LiberoReporter

Dalla ricarica alle app, come si viaggia in auto elettrica in Ue

Una fotografia della mobilità green in alcuni Paesi dell’Unione Europea, scattata attraverso dei viaggi in auto elettrica lungo le strade di Italia, Spagna, Portogallo e Belgio. I viaggi, realizzati tra ottobre e gennaio, fanno parte di un progetto finanziato dalla European Climate Foundation, il cui obiettivo era appunto quello di capire quali fossero gli ostacoli alla mobilità elettrica presenti in più Paesi.


Altroconsumo, che per l’Italia ha condotto un viaggio, dal nord al centro Italia, fa il punto sui risultati di questo esperimento on the road. In particolare, i viaggi nei Paesi Ue hanno messo in luce alcuni aspetti da migliorare per sfruttare a pieno le potenzialità di una mobilità green.

Primo punto: ricarica domestica. Secondo il resoconto dell’organizzazione dei consumatori, “il miglior modo di utilizzare un’auto elettrica è caricarla quando è parcheggiata a lungo“. A tale scopo sarebbe utile “promuovere e semplificare l’installazione di punti di ricarica privati negli edifici esistenti e in quelli nuovi dando, ad esempio, accesso a fondi pubblici per installare colonnine private o condivise negli edifici”.

Per quanto riguarda l’infrastruttura pubblica, la “principale criticità è il tempo necessario per la ricarica, che spesso è troppo lungo“. “Le colonnine di ricarica più comuni impiegano dalle 2 alle 6 volte in più per ricaricare l’auto rispetto alle colonnine ad alta potenza – spiega Altroconsumo – Queste ultime sono ancora troppo poche: solo il 7% circa delle colonnine hanno una potenza superiore ai 42 kW. C’è bisogno di più colonnine di ricarica rapida anche in città”.

Quanto ai dispositivi di ricarica lungo le autostrade, queste vie di comunicazione come le altre strade importanti “dovrebbero essere munite di colonnine per ricarica rapida in ogni area di servizio”. E le nuove colonnine dovrebbero avere una “potenza di ricarica superiore ai 50 kW e possibilmente supportare anche ricariche ultra-rapide a 150 kW”.

Lasciando, poi, “le strade principali e percorrendo strade secondarie, ci si imbatte spesso in situazioni di scarsa presenza di colonnine. Nessuna zona deve essere tagliata fuori e non è accettabile che ci siano più di 50 km fra una colonnina e la successiva“.

Altra richiesta: “un’unica tessera per tutte le colonnine e i fornitori“. Spesso, infatti, “i consumatori sono costretti a creare account con due, tre o più fornitori per essere sicuri di poter utilizzare tutte le colonnine che fanno parte dell’infrastruttura nazionale”. Su questo punto, il Portogallo rappresenta “un’eccezione positiva dal momento che offre un sistema di pagamento universale: i consumatori possono registrarsi al fornitore e usare un’unica tessera ad ogni colonnina”.

I pagamenti, poi, dovrebbero essere “pratici e semplici in ogni Paese d’Europa” ed eseguibili anche con “metodi tradizionali, come carte di credito o bancomat, o contanti”.

Sul fronte delle tariffe, conclude Altroconsumo, “devono essere garantite informazioni chiare” mentre per le applicazioni “serve una maggiore interoperabilità, in modo che l’utente non sia costretto a utilizzare più app per poter accedere a informazioni chiare e precise relative a tutte le colonnine presenti sul territorio”.

LE ULTIME NOTIZIE

Dazn, ‘chi ha avuto disservizio riceverà un mese gratis in aggiunta all’abbonamento’


"In relazione a quanto accaduto nel corso delle partite delle 18.30 del 23 settembre, Dazn conferma che tutti i clienti...
Read More
Dazn, ‘chi ha avuto disservizio riceverà un mese gratis in aggiunta all’abbonamento’

Test salivari rapidi in alcuni ambiti ma non validi per Green Pass


Green pass e tamponi, novità sui test salivari molecolari. In Italia possono essere usati "nell’ambito di attività di screening in...
Read More
Test salivari rapidi in alcuni ambiti ma non validi per Green Pass

I fenomeni economici del momento


Sono diversi i settori commerciali che negli ultimi anni hanno fatto registrare dei numeri significativi in termini di vendite e,...
Read More
I fenomeni economici del momento

Covid: ok test salivari molecolari per scuole, Rsa e sanitari


Covid in Italia, i test salivari molecolari possono essere usati "nell’ambito di attività di screening in bambini coinvolti nel Piano...
Read More
Covid: ok test salivari molecolari per scuole, Rsa e sanitari

Minacce a Toti, denunciato 36enne no vax


“Io ti sbudello!”, “Se ti becco ti do tante di quelle mazzate…”, “Quante botte ti darei…”. Era questo il tenore...
Read More
Minacce a Toti, denunciato 36enne no vax

Alitalia, manifestanti bloccano autostrada Roma-Fiumicino: traffico in tilt


Traffico in tilt a Fiumicino, dove stanno manifestando i lavoratori di Alitalia che hanno bloccato le strade adiacenti all'autostrada Roma-...
Read More
Alitalia, manifestanti bloccano autostrada Roma-Fiumicino: traffico in tilt

Park Litter, 6 rifiuti ogni metro quadrato monitorato in 48 parchi urbani


Oltre 32mila, esattamente 32.937, rifiuti raccolti e catalogati nei 53 transetti eseguiti in 48 parchi urbani di 27 città (Ancona,...
Read More

Meteo: le previsioni del weekend, tra pioggia al nord e caldo al sud


< div> L'ormai imminente fine settimana vedrà ancora una volta l'Italia spaccata in due sul fronte meteorologico: da una parte...
Read More
Meteo: le previsioni del weekend, tra pioggia al nord e caldo al sud
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends