LiberoReporter

Inter e Juve possono vincere la coppa dalle grandi orecchie?

La nuova edizione della Champions League è alle porte e le squadre italiane qualificatesi sono pronte a darsi battaglia. Juventus, Inter, Lazio e Atalanta: quattro formazioni per un sogno europeo. Il nuovo calendario della Champions è già pronto e le compagini favorite sembrano essere sempre lo stesso: c’è il Bayern Monaco reduce dal “Triplete”, ma anche il Liverpool che è tornato a vincere la Premier League. Il Barcellona, orfano di diversi campioni, non sembra più quello di un tempo, mentre il Real è sceso di qualche gradino sulla scala europea da quando è partito Cristiano Ronaldo. Il Paris Saint-Germain è arrivato sorprendentemente in finale nell’ultima Champions, dopo aver rischiato grosso contro l’Atalanta, di certo la meno esperta fra le squadre italiane che erano in gara. Insomma, le possibilità di un colpaccio non mancano.

Guardando all’interno dei nostri confini nazionali, la favorita in Europa resta sempre la Juventus: si cerca la rivincita internazionale dopo le ultime due eliminazioni, arrivate per mano dell’Ajax ai quarti e del Lione agli ottavi. Due smacchi che i bianconeri non si sarebbero mai aspettati: entrambi gli avversari erano chiaramente svantaggiati sulla carta, ma Allegri prima e Sarri poi sono stati costretti ad arrendersi, salutando poi la “Vecchia Signora” alla fine delle rispettive stagioni. Cristiano Ronaldo deve sfoggiare la forma migliore e ripetere la performance che gli anni scorsi permisero non solo goal mirabolanti, ma anche record su record tra i marcatori del Vecchio Continente. Tutto il mondo è curioso di capire cosa può ancora dare CR7 sui grandi palcoscenici. Nella fase a gironi i bianconeri se la vedranno con gli ungheresi del Ferencvaros, con la Dinamo Kiev e soprattutto con il succitato Barcellona.

Nell’ultima stagione la squadra italiana che ha raccolto più soddisfazioni in ambito internazionale è stata forse l’Inter, finalista in Europa League contro il Siviglia, dominatore della competizione da diversi anni. Il “Biscione” ha fatto fuori il Ludogorets, il Getafe, il Bayer Leverkusen e lo Shakhtar Donetsk per qualificarsi all’appuntamento decisivo di Colonia. Antonio Conte, arrivato in nerazzurro solo un anno fa, aveva sfiorato la finale di Europa League già nel 2014, quando era sulla panchina della Juventus, ma nemmeno stavolta è riuscito ad aggiudicarsi la coppa.

L’Inter è arrivata seconda sia in campionato sia in Europa League. Con i vari Handanovic, Lautaro Martinez e soprattutto Lukaku, autore di oltre 30 goal nella passata stagione, non si può non puntare alla Champions quest’anno. Steven Zhang e Beppe Marotta hanno completato una campagna acquisti di tutto rispetto. Sono arrivati infatti Darmian, Kolarov, Hakimi e Vidal: tutti elementi di certificata esperienza, oltre che di qualità. Inoltre, Nainggolan è rimasto in rosa e sarà a disposizione del tecnico. L’Inter non immette trofei in bacheca dal 2011, quando vinse la Coppa Italia dedicata all’anniversario dell’unità nazionale. Nel girone se la vedrà ancora con lo Shakhtar Donetsk, ma ci sono anche Borussia Monchengladbach e Real Madrid.

Le competizioni europee metteranno di fronte realtà calcistiche molto diverse e interessanti. Come intuibile, le squadre spagnole potrebbero incontrare qualche difficoltà, mentre le inglesi rappresentano sempre un’incognita. Juventus e Inter non possono non approfittarne, anche se le quote vincente Champions League non vedono favorite le squadre italiane e puntano più su club come Manchester City e Paris Saint-Germain. La sensazione generale, però, è che stavolta qualche pronostico finirà con l’essere sovvertito. Sono 11 anni che una squadra italiana non vince in Europa.

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends