestre (40%) e pavimenti (38%).

Il primo ostacolo verso una transizione green per gli intervistati è di tipo economico. Il 72% del campione riferisce che, a causa dell’investimento iniziale che comporta, il cambiamento aumenterà le disuguaglianze sociali. In più, secondo il 68% del campione, gli incentivi del governo italiano per le soluzioni ad alta efficienza energetica sono troppo bassi per convincere i consumatori a cambiare.

Inoltre, il 77% ritiene che il governo sia poco chiaro sui tempi di attesa per gli incentivi legati all’efficientamento energetico e sulle procedure necessarie per richiederli. Chi ha beneficiato di incentivi fiscali per soluzioni ad alta efficienza energetica ha dovuto attendere in media 13 mesi da quando ha presentato richiesta, il 19% ha dovuto attendere più di un anno mentre il 34% li ha ricevuti entro sei mesi dalla richiesta.

Nonostante le difficoltà, non tutti hanno rinunciato a ristrutturare casa in ottica green. Il 43% ha già fatto qualche intervento per migliorare l’isolamento dell’abitazione e il 23% ha già installato qualche dispositivo per migliorare l’efficienza energetica, tra i tanti disponibili.

LE ULTIME NOTIZIE

Tempo invernale in arrivo: Freddo e neve sul weekend in Italia
Le previsioni meteo indicano un repentino cambiamento delle condizioni atmosferiche in Italia, con temperature in calo e la possibilità di...
Read More
Taylor Swift sorprende i fans con un doppio album
La popstar vincitrice del Grammy, Taylor Swift, sorprende i fan con un doppio album solo due ore dopo l’uscita del...
Read More
Israele risponde all’attacco iraniano di domenica scorsa
Isfahan presa di mira: le reazioni all'attacco israeliano contro l'Iran Israele ha lanciato un attacco contro l'Iran, in risposta all'offensiva...
Read More
Stati Uniti contrari alla richiesta palestinese di adesione piena all’ONU
Il Consiglio di Sicurezza boccia la richiesta palestinese di diventare membro a pieno titolo delle Nazioni Unite, con veto degli...
Read More
Fiorentina in Conferenze, Roma e Atalanta in Europa League avanzano alle semifinali
Sono tre le italiane che si guadagnando un posto meritato nelle semifinali in Europa La Fiorentina si qualifica per le...
Read More
Presentato il Diario “Una vita senza inverno” per sensibilizzare sulla Cad
Un'iniziativa volta a diffondere conoscenza e sensibilizzare sulle sfide affrontate dai pazienti affetti da anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi...
Read More
Disordini alla Sapienza: 32 persone denunciate dalla Polizia di Stato
32 persone denunciate per i disordini alla Sapienza: "La protesta è sbagliata", dichiara il ministro dell'Istruzione La Polizia di Stato...
Read More
Casier: bimbo di un anno e mezzo investito mortalmente dall’auto del padre
Tragedia a Casier, Treviso: Il piccolo Matteo muore investito dall'auto del padre mentre giocava con un pallone Una terribile tragedia...
Read More

(AdnKronos)

I libri più venduti su Amazon

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza