Connect with us

Published

on

Rottamazione delle cartelle 2023, parte il conto alla rovescia per la presentazione delle domande di Definizione agevolata. Il termine è fissato dalla legge al 30 aprile 2023. È tuttavia sempre consigliabile, scrive Agenzia delle entrate-Riscossione in una nota, attivarsi in anticipo rispetto alla scadenza, per evitare il rischio di rallentamenti dei sistemi informatici dovuto all’elevato traffico degli ultimi giorni. I contribuenti che aderiscono alla ‘rottamazione’ dei debiti affidati in riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, verseranno il solo importo del debito residuo senza corrispondere le sanzioni, gli interessi di mora, quelli iscritti a ruolo e l’aggio, mentre le multe stradali potranno essere definite senza il pagamento degli interessi, comunque denominati, e dell’aggio. Sarà possibile pagare in un’unica soluzione o in un massimo di 18 rate in 5 anni. A coloro che presenteranno la richiesta di Definizione agevolata, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà entro il 30 giugno 2023 la comunicazione con l’esito della domanda, l’ammontare delle somme dovute ai fini della definizione e i moduli di pagamento in base al piano di rate scelto in fase di adesione.

La domanda di Definizione agevolata, specifica la nota, può essere presentata in pochi passaggi, esclusivamente in via telematica sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it, utilizzando l’apposito servizio disponibile sia in area pubblica (senza necessità di pin e password) sia in area riservata (per chi dispone di Spid, Cie o Cns e, per gli intermediari fiscali, Entratel). All’interno della propria area riservata il contribuente può presentare la dichiarazione di adesione con più immediatezza grazie alla funzionalità che consente di selezionare con un semplice click, direttamente dall’elenco dei debiti ‘definibili’, le cartelle, gli avvisi o i carichi che si vogliono inserire nella domanda, senza quindi la necessità di indicare i dati identificativi degli atti. Sul sito istituzionale di Agenzia Riscossione è inoltre disponibile il servizio per chiedere il Prospetto informativo, contenente l’elenco dei carichi che possono essere ‘rottamati’ e la simulazione dell’importo da pagare a seguito delle riduzioni previste dalla Definizione agevolata.

La Definizione agevolata introdotta dalla Legge di Bilancio 2023 (Legge n. 197/2022), ricorda l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, si applica ai carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, anche se ricompresi in precedenti “rottamazioni” e a prescindere se in regola con i pagamenti. Chi aderisce alla Definizione agevolata potrà versare solo l’importo dovuto a titolo di capitale e quello dovuto a titolo di rimborso spese per le eventuali procedure esecutive e per i diritti di notifica. Non saranno invece da corrispondere le somme dovute a titolo di sanzioni, interessi iscritti a ruolo, interessi di mora e aggio. Per quanto riguarda i debiti relativi alle multe stradali o ad altre sanzioni amministrative (diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o per violazione degli obblighi contributivi), l’accesso alla misura agevolativa prevede invece che non siano da corrispondere le somme dovute a titolo di interessi (comunque denominati, comprese pertanto le c.d. ‘maggiorazioni’), nonché quelle dovute a titolo di aggio.

Non rientrano invece nell’ambito applicativo della Definizione agevolata i carichi relativi alle risorse proprie dell’Unione europea e all’Iva riscossa all’importazione, i recuperi degli aiuti di Stato, i crediti derivanti da condanne pronunciate dalla Corte dei conti e multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna. Per quanto riguarda i carichi delle Casse/Enti previdenziali di diritto privato, la Legge n. 197/2022 prevede che possano rientrare nella Definizione agevolata solo dopo apposita delibera di tali enti creditori pubblicata entro il 31 gennaio 2023 sul proprio sito internet e comunicata, entro la stessa data, ad Agenzia delle entrate-Riscossione mediante posta elettronica certificata. L’importo dovuto per la Definizione agevolata potrà essere versato in un’unica soluzione oppure dilazionato in un massimo di 18 rate in 5 anni, con le prime due (di importo pari al 10% delle somme complessivamente dovute) in scadenza al 31 luglio e 30 novembre 2023. Le restanti rate, ripartite nei successivi 4 anni, andranno saldate il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2024.

LE ULTIME NOTIZIE

Allarme Aviaria tra le foche del fiume San Lorenzo

Allarme Aviaria tra le foche del fiume San Lorenzo

Un'insolita mortalità colpì le foche del Quebec. Ricercatori dei CDC americani evidenziano l'infezione da virus aviario H5N1. Nel 2022, un'insolita...
Read More
Morte del Presidente Iraniano Raisi: profilo, successione e reazioni

Morte del Presidente Iraniano Raisi: profilo, successione e reazioni

Il leader iraniano muore in un incidente in elicottero. Mohammad Mokhber assume la presidenza ad interim, con nuove elezioni previste...
Read More
Maltempo in Italia: temporali e nubifragi in arrivo

Maltempo in Italia: temporali e nubifragi in arrivo

Previsioni meteo: piogge intense e temporali in arrivo su gran parte del Centro-Nord fino a martedì. Rischio di allagamenti ed...
Read More
Sciame Sismico ai Campi Flegrei: continuano scosse nella notte

Sciame Sismico ai Campi Flegrei: continuano scosse nella notte

Scosse registrate durante la notte con magnitudo fino a 2.3. Il Comune di Pozzuoli e l'Osservatorio Vesuviano monitorano la situazione...
Read More
Incidente elicottero presidente Iran Raisi: nessun passeggero vivo

Incidente elicottero presidente Iran Raisi: nessun passeggero vivo

20 maggio 2024, ore 6:00 - Tragedia Aerea in Iran: Nessun Superstite Trovato Questa mattina, Pir-Hossein Kolivand, Capo della Mezza...
Read More
Russia punta a Chasiv Yar per consolidare proprio controllo in Ucraina orientale

Russia punta a Chasiv Yar per consolidare proprio controllo in Ucraina orientale

Analisi dell'Institute for the Study of War evidenzia una strategia russa a lungo termine L'offensiva russa in Ucraina, che ha...
Read More
Netanyahu ha bloccato contatti con 007 USA, Smotrich lancia ultimatum a Hezbollah

Netanyahu ha bloccato contatti con 007 USA, Smotrich lancia ultimatum a Hezbollah

Il premier israeliano da inizio guerra ha sempre bloccato gli incontri tra intelligence e politici americani. Il ministro delle Finanze...
Read More
Premier slovacco Robert Fico fuori pericolo di vita dopo tentato assassinio

Premier slovacco Robert Fico fuori pericolo di vita dopo tentato assassinio

Le condizioni restano gravi, ma migliora il quadro clinico del premier Il premier slovacco Robert Fico non è più in...
Read More

(con fonte AdnKronos)

Le ultime di LR

Le ultime news di LiberoReporter

di tendenza