LiberoReporter

Coronavirus: mascherine, quali tipi e funzioni… Istruzioni per l’uso

Mascherine di comunità, ovvero monouso o lavabili, ma anche auto-prodotte, in materiali multistrato. Sono queste le protezioni per naso e bocca che, in base al Dpcm del 26 aprile, possono essere utilizzate, e devono esserlo nei luoghi chiusi o quando, pur all’aperto, non si possa mantenere il distanziamento fisico. Ma sull’uso corretto delle mascherine ci sono ancora molti dubbi e sono ancora molte le persone che le indossano in modo sbagliato. Per questo l’Istituto Superiore di Sanità ha risposto, in un focus sul suo sito, a una serie di ‘domande frequenti’ e pubblicato delle istruzioni per il ‘prima, durante e dopo’ l’uso.

Lavarsi le mani e toccare solo gli elastici

Prima di indossare la mascherina – raccomanda l’Iss – “bisogna lavare le mani con acqua e sapone per almeno 40-60 secondi o eseguire l’igiene delle mani con soluzione alcolica per almeno 20-30 secondi”. Per indossarla correttamente bisogna “toccare solo gli elastici o i legacci e avendo cura di non toccare la parte interna;  posizionare correttamente la mascherina facendo aderire il ferretto superiore al naso e portandola sotto il mento, accertandosi di averla indossata nel verso giusto (ad esempio nelle mascherine chirurgiche la parte colorata è quella esterna).

Durante l’uso “se si deve spostare la mascherina manipolarla sempre utilizzando gli elastici o i legacci; se si tocca si deve ripetere l’igiene delle mani;  non riporre la mascherina in tasca e non poggiarla su mobili o ripiani”. Quando si rimuove bisogna manipolarla “utilizzando sempre gli elastici o i legacci , lavare le mani con acqua e sapone o eseguire l’igiene delle mani con una soluzione alcolica”. Se è stata utilizzata una mascherina monouso, bisogna “smaltirla con i rifiuti indifferenziati”.

Mascherine riutilizzabili

Nel caso di mascherine riutilizzabili, “procedere alle operazioni di lavaggio a 60 gradi con comune detersivo o secondo le istruzioni del produttore, se disponibili; talvolta i produttori indicano anche il numero massimo di lavaggi possibili senza riduzione della performance della mascherina;  dopo avere maneggiato una mascherina usata, effettuare il lavaggio o l’igiene delle mani”.

 

 

(AdnKronos)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends