0

Flash

Parità uomo-donna nel linguaggio istituzionale, il Senato dice no




No alla parità di genere e al linguaggio inclusivo nel Regolamento del Senato. In aula a palazzo Madama, dove si sta discutendo la riforma del Regolamento del Senato a seguito della revisione costituzionale concernente la riduzione del numero dei parlamentari, l’emendamento presentato dalla senatrice Alessandra Maiorino non ha raggiunto la maggioranza richiesta per essere approvato. Nello scrutinio segreto, hanno votato a favore 152 senatori, non sufficienti per raggiungere la maggioranza assoluta richiesta.

L’emendamento, intitolato “Disposizioni per l’utilizzo di un linguaggio inclusivo”, prevedeva, all’articolo 1, che il Consiglio di presidenza stabilisse “i criteri generali affinché nella comunicazione istituzionale e nell’attività dell’Amministrazione sia assicurato il rispetto della distinzione di genere nel linguaggio attraverso l’adozione di formule e terminologie che prevedano la presenza di ambedue i generi attraverso le relative distinzioni morfologiche, ovvero evitando l’utilizzo di un unico genere nell’identificazione di funzioni e ruoli, nel rispetto del principio della parità tra uomini e donne”.

M5S: “Occasione persa, emerge misoginia occulta”

“Al Senato oggi si è persa una grande occasione per rendere inclusivo e paritario il linguaggio istituzionale”, affermano in una nota le parlamentari e i parlamentari del MoVimento 5 stelle del Gruppo Pari Opportunità. “Fdi lo ha ritenuto una questione ‘etica e di coscienza’, chiedendo il voto segreto che la presidente Casellati ha prontamente concesso. È evidente la misoginia di chi ha votato contro rifiutando l’utilizzo del femminile e confermando così – sottolineano – l’imposizione del solo maschile. Una vergogna a cui si dovrà porre rimedio nella prossima legislatura”.

“Eppure – continuano – l’emendamento non imponeva nessun obbligo ma apriva alla possibilità di scelta, che oggi non esiste in quanto nelle comunicazioni formali, nelle relazioni illustrative dei disegni di legge e nel Regolamento è prescritto solo il maschile. È triste constatare ancora una volta che gli italiani sono molto più avanti delle istituzioni che dovrebbero rappresentarli sul tema della parità di genere”, concludono.

LE ULTIME NOTIZIE

Elisabetta, certificato del decesso: la regina è morta di vecchiaia

E' morta di vecchiaia la regina Elisabetta, la sovrana più longeva della Gran Bretagna. Lo si legge sul suo certificato...
Read More
Elisabetta, certificato del decesso: la regina è morta di vecchiaia

Senza precedenti lo scioglimento dei ghiacciai svizzeri

I ghiacciai svizzeri si stanno sciogliendo come mai prima d'ora. E’ quanto emerge da uno studio che ha rilevato un...
Read More

MotoGP: la straordinaria stagione di Bagnaia e Bastianini

Il Motomondiale si sta avviando lentamente verso la conclusione. Anche questa stagione si è rivelata piuttosto scoppiettante, ma il verdetto...
Read More
MotoGP: la straordinaria stagione di Bagnaia e Bastianini

Gli ambientalisti latinoamericani rischiano la vita

Secondo un report del gruppo Global Witness, l'anno scorso sono stati uccisi più ambientalisti in America Latina che in qualsiasi...
Read More

Elezioni Brasile, Bolsonaro: “Voto con maglia Selecao o militari nei seggi”

A pochi giorni dalle elezioni in Brasile, è ormai guerra aperta per la maglia della nazionale di calcio, giallo e...
Read More
Elezioni Brasile, Bolsonaro: “Voto con maglia Selecao o militari nei seggi”

Mascherine obbligatorie in ospedali e Rsa, verso proroga in serata

Dovrebbe arrivare in serata il provvedimento di proroga per l'obbligo delle mascherine in ospedali, strutture sanitarie e Rsa. A quanto...
Read More
Mascherine obbligatorie in ospedali e Rsa, verso proroga in serata

Cipro in campo per il ripopolamento dei grifoni

Cipro ha liberato otto grifoni, nel tentativo di incrementare una popolazione un tempo fiorente e ora criticamente minacciata dall'avvelenamento. Negli...
Read More

Roma, prof taglia ciocca capelli a studentessa iraniana senza suo consenso

Rischia una sanzione disciplinare il prof che ha tagliato una ciocca di capelli a una studentessa di origini iraniane esortandola...
Read More
Roma, prof taglia ciocca capelli a studentessa iraniana senza suo consenso

(AdnKronos)

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends