LiberoReporter

Addio a Paola Pigni, la leggenda dell’atletica aveva 75 anni




E’ morta Paola Pigni. La leggenda dell’atletica italiana aveva 75 anni. La mezzofondista milanese ha scritto una delle pagine più importanti dell’atletica leggera nazionale con la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Monaco di Baviera del 1972 nei 1500 metri piani.

A ricordare la leggendaria mezzofondista la Fidal con un comunicato. “Atleta tra le più rappresentative del mezzofondo azzurro, aveva vestito per 33 volte la maglia della nazionale ed era stata anche primatista del mondo dei 1500 nel 1969. Profondo il cordoglio del presidente della Fidal Stefano Mei, del Consiglio federale e di tutta l’atletica italiana. Nata a Milano il 30 dicembre 1945, ha iniziato come velocista (12.9 nei 100 e 27.0 nei 200 a 16 anni), salendo poi fino ad accasarsi di preferenza nei 1500 metri. Non esita però ad esplorare il fondo, avventurandosi perfino nella maratona, corsa a Roma il 31 dicembre del 1971 (la San Silvestro del Cus Roma) in 3h00:43”.

“Nella Notturna di Milano del 1969 porta a 4:12.4 il record mondiale dei 1500 metri dopo aver superato sul passo l’olandese Maria Gommers (4:15.0) -ricorda la Federazione italiana di atletica-. Sono tempi di rapida evoluzione per il mezzofondo femminile e più tardi, nella stessa stagione, ai campionati Europei di Atene, pur migliorandosi ulteriormente con 4:12.0, deve accontentarsi del terzo posto dietro Jaroslava Jehlicková (4:10.7, nuovo record del mondo) e la stessa Gommers (4:11.9). Lo stesso fenomeno, e in forma ancor più eclatante, si verifica ai Giochi olimpici del 1972 a Monaco: pur migliorando il suo record italiano tre volte nel giro di cinque giorni (4:09.53 in batteria, 4:07.83 in semifinale e 4:02.85 in finale), nella gara decisiva finisce ancora terza, dietro la russa Lyudmila Bragina (4:01.38, nuovo record del mondo) e la tedesca dell’Est Gunhild Hoffmeister (4:02.83)”.

“Eccezionali i suoi titoli nel cross, nel 1970 a Vichy (quando era ancora Cross delle Nazioni), i due trionfi mondiali nel 1973 a Waregem e nel 1974 a Monza. Allenata dal marito Bruno Cacchi, tesserata in successione con il Circolo Giuliano Dalmata, con lo Sport Club Italia e con la Snia, vincitrice di 19 titoli nazionali, dai 400 ai 3000 e nel cross, e dei Giochi del Mediterraneo del 1975, ha detenuto anche i primati italiani di numerose altre distanze: 400 metri con 54.2 (1966); 800 metri con 2:01.98 (1975); 1 miglio con 4:29.5 (1973), a suo tempo record mondiale; 3000 metri con 8:56.6 (1973); 5000 metri con 15:53.6 (1969); 10.000 metri con 35:30.5 (1970) e 33:39.0 in gara ufficiosa nel 1972”; conclude la nota della Fidal.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Euro2020: Germania agli ottavi con Francia e Portogallo


La Germania pareggia 2-2 con l'Ungheria, si salva e si qualifica agli ottavi di Euro 2020. Il girone F promuove...
Read More
Euro2020: Germania agli ottavi con Francia e Portogallo

Origine Covid, scienziato recupera dati Wuhan cancellati: ecco cosa ha scoperto


"L'origine e la diffusione precoce di Sars-CoV-2 rimangono avvolte nel mistero". Esordisce così lo scienziato Jesse D. Bloom del Fred...
Read More
Origine Covid, scienziato recupera dati Wuhan cancellati: ecco cosa ha scoperto

Ddl Zan-Vaticano, ecco la nota della Santa Sede: Lega e FdI, “Stoppiamolo”


Ddl Zan, ecco il testo integrale della nota verbale con la quale la Segreteria di Stato del Vaticano ha chiesto...
Read More
Ddl Zan-Vaticano, ecco la nota della Santa Sede: Lega e FdI, “Stoppiamolo”

Treviso, donna uccisa sul Piave: si costituisce un uomo


Un uomo si è costituito nella stazione dei Carabinieri di Valdobbiadene, poco distante da Moriago della Battaglia dove lungo le...
Read More
Treviso, donna uccisa sul Piave: si costituisce un uomo

Covid Cuba oggi, 2mila contagi in un giorno


Cuba ha superato per la prima volta i 2mila contagi di Covid in un giorno. L'ultimo bollettino registra 2.055 nuovi...
Read More
Covid Cuba oggi, 2mila contagi in un giorno

Euro 2020, Svezia e Spagna agli ottavi di finale


Euro 2020, Svezia e Spagna conquistano gli ottavi di finale battendo rispettivamente la Polonia e la Slovacchia La Svezia si...
Read More
Euro 2020, Svezia e Spagna agli ottavi di finale

per gli italiani è un modello di sviluppo


Sostenibilità: il 38% degli italiani associa la parola a un modello di sviluppo, il 35% la riconduce alla tutela dell’ambiente,...
Read More

“La sostenibilità sia visione di lungo periodo o resta slogan”


"Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dà al Paese l’opportunità e le risorse economiche per realizzare uno Stato più...
Read More
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends