Connect with us

News

Assegno unico 2022 figli, a chi spetta in caso di genitori separati?




Assegno unico universale in pagamento dal 15 marzo 2022. L’assegno spetta ai nuclei familiari con figli minorenni o maggiorenni a carico fino al compimento di 21 anni di età se studenti o lavoratori, e senza limiti di età per i figli disabili. Regolato in base all’Isee, l’accredito da ormai oltre un mese non avviene più in busta paga ma su conto corrente o carta prepagata del beneficiario. Ma cosa succede nel caso in cui una coppia sia separata o divorziata? A chi spetta in quel caso l’assegno? A rispondere sono gli esperti de La Legge Per Tutti, sito di consulenza e informazione legale.

ASSEGNO E GENITORI SEPARATI: COSA DICONO LA LEGGE E L’INPS

“La legge istitutiva dell’assegno unico universale – spiegano gli esperti – stabilisce che «la domanda è presentata da un genitore ovvero da chi esercita la responsabilità genitoriale», e che il beneficio «è erogato al richiedente ovvero, a richiesta, anche successiva, in pari misura tra coloro che esercitano la responsabilità genitoriale. In caso di affidamento esclusivo, l’assegno spetta, in mancanza di accordo, al genitore affidatario». L’Inps in una recente circolare – aggiungono – ha precisato che nel modulo di domanda si può scegliere di attribuire il pagamento al 100% al genitore collocatario, ma l’altro genitore ha facoltà di modificare la domanda, chiedendo il pagamento ripartito al 50% tra i due genitori. In tal caso bisogna indicare anche l’Iban del secondo genitore, sul quale sarà versata la sua quota di assegno. La scelta di ripartizione al 50%, se avviene successivamente alla proposizione della domanda iniziale, ha effetto a partire dal mese successivo”. Inoltre, se nel nucleo familiare è presente un figlio maggiorenne, questi ha facoltà di chiedere direttamente all’Inps la quota di assegno di sua spettanza; altrimenti la domanda viene proposta da uno dei genitori.

QUALI SONO LE OPZIONI DI PAGAMENTO

Il richiedente l’assegno unico per i figli a carico, spiega ancora La Legge Per Tutti, “può scegliere, in fase di presentazione della domanda all’Inps, una di queste tre opzioni di pagamento: attribuzione dell‘intero importo in qualità di richiedente, dichiarando che tale scelta è avvenuta «in accordo con l’altro genitore»; corresponsione dell’importo dell’assegno in misura ripartita al 50% tra i due genitori, dichiarando «di essere stato autorizzato dall’altro genitore ad indicare la modalità di pagamento della sua quota», quindi comunicando anche il suo Iban; attribuzione dell’assegno al 50% in mancanza di accordo con l’altro genitore, indicando solo le modalità di pagamento della propria quota e lasciando all’altro genitore l’iniziativa di integrare la domanda per chiedere il residuo”

COSA FARE IN CASO DI CONFLITTO TRA EX

Come già spiegato dagli esperti, “in presenza di due genitori che esercitano congiuntamente la responsabilità genitoriale anche dopo la loro separazione o divorzio, basta che uno dei due faccia la domanda indicando sé stesso come unico beneficiario per ottenere il 100% dell’importo: in tal caso l’Inps versa l’intero assegno al richiedente, ma l’altro può chiedere, anche successivamente, la ripartizione in pari misura. Solo se il giudice ha affidato esclusivamente il figlio ad un genitore, la domanda per l’assegno unico va presentata dal genitore affidatario (in questo caso nel modulo andrà spuntata la casella che indica la presenza di un unico genitore nel nucleo familiare)”.

Attenzione però: “Il genitore richiedente, se opta per il 100% dell’assegno in suo favore, deve dichiarare nella domanda che tale modalità è stata definita in accordo con l’altro genitore, il quale, a sua volta, può sempre modificare la scelta del primo. Inoltre il genitore che presenta per primo la domanda può optare sin dall’inizio per la percezione dell’importo solo al 50%, lasciando così all’altro genitore la facoltà di integrare la richiesta fornendo i propri dati per l’accredito del restante 50% (che altrimenti, in caso di inerzia, non sarà erogato)”.

Ma in caso di conflitto tra gli ex coniugi, sottolinea infine la Legge Per Tutti, “è sempre opportuno precisare, nell’accordo di separazione o di divorzio o nella domanda giudiziale, i criteri e le modalità di attribuzione e ripartizione dell’assegno unico per i figli, anche perché questo aspetto incide sulla misura dell’eventuale assegno di mantenimento da riconoscere all’ex coniuge”.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Omicron 5, Organizzazione mondiale sanità: “Variante prevalente nel mondo”

La sottovariante BA.5 si afferma come la Omicron prevalente sul Pianeta, secondo l'ultimo rapporto settimanale Covid dell'Organizzazione mondiale della sanità....
Read More
Omicron 5, Organizzazione mondiale sanità: “Variante prevalente nel mondo”

Roaming in Ue: ecco le regole per chiamate e dati

Roaming dati gratis in Europa, cosa significa? Che gli utenti di telefonia mobile che viaggiano all'interno dell'Unione possono continuare a...
Read More
Roaming in Ue: ecco le regole per chiamate e dati

WhatsApp: rendersi invisibili? A breve sarà possibile

Whatsapp sempre più in incognito. Dopo che molti utenti hanno chiesto di nascondere il proprio status 'online', l’app di messaggistica...
Read More
WhatsApp: rendersi invisibili? A breve sarà possibile

Pamplona, torna la corsa dei tori annullata per il Covid

Torna la tradizionale corsa dei tori organizzata a Pamplona, nel nord della Spagna, per la Festa di San Firmino, annullata...
Read More
Pamplona, torna la corsa dei tori annullata per il Covid

M5S, maggioranza eletti per uscita dal governo

La maggioranza degli interventi di parlamentari M5S nel corso dell’assemblea congiunta con il leader Giuseppe Conte è per l’uscita dal...
Read More
M5S, maggioranza eletti per uscita dal governo

Svezia, muore accoltellata durante evento politico: un arresto

Una donna di circa 60 anni è stata accoltellata a Visby in Svezia durante lo svolgimento di un evento politico...
Read More
Svezia, muore accoltellata durante evento politico: un arresto

Johnson non molla nonostante ministri in pressing per dimissioni

Diversi ministri britannici a Downing Street per vedere il premier Boris Johnson, mentre salgono le pressioni perché si dimetta. Secondo...
Read More
Johnson non molla nonostante ministri in pressing per dimissioni

Concerto Maneskin a Roma, “nessuna ipotesi di rinvio”

“Non è all'esame alcuna ipotesi di rinvio del concerto dei Maneskin al Colosseo. Si adotteranno tutte le precauzioni e gli...
Read More
Concerto Maneskin a Roma, “nessuna ipotesi di rinvio”

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

Le ultime di LR

Tutte le ultime news di Liberoreporter

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends