LiberoReporter

Berlino: Alexei Navalny è stato avvelenato con agente nervino Novichok 

I test tossicologici realizzati sul dissidente russo Alexei Navalny, in cura presso l’ospedale Charité di Berlino a seguito del suo presunto avvelenamento, hanno permesso di identificare la prova inequivocabile di un agente nervino chimico appartenente al gruppo Novichok. Ad annunciarlo è stato il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert.

Il test è stato realizzato in uno speciale laboratorio militare della Bundeswehr, ha specificato Seibert. Navalny era stato trasferito il 22 agosto a Berlino, due giorni dopo il malore avuto durante un volo interno in Russia.

(Leggi l’articolo completo su AdnKronos)

Cos’è il Novichok

Novichok (dal russo “nuovo venuto”) è una serie di gas nervini prodotti in Unione Sovietica tra il 1970 e il 1980, ritenuti i più letali mai realizzati, con alcune varianti che sono da 3 a 10 volte più potenti del VX, anche se non è mai stato provato scientificamente. Sono “agenti nervini di quarta generazione” e fanno parte del programma sovietico “Foliant”, riguardante la creazione di nuovi insetticidi e agenti nervini nell’impianto chimico di Pavlodarsk, nell’attuale Kazakistan.

(Fonte: AdnKronos)

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends