Connect with us

Published

on

Se da una parte i ragazzi italiani temono il cambiamento climatico dall’altra dimostrano di avere una scarsa consapevolezza della crisi idrica e dei comportamenti sostenibili da adottare tra le mura domestiche. A scattare la fotografia è un’indagine condotta su 5.000 studenti delle scuole superiori dalla Community Valore Acqua per l’Italia di The European House Ambrosetti, in partnership con la rete dei Licei Tred (Liceo Sperimentale per la Transizione Ecologica e Digitale) coordinata da Elis e la Fondazione dell’Associazione Nazionale Presidi E.T.S..

Ebbene, quasi 9 adolescenti italiani su 10 sono preoccupati per gli effetti del cambiamento climatico: in Emilia-Romagna, dopo il forte impatto dell’alluvione dello scorso maggio, oltre il 90% dei ragazzi teme per il proprio futuro, mentre, in generale, il cambiamento climatico crolla dal terzo al sesto posto nella classifica dei principali problemi dell’Italia. Ma tra dire il dire e il fare c’è ancora tanta strada.

Nonostante il 57% dei ragazzi che frequentano le scuole superiori dichiari di adottare comportamenti sostenibili, quasi 6 su 10 (56%) non bevono mai acqua del rubinetto, il 19% raramente, il 17% solo in modo sporadico e solo l’8,6% lo fa come abitudine quotidiana. I dati migliorano nel Centro Italia dove solo il 20% degli studenti non beve mai dal rubinetto di casa.

“Il contesto familiare ed educativo – spiega Benedetta Brioschi, Responsabile Community Valore Acqua per l’Italia The European House-Ambrosetti – è anche in questo ambito di grande importanza: quasi 9 ragazzi su 10 non bevono dal rubinetto se non lo si fa abitualmente anche a casa ed è proprio l’abitudine familiare, dopo i timori per la sicurezza dell’acqua pubblica, il secondo principale motivo che spinge i giovani a bere unicamente acqua in bottiglia”.

“Al contrario – continua Benedetta Brioschi – i ragazzi che bevono dal rubinetto la trovano un’abitudine pratica (20,7%), economica (16,3%) e responsabile (15,8%). Il 13,5% di loro può contare su esempi virtuosi in famiglia”. La maggioranza (58%) dei ragazzi intervistati negli ultimi mesi dell’anno non hanno consapevolezza che la crisi idrica ha portato nel 2023 ad adottare delle restrizioni nell’uso dell’acqua. Tra chi riconosce di averne vissute (27% degli studenti), il 47% ha avuto percezione del razionamento dell’acqua nelle proprie abitazioni, il 31,6% della chiusura delle fontane nel proprio comune e il 12% del divieto di irrigazione dei giardini.

“La preparazione scolastica – ha concluso Benedetta Brioschi durante l’ultimo incontro della Community Valore Acqua per l’Italia – risulta ancora una volta fondamentale: quasi 4 ragazzi su 10 (37,5%) che frequentano corsi scolastici dedicati alla sostenibilità hanno coscienza del problema dei consumi eccessivi di acqua soprattutto per uso civile e domestico contro un livello medio del 29,7%. La scuola conferma ancora una volta il suo ruolo primario nella prevenzione e nel rispetto dell’ambiente”.

LE ULTIME NOTIZIE

Tesla taglierà oltre 10% dipendenti mondo: Musk invia mail per annunciarlo
Elon Musk, CEO di Tesla, annuncia tagli del personale per aumentare la produttività e ridurre i costi, coinvolgendo circa 14.000...
Read More
Assessore al Bilancio di Bari indagato per truffa: revocata la delega
Alessandro D'Adamo, assessore al Bilancio di Bari, è indagato per truffa nell'ambito di un'inchiesta sull'utilizzo di fondi europei del programma...
Read More
Generale Vannacci: ricorso al Tar contro sospensione disciplinare
Il generale Roberto Vannacci ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro la sospensione disciplinare di 11 mesi inflittagli dal...
Read More
Inchiesta mascherine Covid: chiesta condanna per Arcuri
La Procura di Roma ha chiesto una condanna a 1 anno e 4 mesi per l'ex commissario straordinario per l'emergenza...
Read More
Virus B delle scimmie: alto rischio di mortalità negli esseri umani, esperto avverte
L'Herpesvirus che infetta alcune scimmie può trasmettersi agli esseri umani attraverso morsi o graffi, con conseguenze potenzialmente fatali. Un recente...
Read More
Nuovo attacco con coltello a Sydney: vescovo ferito durante sermone in chiesa
Dopo l'aggressione di sabato scorso in un centro commerciale, un uomo attacca il vescovo durante un sermone trasmesso in diretta...
Read More
Amadeus non rinnoverà con la Rai: verso nuove sfide su Nove?
Il conduttore ha ufficializzato la decisione di non rinnovare il contratto con la Rai, puntando verso nuove opportunità professionali che...
Read More
Tensioni Mediorientali: l’attacco iraniano a Israele e le sue ripercussioni
L’escalation di violenza tra Iran e Israele mette in luce le dinamiche di difesa e le alleanze regionali. Quale opportunità...
Read More

(AdnKronos)

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza