LiberoReporter

Zona bianca regioni, ristoranti al chiuso: tavoli e regole




La zona bianca si allarga, aumentano le regioni senza coprifuoco. Intanto, ecco la nuova regola per i ristoranti al chiuso e all’aperto. A Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia si aggiungono -salvo sorprese- Veneto, Liguria, Abruzzo e Liguria da lunedì 7 giugno. Il verdetto arriverà con i dati del monitoraggio di oggi e con le decisioni della cabina di regia, prima dell’ordinanza del ministro Roberto Speranza. L’incidenza sotto i 50 casi per 100mila abitanti registrata nelle ultime 3 settimane dovrebbe determinare la promozione di altre 4 regioni in zona bianca. Tra 10 giorni, il 14 giugno, se il trend verrà confermato sarà il turno di Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Piemonte, Puglia e provincia di Trento.

ZONA BIANCA, CHI ENTRA

Il traguardo è vicinissimo per il Veneto. “L’Rt è a 0,64, l’occupazione dei reparti e della terapia intensiva è al 5%. L’incidenza è di 19,4 casi su 100mila abitanti. Siamo abbondantemente in zona bianca. Immagino che per noi da lunedì scatterà. Non sto celebrando la fine dell’infezione e dell’emergenza, nessuno si esalti. Se però il tunnel era lungo 100 km, ne abbiamo fatti 99”, dice il governatore Luca Zaia.

In prospettiva si preparano al passaggio Piemonte e Lazio. In Piemonte, secondo il prereport, l’indice Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi scende da 0.70 a 0.64. La percentuale di positività dei tamponi si riduce passando da 3.2% a 2.3%. Sotto soglia, e ulteriormente ridotti, i tassi di occupazione dei letti ordinari (dal 14% al 10%) e in terapia intensiva (dal 15% al 13%). Calano, infine, i focolai attivi, i nuovi e il numero di persone non collegate a catene di trasmissione note.

“Nel Lazio incidenza e Rt sono da zona bianca”, dice l’assessore Alessio D’Amato. “Sono molto contento della mia comunità perché il Lazio è stata la regione più tempo in zona gialla. Confido, se i dati continueranno così, intorno a metà giugno di arrivare in zona bianca”, chiosa il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Tg2 post. “Questo non ce lo ha regalato nessuno, c’è stata una comunità responsabile e le misure hanno funzionato – sottolinea – C’è stato tanto dibattito sul coprifuoco, ma non erano follie, era la forma per arrivare a questo risultato. Il virus cambia e colpisce, le prudenze ci stanno portando a tornare alla normalità”.

RISTORANTI, QUANTI AL TAVOLO?

All’ingresso in zona bianca corrisponde l’applicazione delle nuove regole in arrivo per i ristoranti. Al chiuso, sarà consentita la presenza di 6 persone ad uno stesso tavolo. All’aperto, non c’è alcun limite e la tavolata può diventare anche extralarge. In zona gialla l’asticella per i ristoranti dovrebbe restare ferma a 4 commensali, sia all’interno che all’esterno secondo l’accordo che, riferiscono fonti di governo, è stato raggiunto nel dialogo all’interno della maggioranza di governo nonché tra l’esecutivo e le Regioni. I governatori avevano proposto il limite di 8 commensali all’interno in zona bianca, ma alla fine sembra essere prevalsa la linea della gradualità e della maggior prudenza.

MOLISE DA RECORD

Il miglioramento del quadro legato all’epidemia è confermato anche dall’Ecdc, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Spicca l’exploit del Molise, prima regione in zona verde, nella fascia di minor rischio. Questa settimana si dimezzano le zone rosse: restano di questo colore solo Valle D’Aosta a Nord, e Basilicata e Calabria a Sud, mentre rispetto alla cartina precedente si guadagnano la zona arancione Toscana, Campania e Puglia, che vanno a raggiungere in una fascia di rischio più bassa il resto della Penisola, già color arancio, Isole comprese.

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Pari opportunità, Eni sottoscrive Wep delle Nazioni Unite


Eni ha sottoscritto i Women Empowerment Principles (Wep) delle Nazioni Unite, come parte del proprio impegno per promuovere l’uguaglianza di...
Read More

Variante Omicron, Vaia: “Vaccini attuali sembrano proteggere”


"Da quello che abbiamo visto in Sud Africa gli attuali vaccini sembrano proteggere anche dalla variante Omicron. E lo stesso...
Read More
Variante Omicron, Vaia: “Vaccini attuali sembrano proteggere”

Più Tpl e mobilità integrata, le richieste dei cittadini di Milano, Roma e Napoli


Potenziare il trasporto pubblico in ottica green. Investire nella mobilità integrata tra treno, bicicletta, auto, metropolitana e spostamenti a piedi....
Read More

Caso Regeni, Commissione inchiesta, “fuga da processo è ammissione colpevolezza Egitto”


Omicidio Giulio Regeni, la fuga dal processo da parte dell'Egitto è un'ammissione di colpevolezza. E’ quanto si legge nella relazione...
Read More
Caso Regeni, Commissione inchiesta, “fuga da processo è ammissione colpevolezza Egitto”

Giordano e Del Debbio, Mediaset: “Nessuno stop a programmazione”


Non ci sarà nessuno stop, di nessun programma, durante le festività nella programmazione Mediaset. Lo apprende l'Adnkronos da fonti Mediaset,...
Read More
Giordano e Del Debbio, Mediaset: “Nessuno stop a programmazione”

Crimi, Dirigente Liceo Cassarà Palermo: “Sconcertati da dietrofront quarantene”


"Ancora una volta la scuola lasciata nel disorientamento totale, a prova del fatto che la gestione della pandemia ha messo...
Read More
Crimi, Dirigente Liceo Cassarà Palermo: “Sconcertati da dietrofront quarantene”

Variante Omicron, obbligo vaccino e terza dose: il punto


Con la variante Omicron sempre più diffusa l'idea di rendere il vaccino anti-covid obbligatorio si fa strada. In Europa qualche...
Read More
Variante Omicron, obbligo vaccino e terza dose: il punto

Bonus prima casa 2021-2022, si può ottenere due volte?


Bonus prima casa, chi ne ha già usufruito può ottenerlo una seconda volta? Sulla questione si è di recente espressa...
Read More
Bonus prima casa 2021-2022, si può ottenere due volte?
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends