LiberoReporter

Dalle emissioni ai rifiuti in plastica, 27 progetti per cameo

Cibi nutrizionalmente bilanciati, zero emissioni di CO2, riduzione degli sprechi alimentari e dei rifiuti in plastica. Sono solo alcuni dei 27 progetti su cui Cameo si impegna in un orizzonte di lungo termine. L’azienda alimentare specializzata in torte, budini e pizze, presente in Italia da oltre 80 anni e conosciuta nel resto del mondo come Dr. Oetker, dichiara da oggi, in 40 Paesi, il proprio impegno pubblicando la Carta della Sostenibilità con obiettivi a favore del buon cibo, dell’ambiente e delle persone.


“Come azienda alimentare, siamo consci della nostra particolare responsabilità verso le persone e l’ambiente – afferma Alberto de Stasio, direttore generale di cameo – Con l’implementazione della Carta della Sostenibilità, promuoviamo uno stile di vita consapevole per i nostri consumatori, assicuriamo condizioni di lavoro eque e sostenibili lungo l’intera filiera produttiva e, allo stesso tempo, minimizziamo la nostra impronta ambientale. cameo rimane quindi coerente con la sua natura: realizzare prodotti di qualità per offrire esperienze di gusto sostenibili ai suoi consumatori tramite prodotti adatti ai nuovi stili di vita”.

La Carta della Sostenibilità cameo è stata introdotta ai collaboratori di tutti i 40 Paesi già nel 2020 come frutto di un lavoro partecipato e integrato. Si articola in 27 progetti tutti pensati per perseguire gli obiettivi di sostenibilità in essa espressi, strutturati in tre diverse dimensioni: Our food (il nostro cibo), Our world (il nostro Pianeta), Our Company (la nostra azienda). “Our food” esprime l’impegno di offrire ai consumatori la possibilità di condurre uno stile di vita sano e sostenibile. In quest’ottica, cameo continua a lavorare per rendere sempre più salutari i suoi prodotti, ottimizzandone i profili nutrizionali, anche attraverso la riduzione di sale, zucchero e grassi fino al 20% entro il 2025, e sviluppandone di nuovi, nella stessa direzione.

“Our World” raggruppa tutte le attività attraverso le quali cameo si impegna per la società e l’ambiente in cui opera. L’azienda ha già raggiunto la neutralità climatica del proprio stabilimento di Desenzano del Garda e si impegna, entro il 2025, a minimizzare ulteriormente la propria impronta ambientale riducendo gli sprechi alimentari del 25% e usando il 100% di materiali riciclabili per gli imballaggi. Ha avviato inoltre una serie di progetti per rendere sostenibile la propria filiera produttiva, sia a livello sociale che ecologico: alla certificazione già consolidata del cacao si aggiungerà quella di altre importanti materie prime come la vaniglia, entro il 2023. E, più in generale, entro il 2025 è fissato il raggiungimento dell’ambizioso obiettivo di acquistare materie prime a impatto zero sulla deforestazione.

“Our Company” è la dimensione che interessa direttamente tutti i collaboratori di cameo e sostiene progetti che garantiscono l’uguaglianza, promuovono la diversità, confermando una cultura aziendale consolidata nella quale le persone sono poste al centro. L’attenzione che cameo attribuisce alla sicurezza sul posto di lavoro si traduce in un rigoroso sistema di gestione, certificato ormai da anni secondo gli standard internazionali della norma Iso 45001 (già Ohsas 18001).

“La Carta della Sostenibilità – afferma Federica Ferrari, Executive Manager Corporate Communication cameo – è la nostra risposta agli sviluppi sociali che pongono al centro questioni come la tutela del clima, il benessere degli animali e la diversità. Le nostre azioni riflettono anche il grande mutamento degli stili di vita dei consumatori per i quali un’alimentazione consapevole e sostenibile sta diventando sempre più importante”.

LE ULTIME NOTIZIE

Covid, “ora colpisce più intestino”


"Ultimamente stiamo osservando, nei casi Covid, un maggior coinvolgimento dell'apparato gastroenterico con la diarrea come sintomo più significativo, ma possono...
Read More
Covid, “ora colpisce più intestino”

Von der Leyen su Erdogan-Michel: “Mi sono sentita sola”


Ursula von der Leyen si è sentita "sola" come "presidente", come "donna" e come "europea" martedì scorso ad Ankara, quando...
Read More
Von der Leyen su Erdogan-Michel: “Mi sono sentita sola”

Vaccino Johnson & Johnson, stop Usa. Cosa cambia per Italia


Vaccino Johnson & Johnson sospeso negli Stati Uniti per casi di trombosi. L'Italia ha accolto le prime 184mila dosi del...
Read More
Vaccino Johnson & Johnson, stop Usa. Cosa cambia per Italia

Meteo: torna l’inverno, pioggia e gelate in arrivo. Ecco dove


Stiamo vivendo un periodo caratterizzato da una spiccata instabilità sul nostro Paese. Aria polare sta invadendo molte nazioni europee generando...
Read More
Meteo: torna l’inverno, pioggia e gelate in arrivo. Ecco dove

Fukushima: Tokyo ha deciso, l’acqua contaminata finirà in mare


L'acqua radioattiva proveniente da Fukushima sarà riversata nell'Oceano. E' quanto ha deciso il governo, nonostante la netta opposizione dell'opinione pubblica,...
Read More
Fukushima: Tokyo ha deciso, l’acqua contaminata finirà in mare

Champions: Psg in semifinale, non basta al Bayern Monaco la vittoria 0-1


Il Bayern Monaco campione del mondo e d’Europa supera a Parigi 1-0 il Psg ma non basta per rimontare il...
Read More
Champions: Psg in semifinale, non basta al Bayern Monaco la vittoria 0-1

Palù: “AstraZeneca? Il richiamo è sicuro”


"Siamo in guerra contro un nemico terribile, non possiamo ragionare come se vivessimo nella normalità". In un'intervista al 'Corriere della...
Read More

No Tav, scontri in Val Susa per lavori nuovo aeroporto


È andato in scena nella notte lo sgombero del presidio No Tav nell'ex autoporto di San Didero, a Torino. Statale...
Read More
No Tav, scontri in Val Susa per lavori nuovo aeroporto
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends