Connect with us

Salute

Long covid e sintomi, anticorpi ‘spiegano’ rischio: studio




Una “firma degli anticorpi” può aiutare a individuare i pazienti che rischiano di sviluppare il Long covid, con sintomi debilitanti che possono durare per molti mesi. E’ il risultato ottenuto dai ricercatori dell’ospedale universitario di Zurigo, in Svizzera, che hanno analizzato campioni di sangue provenienti da pazienti covid. Lo studio ha evidenziato che i livelli bassi di alcuni anticorpi sono più comuni in pazienti che hanno sviluppato la sindrome del Long Covid rispetto a soggetti infatti che sono guariti in maniera più rapida e con meno complicazioni.

I livelli degli anticorpi – abbinati all’età dei pazienti, al quadro dei sintomi evidenziati e alla presenza concomitante di asma – ha consentito ai medici di prevedere se i soggetti avrebbero avuto un rischio medio, alto o molto alto di sviluppare il Long covid. “In generale, riteniamo che i nostri risultati possano contribuire a identificare in tempi brevi i pazienti che hanno un rischio elevato di sviluppare il Long Covid. Questo agevolerà le ricerche, la comprensione e l’elaborazione di terapie mirate per il Long covid”, ha detto Onur Boyman, professor di immunologia che ha condotto la ricerca pubblicata su Nature Communication, come riferisce il Guardian.

I ricercatori hanno esaminato i casi di 175 persone risultate positive e di 40 volontari in buone condizioni di salute. Gli scienziati hanno monitorato il quadro di 134 soggetti positivi seguendoli per un anno dopo l’iniziale infezione. L’analisi dei campioni di sangue hanno mostrato che i soggetti caratterizzati da Long covid tendevano ad avere bassi livelli di anticorpi IgM e IgG3. I ricercatori hanno osservato i dati relativi agli anticorpi, una sorta di ‘firma’, e li hanno incrociati con l’età dei pazienti e l’eventuale concomitanza di asma per indicare il rischio di sviluppare il Long covid. Nel quadro complessivo, i bassi livelli di IgM e IgG3 – associati alla presenza di asma – sono sinonimo di un rischio molto elevato. Se si considerano questi indicatori si possono individuare soggetti che vanno monitorati con particolare attenzione e che, eventualmente, vanno protetti con una vaccinazione tempestiva.

Lo studio costituisce un primo passo, come osserva la professoressa Claire Steves, del King’s College di Londra. “Dobbiamo approfondire e ampliare la ricerca” per arrivare a capire “come prevenire” il Long covid.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Fisco, disegno legge delega fiscale: “raggiunto accordo”


Raggiunto l'accordo sul disegno di legge di delega fiscale. Lo riferiscono fonti della Presidenza del Consiglio al termine dell'incontro, presieduto...
Read More
Fisco, disegno legge delega fiscale: “raggiunto accordo”

Covid, Giappone riapre porte a turisti stranieri dal 10 giugno


Dal 10 giugno il Giappone riapre le sue porte ai turisti stranieri, banditi dal Paese da quando è scoppiata la...
Read More
Covid, Giappone riapre porte a turisti stranieri dal 10 giugno

La vela solare per voli più sostenibili


Aeronautica sostenibile, migliora sempre più la vela solare. Si tratta di un sistema di propulsione a basso impatto ambientale, che...
Read More
La vela solare per voli più sostenibili

Sondaggi politici: Fratelli d’Italia primo partito con il 22,2% intenzioni di voto


Fratelli d'Italia primo partito al 22,2% e salirebbe al 25 se si presentasse da solo. E' quanto emerge dal sondaggio...
Read More
Sondaggi politici: Fratelli d’Italia primo partito con il 22,2% intenzioni di voto

Greenpeace: “La Russia incassa 200 mln al giorno con il petrolio all’Ue”


Dall'inizio della guerra in Ucraina, Greenpeace è scesa in campo, anzi in mare. Una lotta di Davide contro Golia che...
Read More
Greenpeace: “La Russia incassa 200 mln al giorno con il petrolio all’Ue”

Caro bollette, vademecum per consumi estivi intelligenti


Consigli utili contro il caro bollette, per tutelare l’ambiente e contribuire a ridurre la dipendenza dal gas metano anche con...
Read More
Caro bollette, vademecum per consumi estivi intelligenti

Roma, realizzato bosco urbano di oltre 3.600 piante


Arbolia, società benefit nata per creare nuove aree verdi in Italia, ha realizzato un nuovo bosco urbano di oltre 3.600...
Read More
Roma, realizzato bosco urbano di oltre 3.600 piante

Pena di morte no ma ergastolo e zero sconti sì, la giustizia secondo gli italiani


Bocciata dalla maggioranza degli italiani la pena di morte ma sì al carcere con ergastolo a vita e zero sconti,...
Read More
Pena di morte no ma ergastolo e zero sconti sì, la giustizia secondo gli italiani

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends