LiberoReporter

Meteo: maltempo con forti temporali, danni e vittime

AGGIORNAMENTO ORE 17,30. La perturbazione, seppur ormai molto attenuata rispetto ad inizio giornata, distribuisce ancora piogge e rovesci a tratti temporaleschi su est Lombardia, Nordest, Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Campania. Con l’insistenza dei fenomeni anche nelle ore pomeridiane si è assistito ad un calo delle temperature massime su gran parte d’Italia e con valori che non vanno oltre i 20/22°C tra basso Veneto ed est Emilia, nonché sulle basse Marche. Fresco su bassa Toscana e alto Lazio con massime anche sotto i 20°C.

AGGIORNAMENTO ORE 15,35. Si attenuano progressivamente i fenomeni al Nordest e sulle regioni centrali, anche se ancora in atto e accompagnati da qualche temporale che prende di mira soprattutto il Lazio. Ma oltre al maltempo si segnala anche l’intensificazione dei venti occidentali che stanno spazzando Sardegna e regioni centro-meridionali peninsulari con raffiche anche di 60km/h sulla Sardegna tirrenica. Sulle coste della Campania sono in atto locali mareggiate per il vento forte che soffia dal Tirreno verso il litorale.

AGGIORNAMENTO ORE 13,15. Le intense piogge e temporali che stanno bersagliando il Lazio hanno provocato estesi allagamenti, coinvolgendo anche la Capitale. Si registrano difficoltà nei collegamenti all’interno della città a causa della chiusura di alcune stazione della Metro , tra cui quella di Roma Repubblica. Inizialmente chiusa la stazione di Cipro, ma tornata in funzione dopo qualche ora.

AGGIORNAMENTO ORE 12,45. Mentre la perturbazione insiste su Triveneto, parte dell’Emilia Romagna, regioni centrali tirreniche, Abruzzo, Campania, alta Puglia, Lucania e nord della Sardegna giunge la triste notizia della terza vittima provocata da questa pesante ondata di maltempo. Dopo quella di sabato in Alto Adige, quella della notte a Fiumicino si aggiunge un uomo di 75 anni trovato morto in Toscana ad Olmo, nell’Aretino, disperso dal pomeriggio di sabato in seguito agli intensi nubifragi.

AGGIORNAMENTO ORE 10,45. La perturbazione inizia a mollare la presa al Nordovest, dove stanno subentrando schiarite anche ampie, ma insiste su Emilia Romagna e Triveneto dove sono ancora in atto piogge e rovesci anche temporaleschi. I fenomeni risultano più intensi sul Delta del Po e sull’Appennino Emiliano nel settore modenese, con coinvolgimento anche dell’alta Toscana. Fenomeni più attenuati sul resto della regione, anche se elle ultime 24 ore gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto picchi di 220mm sull’Aretino, 170mm sul Senese, provocando ingenti danni con straripamenti e smottamenti.

Sul resto del Centro la perturbazione sta interessando Lazio, Umbria meridionale, asse Marche ed Abruzzo con temporali anche intensi ed accumuli pluviometrici che vanno ormai verso i 100mm sulle aree a nord della Provincia di Roma.Anche in questo caso si registrano dai importanti con alberi caduti, tegole scoperchiate e pali pericolanti. Oltre 150 sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco tra Roma e provincia, mentre a Casal Lumbroso, periferia della città, è crollato un muro di cinta.

AGGIORNAMENTO ORE 8. Pilotata da un vortice sulle regioni centro-settentrionali un’intensa perturbazione sta attraversando gran parte d’Italia e nella notte si è concentrata soprattutto sulle regioni centro-settentrionali. Il maltempo ha colpito duro al Nordovest tra basso Piemonte e Liguria con accumuli pluviometrici che nelle ultime 24 ore hanno raggiunto gli 80mm al confine tra Cuneese e Imperiese. Si è attenuato il maltempo sulle Alpi orientali, dopo la tragedia di sabato pomeriggio provocata da un fulmine che ha colpito e ucciso un’atleta norvegese durante la competizione del Suedtirol Ultra Skyrace. Danni in Veneto per le forti piogge di sabato: è crollata una parte del tetto del Duomo di Verona, fortunatamente senza provocare feriti.

Forte maltempo anche in Emilia Romagna con piogge e temporali che sconfinano al basso Veneto, ma è sulle regioni del Centro che si stanno avendo i fenomeni più intensi. La Toscana è bersagliata da ieri, sabato, da piogge e temporali con grandinate e nubifragi che hanno provocato pesanti allagamenti soprattutto nell’Aretino e in Valdelsa, dove si segnalano inoltre tratti di strade chiuse per alluvioni lampo, e disagi nel traffico aereo e ferroviario.

Rovesci e temporali intensi non risparmiano il resto del Centro, specie Lazio ed Abruzzo dove si registrano accumuli pluviometrici di oltre 80mm solo nella notte a nord di Roma. Tragedia nella notte a Fiumicino in via Coccia di Morto, dove una tromba d’aria ha sollevato un’automobile su cui viaggiava una donna, uccidendola. Numerosi altri danni sono stati provocati dallo stesso fenomeno in zona, a edifici, a un distributore di carburante e ad altre auto.

Il maltempo raggiunge Molise, alta Campania e nord della Sardegna, seppur con fenomeni meno intensi.

PROSSIME ORE. A parte fenomeni in attenuazione sulle Alpi confinali le piogge si esauriranno rapidamente al Nordovest dove subentreranno schiarite in avanzamento verso est. Maltempo ancora su centro-est Emilia, basso Veneto e Friuli con piogge e temporali anche forti e grandinigeni, in attenuazione solo in serata. Instabilità diffusa al Centro con piogge e temporali anche forti e localmente grandinigeni, ma tendenti ad attenuarsi in giornata in Toscana con qualche schiarita la sera sulle coste, fenomeni in attenuazione a fine giornata anche sul Lazio e successivamente sul versante adriatico. Qualche fenomeno al mattino sul nord della Sardegna, in successivo miglioramento. Al Sud piogge e qualche temporale su Campania, Molise e alta Puglia, altrove più stabile con schiarite soprattutto in Sicilia. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

(fonte e dati: 3bmeteo.com)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends