LiberoReporter

Coronavirus: come muta il virus nel tempo? Poco secondo “Nature”

L’analisi dei dati provenienti dalla Cina su 104 ceppi del nuovo coronavirus rivela che il microrganismo sta mutando poco. Lo riferisce ‘Nature’. I campioni sono stati prelevati a pazienti tra dicembre 2019 e metà febbraio 2020 e sono risultati simili al 99,9%, il che significa che il virus non sta mutando in modo significativo.

La maggior parte dei casi di diffusione da persona a persona in Cina si trovano all’interno di ospedali, carceri o nelle famiglie, il che implica che è necessario uno stretto contatto affinché il virus si diffonda. La diffusione aerea non è ritenuta uno dei principali fattori di trasmissione, afferma il rapporto. In uno studio preliminare della provincia del Guangdong, i familiari di un soggetto con Covid-19 avevano il 3-10% di probabilità di essere infettati.

(Adnkronos)

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends