LiberoReporter

Usa: Alabama vota Sì a legge per castrazione chimica

Il governatore dell’Alabama, la repubblicana Kay Ivey, ha posto la sua firma sulla legge per la castrazione chimica di coloro che sono stati condannati per reati a sfondo sessuale contro minori. Il provvedimento, diventato dunque legge, prevede che un mese prima della scarcerazione, di coloro che sono finiti in carcere per reati per violenza sessuale contro i minori di 13 anni, inizi la castrazione chimica, cioè  “Una somministrazione di farmaci che riducono, inibiscono e bloccano la produzione di testosterone, ormoni o altre sostanze chimiche”, con l’intento di fermare l’impulso e l’interesse sessuale, rendendo quindi impossibile compiere atti sessuali. Chi non si sottopone o già sottoposto a somministrazione decide di non ricevere più il trattamento, sarà costretto a rimanere o a tornare in carcere, in quest’ultimo caso come se avesse violato la libertà condizionale. Entrambe le camere del Parlamento dello Stato americano avevano approvato la legge, che ora con la firma del governatore Ivey, diventa esecutiva.

 

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends