Connect with us

Salute

Scoperto ‘interruttore’ che fa avanzare Alzheimer



Un ‘clic’ e tutto cambia. C’è un interruttore che accende il meccanismo che contribuisce alla progressione della malattia di Alzheimer. A scoprirlo un team internazionale di scienziati, composto anche da ricercatori italiani. Gli esperti hanno acceso i riflettori su un peptide antimicrobico umano – LL-37 – che dà il via a un processo che ha un ruolo non da poco: attiva la proteina CLIC1 causando iperattivazione microgliale, neuroinfiammazione ed eccitotossicità. Il peptide, spiegano gli autori di uno studio pubblicato su ‘Molecular Psychiatry’, causa fenotipi patologici significativi legati all’Alzheimer tra cui l’aumento della beta-amiloide, la formazione di grovigli neurofibrillari, morte neuronale, atrofia cerebrale, allargamento dei ventricoli cerebrali e la compromissione della plasticità sinaptica. Tutto ciò porta ad un progressivo deficit cognitivo.

La scoperta candida LL-37 a diventare un possibile bersaglio terapeutico, spiegano i ricercatori dell’università Statale di Milano che, in collaborazione con l’Istituto di Zoologia di Kunming (Cina), hanno contribuito all’individuazione del peptide antimicrobico umano.

Il gruppo di ricerca tricolore, coordinato da Michele Mazzanti, aveva già condotto studi precedenti dimostrando che la proteina Clic1, modificando la sua localizzazione dal citoplasma alla membrana cellulare nelle cellule del sistema immunitario del cervello, contribuisce all’insorgenza e alla progressione della malattia di Alzheimer. Ma fino ad oggi i meccanismi di formazione e di attivazione di Clic1 in questa funzione restavano sconosciuti.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno scoperto che a promuovere il processo è LL-37. Il blocco dell’interazione tra LL-37 e Clic1 inibisce tutti questi fenotipi. “La proteina Clic1, una volta inserita nella membrana cellulare, ha una fondamentale funzione nell’attivazione delle cellule immunitarie che avviene durante i fenomeni di infiammazione cronica e in particolare quelli che interessano il sistema nervoso centrale come nel caso della malattia di Alzheimer – spiega Mazzanti – Il peptide LL-37 favorendo la migrazione della proteina Clic1 in membrana può essere considerato un promotore del processo neurodegenerativo. Impedire al peptide di svolgere la sua funzione o inibire direttamente la proteina localizzata nella membrana potrebbe essere una strategia farmacologica per rallentare o addirittura bloccare la progressione del processo neurodegenerativo”, conclude il professore ordinario di Fisiologia al Dipartimento di bioscienze della Statale.

LE ULTIME NOTIZIE

Moria di foche nel Mar Caspio

Le autorità della provincia russa del Daghestan hanno riferito della morte di 2.500 foche, trovate senza vita sulle coste del...
Read More

Migranti, commissaria Ue: “Maggioranza richiedenti asilo arriva in aereo”

"Il numero complessivo di arrivi irregolari nell'Ue è di circa 250mila quest'anno. Dico approssimativamente perché per alcuni confini contiamo anche...
Read More
Migranti, commissaria Ue: “Maggioranza richiedenti asilo arriva in aereo”

Stromboli osservato speciale: è allerta arancione per vulcano

Il Dipartimento della Protezione civile, nella serata di ieri, ha disposto il passaggio di allerta per il vulcano Stromboli dal...
Read More
Stromboli osservato speciale: è allerta arancione per vulcano

Ucraina, Russia colpisce città natale Zelensky

La città natale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kryvyi Rih nel sud del Paese, è stata attaccata nella notte dalle...
Read More
Ucraina, Russia colpisce città natale Zelensky

Attacchi hackers russi a siti istituzioni italiane

Aumentano in Italia gli attacchi hacker di origine russa ai siti istituzionali. Lo rivela l'Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale che...
Read More
Attacchi hackers russi a siti istituzioni italiane

Influenza: è boom di casi in Italia: ecco quali sono i sintomi

E' allarme influenza in Italia. I dati del rapporto Influnet, 762mila italiani a letto solo nell'ultima settimana, ci dicono che...
Read More
Influenza: è boom di casi in Italia: ecco quali sono i sintomi

Ucraina: la denuncia, lo stupro usato dai soldati come arma da guerra

Il procuratore generale di Kiev Andriy Kostin ha denunciato un ''drastico aumento'' dell'uso della violenza sessuale da parte dei soldati...
Read More
Ucraina: la denuncia, lo stupro usato dai soldati come arma da guerra

Impegno Toyota, in Europa carbon neutral entro 2040

Modelli sempre più elettrificati ma con tecnologie differenti e una gamma sempre più vicina alle diverse esigenze della clientela: il...
Read More

(AdnKronos)

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza