LiberoReporter

Iraq, Kirkuk: militari italiani feriti, Isis rivendica

Aggiornamento – 11 novembre, L’Isis rivendica l’attentato di ieri a un convoglio italiano, che ha ferito gravemente 4 nostri soldati, e lo ha fatto attraverso un comunicato diffuso tramite l’agenzia di propaganda Amaq: “Con l’aiuto di Allah, soldati del Califfato hanno colpito un veicolo con a bordo esponenti della coalizione internazionale crociata in zona di Kifri, causando la sua distruzione e ferendo quattro crociati e quattro apostati”, questo parte del comunicato diffuso dall’Isis.

Cinque nostri militari, sono rimasti feriti a seguito dell’esplosione di un ordigno artigianale, mentre si trovavano nella zona di Kirkuk, nel nord dell’Iraq, dove sono parte di una pattuglia interforze “Prima Parthica”, che sta addestrando militari iracheni e curdi. La deflagrazione li ha colti di sorpresa, mentre avevano appena finito di pattugliare a piedi una zona e stavano rientrando nei loro mezzi, motivo per il quale tre di loro sono in gravi condizioni, non in pericolo di vita, ma due dei nostri militari hanno dovuto subire un intervento d’amputazione di parte della gamba. I nostri soldati sono stati evacuati dalla zona grazie ad alcuni elicotteri delle forze Usa e trasportati in ospedale.  Le famiglie, riferisce lo Stato Maggiore della Difesa, sono state informate.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends