Connect with us

Published

on

Cina e India hanno riconosciuto per la prima volta all’ONU l’aggressione della Russia contro l’Ucraina. Josep Borrell, l’alto rappresentante per la politica estera dell’UE, ha comunicato attraverso un tweet di aver “accolto con favore” il voto a favore della risoluzione da parte di “partner chiave del G20 come Cina, Brasile, India e Indonesia”. Il voto, avvenuto la scorsa settimana, inizialmente non aveva suscitato molta attenzione a causa del suo contenuto incentrato principalmente sulla cooperazione tra le Nazioni Unite e il Consiglio d’Europa. Tuttavia, alcuni osservatori sono stati abbastanza attenti da individuare il riferimento alla guerra in Ucraina inserito nel nono paragrafo del preambolo, che recita quanto segue: “Riconoscendo inoltre che le sfide senza precedenti che l’Europa deve ora affrontare in seguito all’aggressione da parte della Federazione Russa contro l’Ucraina e contro la Georgia in precedenza, e la cessazione dell’appartenenza della Federazione Russa al Consiglio d’Europa, (noi) chiediamo una cooperazione rafforzata tra le Nazioni Unite e il Consiglio d’Europa”.

Nonostante i loro stretti legami militari ed economici con Mosca e il loro rifiuto di allinearsi alle opinioni politiche occidentali, è improbabile che il voto preannunci un cambiamento di politica estera nell’agenda di Pechino o di Nuova Delhi. Tuttavia, la piccola mossa rappresenta di per sé un segnale diplomatico molto importante e una novità nella crisi del conflitto russo-ucraino, considerando la riluttanza ampiamente documentata di entrambi i paesi a condannare pubblicamente Mosca per aver lanciato l’invasione su vasta scala dell’Ucraina.

Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ha dichiarato che si tratta di “un timido segnale che va nella giusta direzione” e ha espresso la speranza che India e Cina facciano scelte coraggiose e che la Cina convinca Mosca a fare marcia indietro e concludere una guerra che nessuno vuole.

LE ULTIME NOTIZIE

Omicidio Saman Abbas: la madre Nazia Shaheen acconsente all’estradizione

Omicidio Saman Abbas: la madre Nazia Shaheen acconsente all’estradizione

La madre di Saman Abbas, condannata per l'omicidio della figlia, ha dato il consenso all'estradizione durante un'udienza in Pakistan Nazia...
Read More
Stile nautico. L’alta qualità e l’esclusività cambiano le regole del gioco per gli altoparlanti Bluetooth

Stile nautico. L’alta qualità e l’esclusività cambiano le regole del gioco per gli altoparlanti Bluetooth

Gli altoparlanti Bluetooth sono sempre stati considerati dal mercato un prodotto economico e costruito con materiali poco nobili nonostante la...
Read More
Venice Hospitality Challenge, la grande vela nel cuore di Venezia

Venice Hospitality Challenge, la grande vela nel cuore di Venezia

Venezia. L’XI edizione della Venice Hospitality Challenge è stata presentata oggi al Salone Nautico Venezia. Nata da un’intuizione di Mirko...
Read More
Pollica e le terre della Dieta Mediterranea

Pollica e le terre della Dieta Mediterranea

La Dieta Mediterranea, Patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’UNESCO, è “nata” a Pollica, paese di appena duemila abitanti del Cilento, affacciato...
Read More
A Ragusa Ibla Capolavori intorno a Caravaggio

A Ragusa Ibla Capolavori intorno a Caravaggio

RAGUSA - Dopo il successo riscosso dalle mostre dedicate alle opere della bottega calatina Bongiovanni Vaccaro (2021) e alle storiche...
Read More
Nutella Ice Cream: il nuovo must-have dell’estate 2024!

Nutella Ice Cream: il nuovo must-have dell’estate 2024!

Ferrero lancia Nutella Ice Cream, il gelato alla nocciola arricchito da gustosi strati di vera Nutella, conquistando già migliaia di...
Read More
I vincitori del 4° Capraia Sail Rally, riconferma di  un evento speciale per le Vele Storiche Viareggio

I vincitori del 4° Capraia Sail Rally, riconferma di un evento speciale per le Vele Storiche Viareggio

Dopo tre giorni di mare, con navigazioni d’altura e due competizioni costiere, lo scorso 8 giugno 2024 si è conclusa...
Read More
Papa Francesco impone limite 8 minuti per omelie: “Altrimenti la gente si addormenta”

Papa Francesco impone limite 8 minuti per omelie: “Altrimenti la gente si addormenta”

Durante l'udienza generale in piazza San Pietro, il Pontefice esorta i parroci a condensare i discorsi, sottolineando l'importanza di trasmettere...
Read More

(con fonte AdnKronos)

telefoni ricondizionati

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza