LiberoReporter

Remuzzi: “Servono almeno 500mila vaccini al giorno”




Per fare il salto di qualità nella lotta” al coronavirus “bisogna organizzarsi con almeno 500mila dosi giornaliere”. Lo sostiene Giuseppe Remuzzi, nefrologo, direttore dell’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri, in un’intervista al Corriere della Sera, precisando che “serve un’unica regia centrale. Vanno coinvolti Protezione civile ed Esercito per puntare ai grandi numeri. Non significa che i medici di base o le farmacie saranno esclusi: ogni aiuto in più è prezioso”. Quanto ai luoghi dove vaccinare, suggerisce “in grandi spazi come palestre, palazzetti dello sport, teatri che Regioni e Comuni potranno mettere a disposizione. L’Esercito può costruire in poche ore strutture mobili, come quelle utilizzate dopo un terremoto o un’alluvione”.

“In ogni struttura deve esserci un medico in grado di affrontare i rarissimi effetti collaterali gravi. Le iniezioni possono farle infermieri, ma anche specializzandi che già hanno una retribuzione. Per loro sarebbe un’esperienza formativa di cui andare fieri – prosegue Remuzzi, dicendosi favorevole alla dose singola – per ragioni tecniche e pratiche. Che sia chiaro, il richiamo va fatto, il punto è quanto presto. Le ragioni pratiche sono che abbiamo pochi farmaci: se immunizziamo tutti gli over 80 con tutti i prodotti disponibili togliamo subito la pressione sugli ospedali, tagliando l’80% dei pazienti in terapia intensiva e abbattendo i decessi. Per ragioni tecniche perché tutti i vaccini approvati funzionano nelle cose che contano: evitano la malattia grave e la morte”.

Il medico è favorevole ad estendere la vaccinazione con AstraZeneca anche agli over 80: “Un lavoro appena pubblicato in Scozia che ha studiato 5,4 milioni di persone – riferisce – ha evidenziato che la prima dose Pfizer è stata associata a un’efficacia dell’85%, mentre la prima dose di AstraZeneca a un’efficacia del 94% tra i 28 e i 34 giorni dopo la somministrazione, anche in chi ha più di 80 anni con patologie come obesità, diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari o precedenti malattie respiratorie che sappiamo espongono a maggior rischio di morte”.

Quanto ai dati pubblicati dal ‘Nejm’, che indicano che il vaccino Pfizer protegge dalla malattia al 57% con prima dose e al 94% con seconda dose, Remuzzi risponde che “noi siamo abituati a discutere come se l’efficacia del 90% fosse la normalità, ma non è così. Guardiamo al vaccino contro l’influenza che protegge in media del 50%: tutti quelli che si vaccinano, anche se si ammalano, sono protetti dalle forme gravi. I dati scozzesi ci indicano una protezione di almeno un mese, ma se guardiamo gli studi che si sono susseguiti su quanto dura l’immunità dei guariti da Covid-19 possiamo stimare una media di sei mesi. Improbabile che un vaccino protegga per un tempo inferiore. Per essere prudenti dimezziamo e arriviamo a fare un richiamo dopo tre mesi. Per AstraZeneca è già così. Vaccini Moderna ce ne sono pochi. Johnson&Johnson è monodose. Il problema si pone con Pfizer, ma quando arriveranno abbondanti dosi come promesso potremo tornare al protocollo originale che prevede la doppia dose”.

Arriverà in Italia Sputnik? “Ne abbiamo bisogno – afferma – credo che i documenti arriveranno presto all’Ema (l’Agenzia europea per i medicinali, ndr). L’efficacia di Sputnik sfiora il 94% e la sicurezza la vediamo con l’alto numero di vaccinati in tutto il mondo. Va fatta l’analisi di conformità delle strutture produttive tenendo conto che gli ispettori non possono pretendere che un vaccino prodotto in Russia o in Cina sia creato da macchine con marchio Ce. Quando il prodotto sarà validato dall’Ema mi auguro che Aifa (l’Agenzia italiana per il farmaco) arrivi all’approvazione in pochi giorni. Dobbiamo entrare nell’ordine di idee di produrre vaccini a mRna, tecnologia versatile che ci servirà anche per preparati oncologici, ma in brevi tempi è irrealizzabile. Mi immagino un unico progetto europeo in cui ognuno mette a disposizione le competenze e le strutture produttive per farci trovare preparati di fronte a nuove epidemie”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Sindaco Roma: sondaggio, centrodestra con Michetti in vantaggio su Gualtieri


Secondo un sondaggio commissionato da Azione a Swg e riportato dal Corriere della Sera, alle prossime amministrative a Roma il...
Read More
Sindaco Roma: sondaggio, centrodestra con Michetti in vantaggio su Gualtieri

Arese (Mi), uccide la moglie a coltellate


Un uomo ha ucciso la moglie a coltellate al culmine di un litigio. E' accaduto ad Arese, in provincia di...
Read More
Arese (Mi), uccide la moglie a coltellate

Omicidio Desiree, 16enne uccisa nel 2018 a Roma. Oggi la sentenza


E’ attesa per oggi, a oltre due anni e mezzo di distanza dai fatti, la sentenza del processo per la...
Read More
Omicidio Desiree, 16enne uccisa nel 2018 a Roma. Oggi la sentenza

Iran: presidenziali, “Raisi in testa con 17,8 milioni di voti”


Arrivano i primi risultati delle elezioni presidenziali di ieri in Iran. I dati iniziali del ministero degli Interni, riporta l'agenzia...
Read More
Iran: presidenziali, “Raisi in testa con 17,8 milioni di voti”

Green pass Italia, basterà prima dose vaccino per averlo?


Per avere il green pass covid basta la prima dose di vaccino o servirà anche la seconda? Alle domande canoniche...
Read More
Green pass Italia, basterà prima dose vaccino per averlo?

Mascherine all’aperto, in Italia dibattito su obbligo o meno


Quando cadrà l'obbligo delle mascherine all'aperto? In Italia al momento una data ancora non c'è. Ieri il premier Mario Draghi,...
Read More
Mascherine all’aperto, in Italia dibattito su obbligo o meno

Richiamo Astrazeneca a under 60? Via libera con ok del medico


Il richiamo con AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni? Con un parere medico si può fare la seconda...
Read More
Richiamo Astrazeneca a under 60? Via libera con ok del medico

Da lunedì Italia tutta in zona bianca, tranne Valle d’Aosta ancora gialla


Tutta Italia in zona bianca da lunedì 21 giugno tranne la Valle d'Aosta che resta ancora zona gialla ma senza...
Read More
Da lunedì Italia tutta in zona bianca, tranne Valle d’Aosta ancora gialla
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends