LiberoReporter

Meteo: l’anticiclone la fa da padrone, nebbia e smog pesantissimo al nord

ANOMALO ANTICICLONE CON QUALCHE INSIDIA NEI PROSSIMI GIORNI – L’anticiclone che va rinforzandosi ed espandendosi dall’Europa sudoccidentale verso il Mediterraneo centrale e l’Italia si mostrerà piuttosto robusto e sarà in grado di limitare i danni provocati dal passaggio di un blando fronte di origine atlantica atteso nella giornata di venerdì su parte delle nostre regioni. Tanto che dopo il suo transito tornerà a rinforzarsi anche più di prima, rendendo di fatto stabili i prossimi giorni sulla quasi totalità d’Italia, ad eccezione di qualche isolato disturbo su parte del Sud e delle isole maggiori provocato da una saccatura di bassa pressione di matrice nord africana.

NEBBIA E INQUINANTI ALLE STELLE AL NORD, LIMITAZIONI ALLE AUTO – Quando regimi anticiclonici così lunghi dominano sul nostro Continente nel mezzo della stagione invernale le conseguenze sono sempre le stesse. A farne le spese per primo è il Nord Italia, soggetto alla formazione di nebbie estese che in alcuni casi possono persistere anche nelle ore diurne. Insieme alle nebbie la stasi anticiclonica e l’assenza di vento impediscono il rimescolamento dell’aria e le sostanze inquinanti trovano terreno fertile concentrandosi sui grandi centri urbani. Lo smog raggiunge elevate concentrazioni, costringendo le amministrazioni comunali ad imporre drastiche limitazioni al traffico cittadino dalla discutibile efficacia.

INVERNO ASSENTE, FREDDO E GHIACCIO SOLO NELLE AREE NEBBIOSE, MITE ALTROVE 

In questa situazione anticiclonica il grande assente è l’inverno. Solo su pianure e fondovalle il clima può farci credere di essere inverno, a causa delle marcate inversioni termiche che vengono a crearsi in situazioni anticicloniche invernali che permettono di raggiungere temperature anche inferiori allo zero, come sta avvenendo in questi giorni in Val Padana e su alcune aree del centro. Ma è solo un’illusione, poiché poche centinaia di metri al di sopra dello strato di inversione il clima è molto più mite, tanto che in montagna si può beneficiare di giornate soleggiate con temperature ben al di sopra della norma, spesso più alte che in città.

QUANTO DURERA’ – Gli anticicloni invernali possono durare molto a lungo e le proiezioni a medio-lungo termine non lasciano ancora intravedere una concreta possibilità di inversione di tendenza. Ci porteremo dietro l’anticiclone con tutte le sue conseguenze almeno fino a metà mese, poi la tendenza si fa nebulosa e risulta ad oggi difficile intuire se potranno tornare le benefiche piogge.

(fonte e dati: 3bmeteo.com)

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends