LiberoReporter

Albania: terremoto, nuova forte scossa e sale a 41 numero morti

Aggiornamento 29 novembre ore 6 – Trema ancora l’Albania, dove nella giornata di ieri si è registrata una nuova forte scossa, che ha avuto una magnitudo di 5,2 gradi della scala Ricther. Dal momento del sisma che ha causato crolli e morti, le scosse di cosiddette di assestamento sono state ben 75. Sale purtroppo ancora il numero delle persone che sono state vittime del movimento tellurico: al momento sono 41, mentre le squadre di soccorso, proveniente da ogni parte del mondo a sostegno delle popolazioni terremotate, tra le quali anche quelle italiane, stanno facendosi spazio tra i detriti per cercare eventuali superstiti o i corpi di chi non ce l’ha fatta. 

27 novembre ore 14,30 – Trenta i corpi recuperati a seguito del terremoto avvenuto in Albania nella zona di Durazzo. Le squadre di soccorso stanno operando il più velocemente possibile, per cercare di trovare delle persone in vita sotto i detriti delle case crollate. Più il tempo passa e più difficile è trovare vivi i dispersi.

26 novembre – ore 22 – Continua a salire il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 6,4 che questa notte ha colpito l’Albania nella zona di Durazzo. Sono ventuno le vittime, dodici delle quali sono decedute proprio nella città che sorge sulla costa Adriatica. I soccorsi continuano anche se ci sono delle grosse difficoltà a causa dell’oscurità. Nelle giornata di oggi sono 45 le persone salvate, estratte vive dai cumuli di macerie.

ore 18,45 – Sale ancora il bilancio delle vittime del terremoto avvenuto questa notte in Albania. Al momento sono diciotto le persone recuperate senza vita dalle macerie degli edifici crollati. Si continua a scavare in cerca di superstiti.

Cresce di ora in ora il numero di morti del terremoto che ha colpito questa notte l’Albania. Una forte scossa di magnitudo 6.4, che è stata registrata alle 2.54  (le 3.54 in Italia), che è stato avvertito molto nitidamente anche nel nostro paese, soprattutto in Puglia, dove in molti si sono riversati per strada per paura di eventuali crolli. Il sisma ha avuto come epicentro nelle vicinanze di Durazzo e quindi molto vicino alle coste italiane, con un ipocentro relativamente basso, 20 km, motivo per il quale la propagazione è stata maggiore.

12 i morti ma si teme bilancio possa salire

I morti al momento sono 12, ma purtroppo il bilancio è destinato a salire. Tante secondo i soccorritori, le persone ancora sotto le macerie e si sta cercando di fare in fretta per poterne salvare il maggior numero possibile. Oltre 400 i feriti già ricoverati in varie strutture ospedaliere. Crolli un po’ ovunque nelle vicinanza dell’epicentro. In Italia come dicevamo, è stata la Puglia ad avere sentito maggiormente il movimento tellurico. Successivamente si sono registrate vari scosse di assestamento le più forte delle quali hanno avuto come magnitudo 5,3 e 5,1 gradi della scala Richter. Oltre a Durazzo, le città maggiormente interessate dai crolli sono Lezha Thumane

Italia pronta a dare sostegno

L’Italia, ha detto il nostro premier Giuseppe Conte, è pronta a dare sostegno e aiuto all’Albania: squadre Usar e Vigili del fuoco, sono state autorizzate a intervenire sui luoghi del sisma, così come personale della Protezione Civile e Croce Rossa.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends