Connect with us

Published

on

Severa la Banca Centrale Europea che ha sottolineato che il 90% delle grandi banche dell’Unione Europea non riesce a adeguare le proprie attività alla decarbonizzazione dell’economia. A prevederlo sono gli accordi di Parigi.

Nel report ‘Rischi derivanti dal disallineamento dei finanziamenti bancari con gli obiettivi climatici dell’Ue” è emerso che il problema della gestione dei rischi climatici e ambientali riguarda gli istituti di maggior dimensione.

“Da anni – scrive Frank Elderson, membro del cda della Bce – la Banca centrale europea spinge le banche a tenere conto delle considerazioni climatiche nel modo in cui valutano il rischio, ma gli istituti di credito non hanno prestato ascolto ai suoi avvertimenti e alle minacce di requisiti patrimoniali aggiuntivi”.

Ma perché è così importante considerare i rischi climatici, ambientali e di transizione ecologica? Scopriamolo insieme.

Gli accordi di Parigi

Con il termine ‘Accordi di Parigi’ si intende il trattato internazionale stipulato tra gli Stati membri della convenzione quadro delle Nazioni Uniti. L’oggetto del trattato era il cambiamento climatico e la riduzione di emissioni di gas serra. Era il 2015 e quell’accordo fu definito storico per l’impegno degli Stati verso un fenomeno che non poteva più aspettare: il rischio di un aumento della temperatura globale verso la soglia dei 2°C.

Gli ultimi dati dell’Intergovernmental Panel on Climate Change vede addirittura un aumento previsto verso i 3°C. Perché questo problema interessa le banche?

L’impegno delle banche

A spiegare perché l’aumento della temperatura globale interessi anche le banche è Elderson che in merito ha affermato: “Più a lungo aspettiamo per trasformare la nostra economia, più dirompente sarà la transizione e maggiori saranno i rischi che si materializzeranno nei bilanci delle banche. È quindi fondamentale che le banche identifichino, misurino e, soprattutto, gestiscano i rischi di transizione, proprio come fanno per qualsiasi altro rischio materiale”.

Alle aziende è stato quindi richiesto di adeguare i propri livelli di consumo e produzione di Co2 a quelli che sono dei tassi stabiliti dall’Unione europea nel ‘Fit for 55’. È per questo motivo che, affidandosi a finanziamenti bancari, anche i bilanci delle banche dovrebbero essere influenzate da questa dinamica.

I rischi Esg

L’eliminazione graduale dei combustibili fossili, nel rispetto degli accordi di Parigi, potrebbe bloccare l’80% degli asset legati ai combustibili fossili. Ciò comporterà perdite, non solo finanziarie, ma anche reputazionali. “Per essere chiari: non spetta a noi supervisori dire alle banche a chi dovrebbero o non dovrebbero prestare credito – ha sottolineato Elderson -. Tuttavia, continueremo a insistere affinché le banche gestiscano attivamente i rischi man mano che l’economia si decarbonizza. E le banche non possono farlo senza essere in grado di identificare con precisione i rischi di transizione e il modo in cui evolvono nel tempo”.

Quantificare i rischi

La Bce, a tal proposito, ha pensato ad una “valutazione dell’allineamento”. Si tratta di una metodologia in fase di sviluppo da parte delle autorità di regolamentazione e vigilanza che misura i rischi di transizione confrontando i volumi di produzione previsti nei settori economici chiave con il tasso di cambiamento richiesto per raggiungere determinati obiettivi climatici.

La valutazione dell’allineamento può essere uno strumento prezioso per identificare e quantificare quali clienti affrontano i maggiori rischi di transizione.

Mentre alcune banche impiegano strumenti di pianificazione alla transizione, altre hanno già iniziato a gestire i rischi attraverso il coinvolgimento attivo dei clienti e offrendo prodotti finanziari di transizione.

LE ULTIME NOTIZIE

USA chiariscono: nessun sostegno a un attacco israeliano all’Iran
In seguito agli attacchi iraniani, il presidente Biden ha confermato la non partecipazione degli USA in un’eventuale offensiva israeliana contro...
Read More
LIVE attacco Iran a Israele: droni e missili verso stato ebraico, 99% intercettato
AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE Ore 9:00 - Successo dell'IDF nell'intercettare il 99% dei missili e dei droni lanciati contro Israele....
Read More
Polemica tra Fedez e Massimo Gramellini: parole al vetriolo tra i due
Le parole tra il rapper e il cronista sul caso della cover di Berlusconi e non solo La controversia innescata...
Read More
Israele: è allerta totale, tutto pronto per contrastare attacco Iran
Israele vara nuove regole di sicurezza mentre l'esercito si prepara a contrastare una presunta azione di Teheran. Consultazioni anche negli...
Read More
Valencia 2024, i piani eco-sostenibili della Capitale Verde Europea
Nel 2024 Valencia brilla sotto i riflettori internazionali come la Capitale Verde Europea, un titolo che non solo onora la...
Read More
Tennis: Sinner sconfitto da Tsitsipas in semifinale a Montecarlo
L'azzurro subisce la seconda sconfitta del 2024 contro il greco Tsitsipas in un match combattuto Jannik Sinner, attuale numero 2...
Read More
Fisco: semplificazioni dichiarazione redditi e nuove modalità presentazione 730
L'Agenzia delle Entrate annuncia importanti novità per la dichiarazione dei redditi, con la semplificazione del modello 730 e l'introduzione di...
Read More
Iran: sequestrata nave legata a Israele nei pressi Stretto di Hormuz
I Pasdaran iraniani sequestrano un mercantile portoghese legato a Israele, alimentando le tensioni già alte tra Teheran e lo Stato...
Read More

(AdnKronos)

I libri più venduti su Amazon

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza