LiberoReporter

Iran: due i missili che hanno abbattuto Boeing, primi arresti tra militari

Due i missili che hanno colpito il volo dell’Ukraine International Airline a Teheran: lo rivela il New York Times che ha avuto a disposizioni nuovi video in esclusiva

Secondo una analisi del New York Times, che ha visionato e pubblicato delle nuove immagini dell’abbattimento del Boeing 737 della compagnia aerea ucraina Ukraine International Airline, ritenute altamente attendibili e ottenute dalle videocamere di sorveglianza vicine alla zona dove è stato abbattuto il velivolo, risultano essere due e non soltanto uno, i missili che hanno colpito l’aeromobile appena decollato dall’aeroporto Khomeyni della capitale iraniana Teheran. Nell’abbattimento del volo PS572 sono morte 176 persone.

La magistratura iraniana ha emesso dei mandati di arresto in relazione all’abbattimento del Boeing 737 della compagnia aerea Ukraine Airline

Aggiornamento 14 gennaio 2020 – La magistratura iraniana ha eseguito degli arresti in relazione all’incidente aereo di mercoledì scorso, quando è stato abbattuto “per errore” un aereo della compagnia Ukraine International Airline, da un missile sparato dai sistemi difensivi, appena dopo il decollo dall’aeroporto Imam Khomeini di Teheran. Il presidente iraniano Rohani ha dichiarato  alla tv di Stato che la Repubblica islamica dell’Iran punirà tutti coloro che sono coinvolti e hanno una responsabilità nell’abbattimento del volo, avvenuto in maniera del tutto non intenzionale. Rohani ha inoltre comunicato alla nazione che qaunto accaduto non dovrà mai più accadere.

Giù la maschera: Boeing ucraino abbattuto, iraniani ammettono loro colpe

Aggiornamento 11 gennaio ore 6 – La tv di Stato iraniana, ha comunicato la notizia che effettivamente sono stati i militari della Repubblica islamica dell’Iran, per un errore umano, ad abbattere il volo PS572 dell’Ukraine International Airline. La notizia è stata trasmessa intorno alle sette di questa mattina ora locale (circa le 4,30 in Italia). Il sistema di difesa iraniano ha colpito in volo l’aeromobile che era appena decollato dall’aeroporto Khomeini della capitale, scambiandolo per un velivolo nemico. Nella tragedia sono morte sul colpo 176 tra passeggeri e membri dell’equipaggio.

10 gennaio ore 8 – L’Iran apre alla possibilità che l’inchiesta sull’incidente aereo del volo PS572 sia condotta insieme ad esperti ucraini, americani, francesi e canadesi della Boeing. La notizia è arrivata tramite il capo dell’autorità dell’aviazione civile iraniana e confermata dal ministro degli Esteri iraniano Zarif.

Aggiornamento ore 22,25: è arrivata la conferma della Geolocalizzazione del video. La ripresa è stato effettuata in una zona residenziale di Teheran, Parand, sobborgo a ovest dell’aeroporto Khomeini da cui il volo 572 (PS572) è partito per Kiev (fonte: Bellingcat Investigation Team – Giornalismo investigativo di Leicester).

Aggiornamento 9 gennaio 2020 ore 20: il Pentagono coadiuvato da funzionari dell’Intelligence irachena, ha dichiarato che il velivolo dell’Ukraine International Airlines, caduto ieri dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran, è stato abbattuto da un missile terra-aria della difesa iraniana. Anche il premier canadese Trudeau ha dichiarato che secondo i servizi segreti del Canada non vi sono dubbi che l’aereo sia stato colpito da un missile terra-aria Tor-M1 costruito in Russia, noto alla NATO come Gauntlet. Evidenze satellitari confermano inequivocabilmente segnali a infrarosso di due lanci di missili in concomitanza del post decollo del volo diretto a Kiev e un segnale di un esplosione appena dopo. Ecco uno dei motivi per il quale le autorità di Teheran si rifiutano di consegnare le scatole nere del Boeing 737, altrimenti risulterebbe chiaro che l’aeromobile è stato centrato dal missile e si è schiantato poco dopo togliendo la vita a 176 persone. Un video pubblicato su Telegram, riprende il momento in cui il missile colpisce il velivolo e successivamente l’aereo in fiamme (si stanno facendo delle verifiche sull’autenticità del video).

 



LA NOTIZIA DELLA PRIMA ORA – Un aereo Boeing 737 della compagnia aerea Ukraine International Airlines si è schiantato nei pressi dell’aeroporto iraniano Imam Khomeini poco dopo il decollo a causa di un “problema tecnico”, secondo quanto riferito dall’ISNA. Questo quanto viene riportato dalle notizie che arrivano dalla Repubblica Islamica, anche se le cause dell’incidente non sono ancora del tutto note, visto che alcuni media giordani legano la caduta del velivolo ai bombardamenti effettuati questa notte contro installazioni americane in Iraq. Secondo la tv giordana il sistema di difesa iraniano avrebbe colpito l’aeromobile per errore. L’aereo, che trasportava 167 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio, era diretto verso l’Ucraina e non ci sono sopravvissuti.

I filmati della scena sono stati pubblicati sui social e mostrano l’aereo in fiamme mentre precipita. L’aereo partito poco prima da Teheran doveva raggiungere la capitale ucraina Kiev.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends