Connect with us

Ambiente

Ucraina, grano bloccato e caro energia. Verso la crisi alimentare globale

Con i porti bloccati e l’export dei cereali al palo (che ora non si sa nemmeno più bene dove mettere in attesa di poterli portare fuori dal Paese), l’effetto della guerra in Ucraina si fa sentire e preoccupa la sicurezza alimentare dei Paesi più esposti. Ma c’è di più, perché il caro energia si sta traducendo in un ‘caro-fertilizzanti’ con cui l’agricoltura globale dovrà fare i conti.

Primo, i porti. E’ dal Mar Nero che i cereali, principalmente grano, viaggiavano verso le proprie destinazioni, prima della guerra. Ora “i porti sono inagibili e quel po’ che si riesce a spedire ha costi altissimi di spedizione e assicurazione, praticamente improponibile. La maggior parte delle esportazioni ora funziona su ferro, su gomma o per via fluviale, tre metodi che non hanno la capacità di far uscire dal Paese tonnellate di grano con la stessa velocità con cui uscivano dal Mar Nero: ci sono file lunghissime sulle strade e sulle ferrovie, con veicoli e vagoni in coda per 2, 3, 4 settimane per poter uscire dal Paese”, spiega all’AdnKronos Mario Zappacosta, economista senior divisione mercato e commercio della Fao.

Ma in Fao c’è anche un’altra “enorme” che riguarda un impatto più trasversale e globale della guerra in Ucraina sulla sicurezza alimentare e l’agricoltura internazionali: “l’aumento del prezzo dell’energia. L’agricoltura è grande utilizzatrice di energia, anche attraverso l’uso dei fertilizzanti azotati che sono un prodotto energetico e il costo della loro produzione è estremamente legato al costo dell’energia: un’energia cara, causa fertilizzanti cari. A questo si aggiunge il fatto che la Russia è il principale esportatore di fertilizzanti. Tutto questo causa un aumento dei prezzi e una scarsità di fertilizzanti sul mercato mondiale. Questo – spiega Zappacosta – sarà un problema per Paesi poveri, Paesi ricchi e per tutti i prodotti: ci sarà probabilmente una riduzione di prodotti per le aree seminate in quanto gli agricoltori prevedono un aumento dei costi e, nel caso in cui le superfici saranno seminate, ci potrebbe essere una riduzione delle rese causata da una minore applicazione dei fertilizzanti. Quindi: minori rese, minori produzioni, aumento ulteriore dei prezzi degli alimenti che già nel 2021, prima della guerra, erano a livelli record. Parliamo quindi di record su record”.

“La Fao gestisce un indicatore dei prezzi alimentari internazionali e quello che registriamo è un livello di questo indice che non si è mai verificato da quando la Fao lo ha inventato, nel 1990. Cose mai viste”. Prezzi record, dunque, già prima della guerra in Ucraina, “a causa di forti siccità che si erano verificate in alcuni Paesi tra i maggiori produttori del mondo, come America Latina e Stati Uniti, che avevano ridotto le rese. Prima della guerra, già da un paio di anni la situazione dell’insicurezza alimentare era in fase di deterioramento. Alle tante sciagure tradizionali, dal fattore climatico alle crisi economiche locali e i conflitti, si era aggiunta la crisi indotta dal Covid che ha meso in ginocchio le economie locali. E proprio adesso che il Pianeta stava mettendosi alle spalle questo periodo guardando al rilancio economico, è scoppiata la guerra. Piove sul bagnato, come si dice, e a pagare sono sempre i più poveri”.

“L’allerta è sui Paesi che sono forti importatori e consumatori di grano, dipendenti dal mercato internazionale: Nord Africa e Medioriente. In particolare Yemen e Libano, ma anche Sri Lanka che stiamo seguendo con preoccupazione, e Laos”. Con quali conseguenze? “Le primavere arabe furono scatenate da un problema di tipo alimentare, c’è dunque il rischio che il malcontento sociale possa poi essere una conseguenza di questi scenari, abbastanza preoccupante, sui prezzi internazionali”. Per quanto riguarda l’Europa, “il prezzo dei fertilizzanti sarà caro anche per noi e questo porterà a un aumento dei costi di produzione e quindi dei prodotti europei. Questo vale un po’ per tutti a livello globale”.

La soluzione? “La Fao lo dice da sempre: la pace è il fattore principale affinché le cose vadano bene, se una regione o un Paese è in guerra tutto diventa più complicato e a volte le strategie diventano sub-ottimali rispetto a una situazione di pace”.

“La Fao sta lavorando a un meccanismo di finanziamento alle importazioni alimentari. L’idea è di creare un fondo finanziario a livello globale con credito agevolato a cui potrebbero avere accesso i Paesi più vulnerabili a rischio di aumento di insicurezza alimentare nel caso in cui non fossero in grado di acquistare sui mercati internazionali”, aggiunge Zappacosta, ricordando che la Fao “sostiene gli agricoltori, in particolare i piccoli agricoltori, affinché possano seminare e portare avanti le produzioni e quindi avere un raccolto, con programmi di distribuzione di semi e input agricoli. Poi, ci sono delle raccomandazioni generali che la Fao rivolge ai vari Paesi, per esempio raccomandiamo che il commercio alimentare e dei fertilizzanti rimanga quanto più aperto perché se cominciamo a mettere barriere doganali e quindi alle esportazioni questo non fa altro che esasperare la situazione sui mercati internazionali con ulteriori incrementi di prezzo”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Il Consiglio dei Ministri dell'Ambiente dei Paesi UE ha dato il via libera al blocco delle vendite di auto nuove...
Read More
La pandemia, la crisi economica e ora la guerra spingono gli italiani verso consumi più sostenibili. Rispetto a un anno...
Read More
Le città stanno affrontando una transizione radicale verso nuovi modelli che includono la ridefinizione di spazi e tempi urbani, oltre...
Read More
Pechino contro Nato: “È sfida sistemica a pace e stabilità”
"La Nato è la sfida sistemica alla pace e alla stabilità nel mondo". Ha replicato così il portavoce della diplomazia...
Read More
Pos obbligatorio professionisti e negozianti: sanzioni per chi rifiuta carte
Pos obbligatorio per professionisti e commercianti, da oggi 30 giugno scattano le sanzioni per quanti non consentiranno ai propri clienti...
Read More
Superbonus 110%, avviata indagine su cessione crediti banche
L'Ufficio di presidenza della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario, a seguito di numerose segnalazioni, ha deliberato...
Read More
Mondiali nuoto: ancora un oro, è di Verani nella 25 km in acque libere
Altro trionfo azzurro ai campionati del mondo di nuoto a Budapest. Dario Verani entra nella leggenda del gran fondo vincendo...
Read More
Al via la decima edizione del Premio Vivere a Spreco Zero. C’è tempo fino al 15 settembre 2022 per candidarsi:...
Read More
Bollette luce e gas, ora il governo aiuta le famiglie a basso reddito
C'è una svolta significativa in arrivo. Il governo cambia strategia sulle bollette, privilegiando il sostegno alle famiglie a basso reddito....
Read More
Codere Italia, operatore di gioco legale leader del settore, continua le sue attività di Corporate Social Responsability sostenendo la Fondazione...
Read More
Il Seminario Estivo di Symbola, intitolato quest’anno 'La forza della sostenibilità in Italia oggi', si terrà dal 5 al 9...
Read More
Assegno unico Inps, 30 giugno ultimo giorno per chiedere arretrati
Assegno unico universale Inps, scade oggi - giovedì 30 giugno - la possibilità di richiedere facendo domanda il riconoscimento delle...
Read More
Ancora una morte bianca: a Roma operaio cade da impalcatura e muore
Incidente mortale sul lavoro in via Boncompagni, a Roma, questa mattina intorno alle 9. Un operaio è caduto da un'impalcatura...
Read More
Assistenza psico-oncologica per pazienti con tumore, Regione Lazio prima ad approvare legge
Il Consiglio Regionale del Lazio ha approvato la proposta di legge regionale n.191 del 17 ottobre 2019 che promuove l’istituzione...
Read More
Omicidio a Palermo, 45enne ucciso a colpi di pistola
Omicidio a Palermo. La vittima è Giuseppe Incontrera, 45 anni. Secondo le prime sommarie informazioni, l'uomo sarebbe stato raggiunto da...
Read More
Ucraina, da Gran Bretagna aiuti militari per un miliardo di sterline
Il Regno Unito ha annunciato un altro miliardo di sterline (1,16 miliardi di euro) in aiuti militari per l'Ucraina. Il...
Read More
Durante il FarmingTour, l'evento del CIB - Consorzio Italiano Biogas tra le aziende del biogas e biometano agricolo, CIB incontra...
Read More
M5S, tensione Conte-Draghi: leader 5 Stelle a muso duro
Beppe Grillo lascia l'Hotel Forum senza sciogliere il nodo del doppio mandato, facendo dunque naufragare la possibile ricandidatura di Giancarlo...
Read More
Meteo, nuove ondate di calore: sfioreremo i 44° nel weekend
Il caldo continua a dominare incontrastato sull’Italia con l'anticiclone Caronte si rinforzerà ulteriormente nel weekend portando le temperature a picchi...
Read More
Mostro di Firenze, avvocato familiari vittime: “Togliete indagine a Procura”
Le indagini sul cosiddetto 'mostro di Firenze', a cui sono attribuiti una serie di omicidi avvenuti fra il 1974 e...
Read More

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends