0

Ambiente

trattativa all’impasse su decarbonizzazione, Cingolani e Kerry mediano

Trattativa impantanata sulla decarbonizzazione in questo inizio di seconda giornata dei lavori del G20, dedicata ai temi più spinosi della ministeriale napoletana dedicata ad ambiente, clima ed energia. E c’è un dialogo stretto tra il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani e l’inviato del Presidente Usa sul Clima John Kerry per uscire dall’impasse. I lavori riprenderanno alle 14 quando, a quanto si apprende da fonti ministeriali, il ministro Cingolani vorrà riuniti tutti i ministri, non solo i capi delegazione, nel tentativo di trovare la difficile quadra.


Dopo la giornata di ieri sostanzialmente dedicata ai temi più ambientali, sul tavolo della ministeriale di oggi sono arrivate le questioni più complicate, ovvero quelle che riguardano il clima e la transizione energetica. E se l’accordo sul Communiqué di ieri, quello di taglio più ambientale, è stato sì discusso fino all’ultimo secondo ma poi approvato in tutti i suoi punti, lo stesso ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani ha ammesso che ora arrivano i punti più difficili di questo G20, e sono sostanzialmente due: il contenimento della temperatura e la necessità di accelerare sulla decarbonizzazione in questa decade.

“Dobbiamo essere estremamente convinti, tutti quanti, che dobbiamo tenere l’incremento della temperatura sotto 1,5°C per la metà del secolo, non 2 o 2,5 perché anche quello fa una differenza enorme dal punto di vista del cambiamento climatico. Su questo c’è una discussione in queste ore”, ha detto ieri sera Cingolani incontrando la stampa dopo l’adozione del Communiqué Ambiente. “In un documento in cui dobbiamo mettere d’accordo economie basate sul petrolio ed economie che invertiranno la curva, sì, ma al 2060, dire che tutto va giocato in questa decade è complicato e insieme con la questione del contenimento della temperatura compone un bel puzzle che deve essere negoziato – ha detto Cingolani – Ci sono Paesi che hanno problemi su questi target, come i Paesi Arabi, in parte la Cina, la Russia e i Paesi emergenti, ma non escluderei che continuando la discussione si possa trovare la sintesi“.

Si delinea un’asse Italia-Usa

Più rinnovabili e azioni “molto ambiziose” in questa decade per arrivare a bloccare la temperatura a 1,5°C, l’ambizione massima degli Stati Uniti che si sono detti a fianco dell’Italia per convincere gli altri Paesi, oggi e soprattutto in vista della Cop, di cui il G20 rappresenta il “banco di prova”. Questo il contenuto dell’incontro bilaterale di ieri mattina tra il ministro Roberto Cingolani e l’inviato del Presidente Usa per il clima John Kerry (secondo incontro dopo quello avvenuto a Roma in piena scrittura Pnrr).

Rinnovabili protagoniste, nonostante la complicazione dovuta al fatto che diventa necessario lavorare sulla stabilità delle rete: su questo ci sarebbe un “accordo perfetto” tra Italia e Usa. Per quanto riguarda l’impegno nel sostenere i Paesi più poveri, un punto su cui insiste molto il ministro Cingolani, l’Italia ha intenzione di aumentare i fondi per la cooperazione e questo sarà un tema di cui si parlerà anche in occasione della Cop: anche su questo “c’è intesa”.

di Stefania Marignetti

LE ULTIME NOTIZIE

Real Time Uragano Ian: colpita la Florida, ecco dove si trova


Dopo essersi abbattuto su Cuba, lasciando l'Isola completamente senza energia elettrica e uccidendo 2 persone, l'uragano Ian si è diretto...
Read More
Real Time Uragano Ian: colpita la Florida, ecco dove si trova

La pesante impronta di carbonio delle case automobilistiche


Secondo uno studio della ONG ambientalista Transport & Environment, le emissioni di anidride carbonica prodotte da un'automobile nel corso della...
Read More

Sorgenia-Banco di Desio, insieme per accompagnare Pmi nella transizione


Sorgenia e Banco di Desio e della Brianza Spa hanno siglato un accordo per incrementare presso le piccole e medie...
Read More

Aborto, Donzelli: “Fratelli d’Italia vuole rafforzare legge 194”


“Siamo pienamente convinti che si debba attuare la legge 194, ma in consiglio regionale, in Liguria, Fratelli d’Italia voleva parlare...
Read More
Aborto, Donzelli: “Fratelli d’Italia vuole rafforzare legge 194”

Cina, Xi Jinping riappare in pubblico: cancellate voci di colpo di Stato


Il leader cinese Xi Jinping ha fatto la sua prima apparizione pubblica da quando è tornato da un vertice in...
Read More
Cina, Xi Jinping riappare in pubblico: cancellate voci di colpo di Stato

Siena, anziana trovata morta in casa: si indaga per omicidio


Si indaga per omicidio dopo la scoperta del cadavere di una donna di 81 anni in un'abitazione a Siena avvenuta...
Read More
Siena, anziana trovata morta in casa: si indaga per omicidio

Una specie di uccelli su 2 in declino, una su 8 a rischio estinzione


Quasi la metà delle specie di uccelli selvatici nel mondo è in declino e una su otto è a rischio...
Read More

Ucraina, Russia nega di aver chiesto estradizione cittadini in fuga


Il ministero della Difesa di Mosca ha negato le notizie secondo cui funzionari russi avrebbero chiesto ai governi di Georgia,...
Read More
Ucraina, Russia nega di aver chiesto estradizione cittadini in fuga

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends