Connect with us

Published

on

Sul vaccino AstraZeneca e la decisione di sospendere la somministrazione agli ‘under 60’ “la Germania non si sta comportando correttamente”. Questo il commento di Guido Rasi, ex direttore dell’Ema, ospite di ‘Buongiorno’ a Sky Tg24. “La decisione – dice – dovrebbe farla prendere all’Ema. Non è possibile che la Germania prenda decisioni che non discuto nel merito, anche se sarebbe meglio condividessero di più. E soprattutto dovrebbero anticipare ogni singolo caso all’Ema discutendolo lì”.

“Se c’è un vero segnale, è giusto che lo dicano al tutta l’Europa – ribadisce Rasi – se non c’è un vero segnale l’Ema tranquillizza anche loro. Pur non essendo un ematologo, mi sembra che i grandi numeri continuano a non convincere che ci sia una relazione diretta con il vaccino. Si sono innamorati di una teoria, ma i numeri non sembrano dargli ragione. E guarda caso, questi casi sono tutti in Germania. Non mi sembra che stiano facendo una buona cosa né in termini di comunicazione né per loro stessi. Per ora noi facciamo bene a somministrare AstraZeneca anche agli under 60″, sottolinea.

“Con 18-20 milioni di vaccinati le cose cambiano, sono assolutamente d’accordo”. Con questi numeri si iniziano a sentire “effetti notevoli. Soprattutto se si sono vaccinate le persone fragili, come mi sembra si stia orientando la campagna adesso, si riduce la pressione sugli ospedali e il numero delle vittime. E poi molto cautamente e con delle misure aggiuntive, si possono iniziare ad aprire parecchie attività”, il quadro tracciato da Rasi.

Sui controlli in Italia, continua, “più che troppo permissivi, lo siamo stati in modo incoerente e soprattutto non si sono messe in atto tutte quelle azioni di contenimento, imponendo il rispetto delle regole. Perché le chiusure sono già pesanti così”.

“E poi abbiamo sottovalutato la forza di trasmissione della variante inglese, che ci era stata ampiamente stata anticipata. Bisogna rinforzare le misure e farle rispettare – rimarca Rasi – quando non c’è un apparato massiccio di controllo, è chiaro che le misure diventano meno efficaci. La maggior parte della gente è responsabile, però bastano pochi gruppi non responsabili. E’ mancato un vero miglioramento del trasporto, che è stato il vero punto critico della nostra pandemia”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Kawah Ijen: turista cinese muore cadendo nel cratere mentre scatta un selfie


Una donna di 31 anni cade accidentalmente nel cratere del vulcano mentre tenta di scattare una foto a bordo vulcano...
Read More
Kawah Ijen: turista cinese muore cadendo nel cratere mentre scatta un selfie

Tribunale Torino: condanna Balocco per pratica commerciale scorretta sul Pandoro griffato Ferragni


Il Tribunale di Torino accoglie il ricorso del Codacons e condanna Balocco per aver ingannato i consumatori sulla campagna benefica...
Read More
Tribunale Torino: condanna Balocco per pratica commerciale scorretta sul Pandoro griffato Ferragni

Inchiesta Beccaria Milano: violenze nei confronti dei detenuti, 21 Agenti Coinvolti


Magistrati denunciano un sistema consolidato di violenze e maltrattamenti da parte di agenti penitenziari contro i detenuti minorili presso l'istituto...
Read More
Inchiesta Beccaria Milano: violenze nei confronti dei detenuti, 21 Agenti Coinvolti

Russia: arrestato il vice ministro della Difesa Ivanov per Corruzione


Timur Vadimovich Ivanov è stato arrestato con l’accusa di corruzione In una mossa che ha scosso le alte sfere del...
Read More
Russia: arrestato il vice ministro della Difesa Ivanov per Corruzione

Oklahoma City: 5 persone trovate morti, si indaga per omicidio


La polizia di Oklahoma City indaga sulla morte di cinque persone, di cui almeno due bambini, in circostanze sospette In...
Read More
Oklahoma City: 5 persone trovate morti, si indaga per omicidio

Milano: 3 giovani in carcere per aggressione e furto di un Rolex


La polizia di Milano arresta tre individui per rapina aggravata e lesioni contro un tabaccaio, con il furto di un...
Read More
Milano: 3 giovani in carcere per aggressione e furto di un Rolex

Iran: Raisi minaccia Israele, “Se ci attaccano non rimarrà niente di loro”


Presidente iraniano avverte su possibile attacco israeliano a Iran: "Improbabile che rimarrà qualcosa dello Stato Ebraico" Durante un intervento all'università...
Read More
Iran: Raisi minaccia Israele, “Se ci attaccano non rimarrà niente di loro”

Ue: nuovo patto stabilità approvato da Parlamento


La votazione sulla riforma del patto di stabilità al Parlamento Europeo evidenzia divisioni tra gli eurodeputati italiani Il Parlamento Europeo...
Read More
Ue: nuovo patto  stabilità approvato da Parlamento

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza