Connect with us

Published

on

Dai voli internazionali al noleggio auto e agli alberghi. Chi si appresta a partire per le ferie si trova a fronteggiare un quadro non certo confortante. A segnalarlo è L’Unione Nazionale Consumatori che ha elaborato i dati Istat resi noti ieri per stilare quattro classifiche, quella dei servizi che a giugno hanno registrato i maggiori rialzi annui per quanto riguarda le voci legate alle vacanze, quella dei prodotti alimentari e le classifiche assolute dei rincari mensili e annuali.

In testa alla top ten delle vacanze, il più che raddoppio dei prezzi dei voli internazionali che decollano del 124,1% su giugno 2021 e che hanno anche il primato rispetto a tutte le voci del paniere e si collocano al 2° posto assoluto degli incrementi mensili con +21,3%. Medaglia d’argento ai voli nazionali che su base annua volano esattamente di un terzo, +33,3%, un dato molto preoccupante specie se si considera che è la voce che segna il record degli incrementi mensili, +31,4% su maggio 2022. Al 3° posto il noleggio di mezzi di trasporto e l’affitto di garage e posti auto con +24,3% (+7,4% sul mese precedente, 5° posto della top ten mensile). Appena fuori dal podio gli alberghi, motel e pensioni che segnano un +21,4% rispetto allo scorso anno (+5,7% su base congiunturale, 8° posto).

Seguono il Trasporto marittimo (+18,7%), i Gelati (+13,4%) e i Pacchetti vacanza internazionali (+6,2%), Non ci si salva neanche andando al Ristorante, +4,6% sullo scorso anno, o in un parco, in un museo (+3,2%). Chiudono la top ten i Servizi ricreativi e sportivi che includono piscine, palestre, discoteche e stabilimenti balneari che segnano, per ora, un più contenuto +2,4 per cento, ma che in appena un mese rincarano del 2,8%. “Quello che emerge da questi dati è che per le prossime vacanze meno ci allontaniamo e meglio è. Tra voli e carburanti i prezzi sono esorbitanti”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Per quanto riguarda la top ten di tutti gli aumenti mensili, rispetto a maggio 2022 vincono i voli nazionali (+31,4%), seguiti da quelli internazionali (+21,3%). Al terzo posto sempre una voce collegata alla ferie, i villaggi vacanze e i campeggi con +11,3%. Al quarto posto la benzina che sale del 9,8% in appena un mese (+25,3% su giugno 2021), seguita dal noleggio dei mezzi di trasporto (+7,4%), il gasolio per mezzi di trasporto (+6,7%, +32,3% su base annua), in settima posizione l’E-book download (+6,2%), poi alberghi (+5,7%), pasta sfoglia (+5,1%) e gasolio per riscaldamento (+4,9%). L’energia elettrica è appena fuori dalla top ten mensile con +4,6%, ma salendo su base annua dell’81,4%, al 2° posto dei rincari annui, determina per una famiglia media una stangata annua pari a 514 euro.

Per la top 20 annuale relativa a tutto il paniere Istat, vincono i voli internazionali (+124,1% su giugno 2021), al 2° posto l’energia elettrica (+81,4%), al 3° l’olio diverso da quello di oliva (68,6%). Poi gas naturale e di città (+67,3%), gasolio per riscaldamento (+52,7%), al sesto Gpl e metano (+38,2%), voli nazionali (+33,3%), gasolio per mezzi di trasporto (+32,3%). Chiude la top ten il burro (+27,7%). In classifica anche la benzina (+25,3%), gli alberghi (14° con +21,4%), la farina (+20,5%), la pasta (in 17esima posizione con +18,3%). Chiude la top 20 il pollame (+15,1%), la carne più rincarata.

Per quanto riguarda la top 20 dei prodotti alimentari, il record dei rincari annui spetta all’Olio diverso da quello di oliva che si impenna del 68,6% rispetto a giugno 2021 e che certo risente dell’effetto Ucraina e del blocco dell’import dell’olio di girasole. Al secondo posto della top ten il Burro che svetta del 27,7%. Sul gradino più basso del podio la Farina che sale del 20,5% in un anno. Al quarto posto il cibo simbolo dell’Italia, la Pasta (fresca, secca e preparati di pasta) che lievita del 18,3%. Seguono la Margarina che costa il 16,8% in più su base annua, il pollame (+15,1%), il riso (+13,7%), all’ottavo posto le uova (+13,6%), poi le patatine fritte (13,5%). Chiudono la top ten i Gelati che con il caldo decollano del 13,4%. Si segnalano poi il latte conservato con +12,1%, i vegetali freschi +11,8%, il pane +11,3%, la frutta fresca +10,9%.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Ucraina: Nato lancia missione per coordinare invio armi e addestramento
La Nato approva la missione Nsatu per supportare militarmente l'Ucraina, coordinando l'assistenza alla sicurezza e l'addestramento delle truppe La Nato...
Read More
Aggressione a Rimini: uomo morde e stacca parte orecchio per una sigaretta
Brutale aggressione nei pressi dell’ospedale Infermi di Rimini: un uomo attacca un paziente dopo un rifiuto A Rimini, nei pressi...
Read More
Kate Middleton: prima apparizione pubblica dopo l’annuncio della malattia
La principessa del Galles partecipa al Trooping the Colour nonostante le cure per il tumore, dimostrando coraggio e determinazione Kate...
Read More
Militare della Marina morto in mare a La Maddalena
Tragico incidente nelle acque tra La Maddalena e l'isola di Santo Stefano: un giovane militare perde la vita dopo un...
Read More
Incidente mortale a Roma su via Cristoforo Colombo
Uno scontro tra due moto e un'auto provoca un morto e un ferito Un grave incidente stradale avvenuto nella notte...
Read More
Rintracciato uno dei due minori detenuti evasi dal Beccaria di Milano
Uno dei due 16enni rintracciato alla stazione di Garbagnate Milanese È stato rintracciato uno dei due detenuti 16enni evasi venerdì...
Read More
Operazione contro Pedopornografia: 9 arresti in flagranza e 26 indagati
Vasta operazione della Polizia di Stato su tutto il territorio nazionale La Polizia di Stato ha effettuato una vasta operazione...
Read More
Summit di pace in Svizzera: un percorso per l’Ucraina
Diplomazia globale si riunisce per cercare una soluzione pacifica al conflitto ucraino Il summit che si svolge oggi e domani,...
Read More

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza