LiberoReporter

Avvelenamento Navalny: dopo Berlino anche Francia e Svezia confermano uso agente nervino

Dopo aver accertato che il dissidente russo Alexei Navalny è stato avvelenato da un agente chimico del gruppo Novichok, è stato chiesto a dei laboratori indipendenti di Francia e Svezia di fare le analisi per avere la conferma di quanto stabilito dalle autorità tedesche.

Ebbene oggi il governo di Berlino ha confermato che dai laboratori è arrivata la conferma che Alexei Navalny è stato avvelenato da un agente nervino del gruppo Novichok. Il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert, ha definito l’avvellenamento di Navalny ”una grave violazione della Convenzione sulle armi chimiche”.

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends