Connect with us

Ambiente

“Inizio di una poderosa collaborazione con gli Usa”

“Abbiamo un’agenda molto fitta e questo credo fermamente sia l’inizio di una collaborazione poderosa tra l’Italia, l’Europa e gli Stati Uniti”. Lo afferma il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani che questa mattina al Mite ha incontrato l’inviato per il clima del presidente Usa, John Kerry. I temi al centro dell’incontro: negoziati della Cop26 ed eventi italiani (Youth4Climate e Pre-Cop), G20 Clima/Energia, le ambizioni internazionali e gli sforzi nei contesti multilaterali, Pnrr italiano e misure sulla de-carbonizzazione.


Un confronto fruttuoso fortemente auspicato da Kerry, che sin da subito ha voluto interfacciarsi con i Paesi più attivi sul fronte dell’azione climatica, a partire dall’Italia, in una missione che si inquadra nella campagna che lo Special Envoy sta portando avanti in tutto il mondo a favore dell’azione climatica.

“L’incontro con il ministro Cingolani è stato molto costruttivo – ha affermato John Kerry –, entrambi ci troviamo in pieno accordo sull’urgenza di muoversi rapidamente da qui fino agli incontri di Glasgow a novembre, portando i Paesi al tavolo delle trattative e a fare di più. Quella che stiamo affrontando è una crisi planetaria e bisogna fare presto. Vogliamo che i cittadini, sia in Italia, che in Europa, come negli Stati Uniti, comprendano che questa non è una scelta tra prosperità e un’economia che funziona o meno, ma è un’opportunità enorme e i ministri, come quello della Transizione ecologica, hanno il compito di transitare verso un futuro nuovo, migliore e più sicuro, con più posti di lavoro”.

“In questo modo possiamo allontanare il rischio di un disastro climatico. Quindi siamo fiduciosi, insieme riusciremo a portare avanti un’opera di persuasione dei nostri colleghi in tutto il mondo e ci saranno numerose occasioni a Glasgow per intraprendere un percorso e mantenere l’innalzamento della temperatura terrestre entro 1,5 C°”.

“Il nostro obiettivo comune è di mantenere 1,5 C° come limite e questo significa che ogni Stato dovrà fare la sua parte e continuare a ridurre le emissioni in atmosfera durante questa decade e non è abbastanza dire che lo faranno entro 2050. Quindi siamo perfettamente in accordo e crediamo che sia una strategia a tutto campo e non una soluzione singola che possa risolvere questa crisi, è un approccio multiplo che include diverse risorse come carburanti, fonti energetiche e in particolare richiede di negoziare con l’industria pesante, una componente molto complicata ma estremamente importante all’interno di questo contesto” conclude Kerry

“Abbiamo avuto l’onore di avere con noi mr Kerry – ha dichiarato il ministro Roberto Cingolani –, con il nuovo corso degli Usa per la difesa dell’ambiente. Abbiamo parlato di scenari visionari, ma anche del presente e degli impegni che ci aspettano nei prossimi mesi in relazione a G20, COP26. Abbiamo un’agenda molto fitta e questo credo fermamente sia l’inizio di una collaborazione poderosa tra l’Italia, l’Europa e gli Stati Uniti“.

LE ULTIME NOTIZIE

Acciaieria Azovstal, Zelensky: “Eroi ci servono vivi”


Messaggio del presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky dopo che il ministero della Difesa di Kiev ha confermato l'avvio dell'evacuazione dei militari...
Read More
Acciaieria Azovstal, Zelensky: “Eroi ci servono vivi”

Serie A: Juventus-Lazio 2-2, con l’addio di Chiellini e Dybala ai bianconeri


Juventus e Lazio pareggiano 2-2 nel match valido per la 37esima giornata della Serie A, nella serata che segna l'addio...
Read More
Serie A: Juventus-Lazio 2-2, con l’addio di Chiellini e Dybala ai bianconeri

Mariupol, comandante Azov: “Abbiamo eseguito ordini”


"I difensori di Mariupol hanno eseguito un ordine, respingendo il nemico per 82 giorni, nonostante tutte le difficoltà". Lo dichiara...
Read More
Mariupol, comandante Azov: “Abbiamo eseguito ordini”

100% rinnovabili al 2050? Servono “più impianti, infrastrutture e accumulo”


Decarbonizzazione e sicurezza energetica sono le parole d’ordine in tema di energia oggi, alla luce degli impegni europei sul clima...
Read More
100% rinnovabili al 2050? Servono “più impianti, infrastrutture e accumulo”

Barriere fluviali rimosse in Europa, è record


Record di barriere rimosse dai fiumi europei nel 2021. Secondo il Il rapporto Dam Removals 2021 della World Fish Migration...
Read More
Barriere fluviali rimosse in Europa, è record

No Green Pass, 30 denunce per blocco porto Trieste


No Green pass e blocco del porto di Trieste. La Polizia ha indagato nei giorni scorsi 30 cittadini italiani per...
Read More
No Green Pass, 30 denunce per blocco porto Trieste

Nato: ingresso Finlandia e Svezia, Erdogan: “Non diremo sì”


"Non diremo 'sì' all'ingresso nella Nato di coloro che impongono sanzioni alla Turchia", ha affermato il Presidente turco Recep Tayyp...
Read More
Nato: ingresso Finlandia e Svezia, Erdogan: “Non diremo sì”

L’Unione contro l’Islanda per le “fattorie del sangue”


Islanda sotto pressione per chiudere le "fattorie del sangue", dove con massicci prelievi di sangue viene estratto l'ormone dalle cavalle...
Read More
L’Unione contro l’Islanda per le “fattorie del sangue”

Le ultime da… Bonvivre

Tutte le ultime news dal nostro giornale tematico BONVIVRE su arte, cultura, tempo libero e stile di vita...

di tendenza

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends