Connect with us

Primo Piano

Italia boccia Ue su proposta partorita tetto prezzo Gas



Consiglio straordinario dell’energia alla prova del ‘price cap’ sul gas. Oggi a Bruxelles ministri europei dell’energia si riuniscono con l’obiettivo di concordare sulle ultime proposte avanzate dalla Commissione europea per affrontare l’aumento dei prezzi. Ma il controverso price cap a 275 euro a megawattora proposto dalla Commissione europea, che scatterebbe solo in condizioni estreme (derivato sul Ttf a un mese sopra i 275 euro al Mwh per due settimane e spread tra il derivato a un mese e prezzo del Gnl sopra 58 euro per dieci giorni), è stata apertamente criticata da tre grandi Paesi dell’Ue. .

Italia, Spagna e Francia hanno più o meno esplicitamente bocciato la mossa dell’esecutivo von der Leyen che, dopo mesi e dopo un continuo susseguirsi di non-paper, linee guida e schemi, si è decisa a mettere sul tavolo una vera proposta di regolamento. Il tetto ‘partorito’ dalla Commissione von der Leyen è talmente alto che non sarebbe scattato neppure nello scorso agosto, quando i prezzi del metano schizzarono ben oltre i 300 euro al megawattora per una manciata di sedute. La più esplicita è stata la ministra spagnola Teresa Ribera, che senza mezzi termini ha definito la proposta della Commissione una “presa in giro”, avvertendo che diversi Paesi intendono bloccare, in mancanza di un provvedimento serio sui prezzi, altre proposte avanzate dalla Commissione, probabile riferimento ai provvedimenti in materia di solidarietà.

Già Mario Draghi aveva costretto Olanda e Germania, nel Consiglio Europeo di ottobre, ad inserire un mandato sul tetto del gas nelle conclusioni, dicendo che l’Italia (che il gas lo ha, anche perché l’Eni ha giacimenti propri ed è molto attiva in Africa e altrove), in mancanza di un price cap, non sarebbe stata interessata a partecipare allo schema Ue di solidarietà nel campo delle forniture di gas.

Il ministro della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin non ha usato giri di parole e ha bollato come un “pannicello caldo” la proposta dell’esecutivo Ue. Dalla Francia fonti del Ministero della Transizione Ecologica hanno anticipato che Agnès Pannier-Runacher domani a Bruxelles spiegherà che la proposta della Commissione è decisamente insufficiente e che l’esecutivo deve alzare di parecchio il livello di ambizione, perché servono soluzioni per contenere i prezzi del gas con urgenza, all’altezza della crisi che vive il continente.

Per Parigi, il meccanismo proposto è tale che scatterebbe solo in presenza della distruzione di infrastrutture energetiche su suolo europeo, un evento catastrofico che, allo stato, pare improbabile. Il Consiglio Energia straordinario di domani si preannuncia quindi complicato ed è molto, molto improbabile che si arrivi ad un accordo sul price cap, tanto più che altri Paesi restano profondamente contrari alla proposta, anche nella versione ultra light del ‘tettuccio’ messa sul tavolo ieri dalla Commissione.

Paesi come Olanda e Germania temono che qualsiasi intervento sul mercato possa creare problemi di approvvigionamento. “E’ una cosa molto, molto rischiosa”, ha spiegato una fonte diplomatica europea. Un accordo non arriverà domani e, a questo punto, non è neppure certo che arrivi in tempo per l’inizio del 2023. Dipenderà anche da come andrà la discussione domani, ma sicuramente il dossier è destinato a riapprodare sul tavolo dei capi di Stato e di governo, al Consiglio Europeo del 15-16 dicembre: “L’energia è già in agenda” dell’Euco e il price cap “farà certamente parte delle deliberazioni: sarei molto sorpreso se i leader non ne parlassero”, ha chiosato il diplomatico.

LE ULTIME NOTIZIE

Moria di foche nel Mar Caspio

Le autorità della provincia russa del Daghestan hanno riferito della morte di 2.500 foche, trovate senza vita sulle coste del...
Read More

Migranti, commissaria Ue: “Maggioranza richiedenti asilo arriva in aereo”

"Il numero complessivo di arrivi irregolari nell'Ue è di circa 250mila quest'anno. Dico approssimativamente perché per alcuni confini contiamo anche...
Read More
Migranti, commissaria Ue: “Maggioranza richiedenti asilo arriva in aereo”

Stromboli osservato speciale: è allerta arancione per vulcano

Il Dipartimento della Protezione civile, nella serata di ieri, ha disposto il passaggio di allerta per il vulcano Stromboli dal...
Read More
Stromboli osservato speciale: è allerta arancione per vulcano

Ucraina, Russia colpisce città natale Zelensky

La città natale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kryvyi Rih nel sud del Paese, è stata attaccata nella notte dalle...
Read More
Ucraina, Russia colpisce città natale Zelensky

Attacchi hackers russi a siti istituzioni italiane

Aumentano in Italia gli attacchi hacker di origine russa ai siti istituzionali. Lo rivela l'Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale che...
Read More
Attacchi hackers russi a siti istituzioni italiane

Influenza: è boom di casi in Italia: ecco quali sono i sintomi

E' allarme influenza in Italia. I dati del rapporto Influnet, 762mila italiani a letto solo nell'ultima settimana, ci dicono che...
Read More
Influenza: è boom di casi in Italia: ecco quali sono i sintomi

Ucraina: la denuncia, lo stupro usato dai soldati come arma da guerra

Il procuratore generale di Kiev Andriy Kostin ha denunciato un ''drastico aumento'' dell'uso della violenza sessuale da parte dei soldati...
Read More
Ucraina: la denuncia, lo stupro usato dai soldati come arma da guerra

Impegno Toyota, in Europa carbon neutral entro 2040

Modelli sempre più elettrificati ma con tecnologie differenti e una gamma sempre più vicina alle diverse esigenze della clientela: il...
Read More

(AdnKronos)

OFFERTE IMPERDIBILI AMAZON BLACK FRIDAY

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza