LiberoReporter

Maltempo: frane ed esondazioni un po’ ovunque, non cambia il meteo

AGGIORNAMENTO. MALTEMPO TOSCANA, FRANE ED ESONDAZIONI – Continua a piovere in Toscana con numerose criticità idrogeologiche a causa dei terreni saturi. Caduti nelle ultime 24 ore altri 60mm su Maremma interna, Amiata, 30-40mm sul Livornese, Follonica, Metallifere, mentre la quota neve si è alzata sull’Appennino per i venti di Scirocco. Frane e smottamenti tra grossetano e senese con fiumi in nuova crescita e numerosi disagi. Nelle prossime ore ancora piogge e rovesci che tenderanno però a concentrasi sulla parte Nord della regione, attenuandosi sulla parte centro-meridionale in serata. Tuttavia domani ennesimo impulso instabile con nuovi rovesci e temporali a macchia di leopardo, meno diffusi rispetto ad oggi, tra pomeriggio e sera, dopo una mattinata in prevalenza asciutta con aperture. Per maggiori dettagli consultate la sezione meteo Toscana.

FORTI PIOGGE E TEMPORALI NEL LAZIO – Il maltempo non risparmia il Lazio e colpisce soprattutto il settore centro-settentrionale ed in particolare il Viterbese. Sulla costa si sono avuti forti temporali e una tromba marina è stata avvistata davanti al litorale di Tarquinia. Non si registrano danni.

ALLAGAMENTI IN LIGURIA – Condizioni di forte maltempo si sono ulteriormente intensificate nel pomeriggio in Liguria sul Genovese, dove gli accumuli sfiorano localmente i 160mm nelle ultime 24 ore. Si registrano allagamenti in alcune zone della città mentre continua a crescere il livello dei corsi d’acqua, in particolare del Bisagno e del Fereggiano, sotto stretta osservazione.

AGGIORNAMENTO ORE 11,30. PIOGGE INTENSE IN LIGURIA – Forti piogge continuano senza sosta ad interessare buona parte della Liguria, in particolare il Genovese, con accumuli pluviometrici che sull’entroterra di Levante raggiungono i 120mm. Sale il livello dei corsi d’acqua ma ancora entro i livelli di guardia e la situazione rimane pertanto sotto controllo.

ALLAGAMENTI NELL’ALESSANDRINO – Le forti piogge che sconfinano dalla Liguria coinvolgono il Piemonte e si concentrano soprattutto sull’Alessandrino, dove gli accumuli pluviometrici da inizio perturbazione raggiungono localmente i 90mm. Si registrano allagamenti a Spinetta Marengo, recentemente interessata dall’alluvione. Cresce il livello dei corsi d’acqua anche in Piemonte, tra cui Orba e Curone che rimangono comunque sotto i livelli di guardia, ma sono esondati alcuni rii secondari come il Calvenza, a Castelnuovo Scrivia (AL).

SICILIA, ALLAGAMENTI ANCHE A LICATA – Il ramo meridionale della perturbazione che sta interessando buona parte d’Italia sta agendo anche all’estremo Sud impegnando la Sicilia con rovesci e temporali che si scaricano in particolare sul litorale meridionale e zone adiacenti. Allagamenti segnalati a Licata dove gli intensi fenomeni del mattino hanno accumulato fino a 50mm di acqua.

AGGIORNAMENTO ORE 9. MALTEMPO, PIOGGE INTENSE AL CENTRO-NORD, TEMPORALI AL SUD – È in corso la nuova annunciata perturbazione che ha raggiunto da ovest l’Italia nella giornata di lunedì e sta dando luogo a condizioni di maltempo su molte regioni. Piogge diffuse ed intense interessano infatti il Nord e gran parte del Centro, in particolare le aree tirreniche, oltre a tratti della Sardegna e l’alta Campania. Fenomeni intensi e continui coinvolgono Liguria e Val Padana con accumuli pluviometrici da lunedì fino a 140mm sul Genovese, circa 100mm in Piemonte sull’Alessandrino. Coinvolto da fenomeni battenti il Triveneto con accumuli pluviometrici che dalla mezzanotte superano i 40mm sulla zona di Udine. Al Sud temporali hanno raggiunto la Sicilia, in particolare l’Agrigentino.

FORTE MALTEMPO IN LIGURIA – La situazione peggiore riguarda la Liguria dove le precipitazioni sono molto intense e gli accumuli pluviometrici raggiungono i 140mm nella zona di Arenzano, mentre forti rovesci continuano a giungere dal mare verso la costa centrale della regione. La Protezione Civile ha emesso un’allerta arancione valida fino alle ore 15 di oggi, martedì. Intanto sull’entroterra le precipitazioni si trasformano in neve.

NEVE SU ALPI, IN COLLINA TRA PIEMONTE E LIGURIA – Nevica sull’entroterra genovese e su quello savonese dai 500m circa sull’entroterra genovese, 1300/1400m su quello spezzino. Accumuli di neve fresca fino a 30/40cm sul Monte Beigua. Sull’arco alpino la quota neve oscilla intorno ai 1000/1300m, ma a quote più basse su Dolomiti e Tarvisiano così come sul Cuneese. In questo caso i fiocchi si sono spinti fino a 400m sul Moregalese, circa 50cm di neve fresca a 1800m sulle valli cuneesi. Per la tendenza per i prossimi giorni clicca qui.

METEO PROSSIME ORE. Al Nord giornata di maltempo con piogge diffuse più intense in Liguria e a ridosso delle Alpi, più deboli su Imperiese e Romagna e in esaurimento entro sera sulle coste adriatiche. Neve sulle Alpi dai 1000/1300m, in rialzo in serata. Al Centro perturbato sul versante tirrenico con piogge diffuse e temporali tra Toscana e alto Lazio, piogge diffuse in Sardegna in attenuazione, più asciutto sull’Adriatico salvo qualche piovasco al mattino sulle Marche. Al Sud qualche rovescio o temporale in estensione dalla Sicilia a Calabria e Salento in giornata, qualche piovasco in arrivo anche su Campania e alta Puglia tra pomeriggio e sera. Venti tesi o forti da sudest, da nordest sul Mar Ligure, da nordovest sul Mar di Sardegna. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

(fonte e dati: 3bmeteo.com)

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends