LiberoReporter

Bomba Lione: altri due arresti, sono madre e fratello dell’uomo già fermato

Aggiornamento ore 14 – Bomba a Lione 27 maggio. Sono stato fermati anche il fratello e la madre, dell’uomo di 24 anni già arrestato dalla Gendarmeria francese per l’attentato di giorno 24 maggio a Lione in Francia. 

Aggiornamento 10.30 – Bomba a Lione 27 maggio. Il ministro degli interni francese, ha comunicato che nell’ambito dell’inchiesta sull’attentato dinamitardo avvenuto a Lione il 24 maggio scorso, è stato fermato dalla gendarmeria francese un uomo, su cui erano caduti da subito i sospetti degli inquirenti, riconosciuto grazie ai fotogrammi recuperati dalle varie telecamere poste vicino alla scena del crimine, che lo ritraevano mentre depositava una busta poco prima dell’esplosione. Le persone rimaste ferite in quell’attentato sono state undici.

Bomba Lione: inquirenti, trovato tracce esplosivo già usato da Isis

La notizia della prima ora – Secondo le prime indagini, gli inquirenti hanno dichiarato che nella bomba esplosa ieri a Lione, sono state rinvenute tracce di perossido di acetone. Il Tatp è un tipo di esplosivo che lo Stato islamico ha già usato in altri attentati rivendicati da Isis, anche in Francia ed esattamente negli attentati di Parigi del 13 novembre 2015. Le indagini sono condotte dalla Procura antiterrorismo della capitale francese, ed è caccia all’attentatore, i cui movimenti sono stati ricostruiti attraverso le telecamere della zona. Al momento comunque non è arrivata alcuna rivendicazione.
La polizia ha pubblicato alcune immagini del sospettato: è un uomo di circa una trentina d’anni, vestito con una camicia verde scuro e un paio di bermuda. Per quel che concerne le 11 persone rimaste ferite, sono tutti comunque in buone condizioni.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends