LiberoReporter

Fondo indennizzo Risparmiatori per le vittime delle banche in liquidazione coatta

Ieri 8 agosto il ministro dell’Economia ha firmato il decreto (1) che fissa i termini per la presentazione delle istanze relative al Fondo Indennizzo Risparmiatori, 1,5 miliardi che dovrebbero rimborsare le vittime delle banche poste in liquidazione coatta amministrativa dal Novembre 2018 fino al 1 Gennaio 2018 (Cassa di Risparmio di Ferrara Banca delle Marche Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza).

Registrato il decreto da parte della Corte dei Conti, ci sono 180 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto per presentare domanda. Pubblicazione che dovrebbe avvenire nel giro di pochi giorni.

Chi può fare domanda per accedere agli indennizzi ? Le persone fisiche, imprenditori individuali, anche agricoli o coltivatori diretti, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le microimprese che occupano meno di dieci persone e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro, in possesso delle azioni e delle obbligazioni subordinate delle banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018, a causa delle numerose violazioni degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza, buona fede oggettiva e trasparenza.

Aduc ci rende noto che è disponibile a supportare chi ne ha bisogno, basta contattare la sede attraverso questo link e a compilare l’apposito modulo (https://gestione.aduc.it/iniziative/firma/id/14) per ricevere la guida al Fondo Indennizzo Risparmiatori e non appena saranno aperte le iscrizioni invieranno tutti i dettagli per poter compilare la domanda dietro loro assistenza.

L’inoltro della domanda è relativamente semplice e molti risparmiatori potranno scegliere di compilarla autonomamente. Qui lo specifico sito web del ministero: https://fondoindennizzorisparmiatori.consap.it/

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends