LiberoReporter

Ancora scontri e morti a Hong Kong

Degenerano sempre più le proteste a Hong Kong. La polizia ormai spara ad altezza torace e un ragazzo ieri è stato ucciso da un agente. Successivamente alcuni manifestanti hanno fermato un sostenitore pro Pechino e dopo un violento litigio lo hanno cosparso di liquido infiammabile, dandogli fuoco. E’ la cronaca scarna di una ennesima giornata di violenza e scontri nell’ex colonia britannica ora passata sotto sovranità cinese. Questa volta all’origine delle proteste è la morte di un ragazzo di 22 anni, precipitato da un palazzo durante un operazione delle forze dell’ordine, venerdì scorso.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends