Connect with us

Ambiente

Città e distretti circolari, progetti e idee per la decarbonizzazione

Idee e progetti per la transizione ecologica verso un futuro e emissioni zero. Con un ruolo di primo piano per l’economia circolare. Se n’è parlato a Ecomondo, in occasione del talk ‘Circular cities: economia circolare e decarbonizzazione, la risposta dei distretti circolari’, organizzato dal Gruppo Maire Tecnimont, in collaborazione con l’editore Edizioni Ambiente e con l’Alleanza per l’Economia Circolare, nella prima giornata di Ecomondo alla Fiera di Rimini.

Per NextChem, la società del Gruppo Maire Tecnimont per la transizione energetica, è possibile abbattere le emissioni di CO2 e trasformare gli scarti in risorse grazie al modello dei ‘Distretti circolari’, principalmente finalizzato alla riconversione green di vecchi impianti. Un modello che consente di produrre nuovi materiali dal riciclo di qualità dei rifiuti plastici, prodotti chimici circolari dal riciclo chimico di frazioni di rifiuti e idrogeno verde da energie rinnovabili. “L’idea del distretto circolare nasce prima di tutto dall’esistenza di siti cui dare nuova vocazione industriale. Ci sono siti dismessi, che sono o diventeranno problematici, che hanno una vocazione in termini di maestranze, piccole e medie imprese e di infrastrutture e che in un’economia lineare non avrebbero futuro”, spiega Pierroberto Folgiero, Ceo Maire Tecnimont e NextChem.

Dall’altro lato abbiamo “una carica di alimentazione circolare: ci sono tecnologie mature che possono usare carbonio e idrogeno disponibile nella parte di materia di scarto che non può più prestarsi a riciclo e recupero”. Poi ci sono i prodotti: “Oggi l’Italia importa tantissimi chemicals che si possono produrre in un distretto circolare”. Dunque bisogna “unire i puntini” che significa “unire un territorio che ha una vocazione, pensare ad un prodotto, cercare di capire dove sta la carica, che sono rifiuti secchi o plasmix, trasformarla e, ultimo puntino, la capacità imprenditoriale. Noi siamo pronti a garantire che queste tecnologie funzionano”. Quali gli obiettivi possibili? “La prima grande produzione che si può fare decarbonizzando è quella di carburanti circolari. Ma bisogna considerare che dal gas di sintesi un bravo chimico ricava qualunque prodotto, si possono produrre plastiche, idrogeno, additivi per le vernici, metanolo per formaldeide…”.

E i tempi sono favorevoli per una trasformazione del sistema. Per Fabrizio Di Amato, presidente Gruppo Maire Tecnimont, “l’industria, e un azienda come la nostra, oltre che la possibilità di farlo ha un dovere morale e sociale di cavalcare un momento importante”. “In Italia abbiamo un ministro della Transizione ecologica, capitali a disposizione, pubblici e soprattutto privati. Se noi cataloghiamo la transizione ecologica come qualcosa di sistemico che riguarda tutti e la mettiamo sul binario, più o meno, dell’emergenza sono convinto che tutti convergiamo”, spiega. C’è “l’opportunità per cambiare le cose. Io penso che siamo di fronte ad un momento in cui le cose possono succedere e succederanno, credo che nei prossimi cinque anni ci saranno cambiamenti epocali e grandissime opportunità di lavoro”.

La transizione ecologica ed energetica è questione anche di competenze che abbracciano diverse discipline. “Non è una questione di tecnologia e basta. L’industria si fa con i capitali, gli imprenditori, la regolamentazione e con la tecnologia. Quindi la nuova formazione da fare è orizzontale e unisce competenza sociali, regolamentari, tecniche ed economiche”, osserva Folgiero.

Guardando alle nostre città, secondo Daniele Fortini, presidente RetiAmbiente, “dobbiamo immaginare che la materia usata che è contenuta nei rifiuti urbani può tornare materia. La città resiliente è la città che si occupa con intelligenza del proprio futuro e di quello delle generazioni che verranno, è una città che prova a non sprecare, a consumare in modo intelligente e ad avere stili di vita con un livello di benessere nel modo più coeso e inclusivo e, allo stesso tempo, una visione che preserva e costruisce ma anche progredisce e investe”.

LE ULTIME NOTIZIE

Finlandia nella Nato, Putin rimane “calmo e freddo”


Il presidente della Russia, Vladimir Putin, è stato "calmo e freddo" quando la Finlandia lo ha informato della sua decisione...
Read More
Finlandia nella Nato, Putin rimane “calmo e freddo”

Guerra Ucraina, Denisova: “Russia potrebbe arruolare donne”


"La Russia sta conducendo una mobilitazione segreta nei territori ucraini temporaneamente occupati in base alla quale anche le donne potrebbero...
Read More
Guerra Ucraina, Denisova: “Russia potrebbe arruolare donne”

Serie A: Cagliari-Inter 1-3, nerazzurri tengono ancora tutto aperto


L'Inter vince 3-1 sul campo del Cagliari nella 37esima e penultima giornata della Serie A, tenendo aperta la corsa scudetto...
Read More
Serie A: Cagliari-Inter 1-3, nerazzurri tengono ancora tutto aperto

Svezia, premier Andersson: “Fuori da Nato siamo vulnerabili”


Se la Svezia restasse l'unico Paese nella regione fuori dalla Nato - con l'ingresso imminente della Finlandia - "saremmo in...
Read More
Svezia, premier Andersson: “Fuori da Nato siamo vulnerabili”

Serie A: Milan batte Atalanta 2-0 e attende l’Inter… Se passo falso è scudetto


Il Milan batte l'Atalanta per 2-0 nel match valido per la 37esima e penultima giornata della Serie A avvicinandosi allo...
Read More
Serie A: Milan batte Atalanta 2-0 e attende l’Inter… Se passo falso è scudetto

Finlandia e Nato, premier Marin: “Minaccia nucleare Russia molto seria”


La minaccia nucleare della Russia "è molto seria". Anche per questo, la Finlandia vuole entrare nella Nato. "Non avremmo fatto...
Read More
Finlandia e Nato, premier Marin: “Minaccia nucleare Russia molto seria”

Djokovic è il Re di Roma: vince Internazionali d’Italia 2022 contro Tsitsipas


Novak Djokovic vince gli Internazionali d'Italia 2022. Il serbo, numero 1 del tennis mondiale, in finale batte il greco Stefanos...
Read More
Djokovic è il Re di Roma: vince Internazionali d’Italia 2022 contro Tsitsipas

Giro d’Italia 2022: la nona è di Hindley, l’australiano vince la Isernia-Blockhaus


L'australiano Jay Hindley vince la nona tappa del Giro d'Italia 2022, la Isernia-Blockhaus di 191 km. Il corridore della Bora...
Read More
Giro d’Italia 2022: la nona è di Hindley, l’australiano vince la Isernia-Blockhaus

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends